Polestar O2 Concept: la cabrio elettrica con il drone integrato

Un nuovo prototipo studia possibili scelte estetiche e tecnologiche per i futuri modelli della gamma.

Polestar continua a lavorare per espandere il proprio portafoglio prodotti, una gamma che attualmente comprende due modelli, la Polestar 1 e la Polestar 2. Ora però l’azienda svedese prevede di aggiungere altre proposte nei prossimi anni e sta già lavorando all’idea di una 100 % elettrica decappottabile a quattro posti, la Polestar O2 Concept svelata proprio in queste ore.

Denominata O2, questa concept car è un veicolo a due porte e quattro posti in una configurazione 2+2 con tettuccio rigido retrattile. Si tratta in realtà di un’evoluzione del Precept Concept che l’azienda aveva presentato all’inizio del 2020 e che sarà tradotta in una versione di produzione, denominata Polestar 5, nel 2024.

Per ora solo un prototipo…

Sfortunatamente però il marchio di proprietà di Volvo ha precisato che l’O2 rimarrà un concept, o almeno per ora. Ad ogni modo il prototipo è esattamente il tipo di auto di cui Polestar ha bisogno per differenziarsi completamente da Volvo, un’auto unica creata esclusivamente da questo marchio e con una particolare attenzione alle prestazioni.

Gran parte del suo design esterno ricalca quello della ‘vecchia’ Precept Concept. Tuttavia la Polestar O2 Concept presenta un frontale affilato con fari a LED a forma di L sdoppiati, un grande splitter anteriore e un cofano abbastanza lungo date le sue proporzioni.

Il laterale si caratterizza per il parabrezza frontale molto inclinato e un tetto spiovente. Passaruota muscolosi con ampi cerchi e battitacco laterali definiti lasciano il posto a un posteriore che integra un vistoso diffusore.

Gli interni

L’abitacolo può ospitare fino a quattro passeggeri dove troviamo un posto di guida con quadro strumenti digitale e un ampio touchscreen verticale da 15 pollici per il sistema di infotainment. Anche il volante ha un design squadrato piuttosto particolare. Il passo di 2.792 mm dovrebbe offrire una buona abitabilità interna.

Una delle principali curiosità di questo prototipo è che ha un drone che scivola dietro i sedili posteriori, può essere lanciato quando l’auto è in movimento e  può seguire il veicolo a velocità fino a 90 km/h, catturando immagini e video che il guidatore può modificare successivamente dallo schermo centrale.

Per quanto riguarda il propulsore della O2 Concept, Polestar non ha rivelato dettagli oltre al fatto che si tratta di un’auto elettrica. Come anticipato, al momento, il veicolo non dovrebbe diventare un’auto di serie.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →