Opel Kadett Aero: la prima cabriolet compatta del Fulmine

La storia della Opel Kadett Aero, prima cabriolet di dimensioni compatte della Casa di Russelsheim, introdotta nel 1976 e prodotta dalla carrozzeria Bauer.

Al Salone di Ginevra del 1976 fu presentata la Opel Kadett Aero, la variante cabriolet della Kadett C. Esteticamente, era riconoscibile per il tetto rigido amovibile, il rollbar centrale in acciaio e la capote posteriore in tela. Rappresenta la prima generazione per la cabriolet compatta della Casa di Russelsheim, ma non è mai stata commercializzata sul mercato italiano.

Le principali caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda la meccanica, la Opel Kadett Aero era mossa dal motore a benzina 1.2 da 60 CV di potenza con il cambio manuale a quatto marce o il cambio automatico previsto come optional. La vettura era dotata anche di freni anteriori a disco, servofreno e cerchi in lega a cinque razze da 13 pollici di diametro con gli pneumatici radiali. Inoltre, erano previsti l’abitacolo specifico, i sedili con i poggiatesta, le cinture di sicurezza riavvolgibili automaticamente, il contagiri, il voltmetro e il manometro dell’olio.

Prodotta in soli 1.244 esemplari


Assemblata dalla carrozzeria tedesca Bauer, la cabriolet Opel Kadett Aero è stata prodotta esattamente in 1.244 unità. A titolo di confronto, la produzione per la terza generazione della Opel Kadett – nota anche come Kadett C – ammonta a ben 1.701.075 esemplari, assemblati dalla primavera del 1973 all’estate del 1979.

Ultime notizie su Opel

Opel viene fondata nel 1895 dal tedesco Adam Opel, inizialmente specializzato nella produzione di macchine da cucire. La sua attività si sviluppa rapidamente e già nel 1886 [...]

Tutto su Opel →