Opel Grandland X Hybrid4: prova off-road del SUV plug-in

Il C-SUV Opel ricaricabile alla spina e dotato di trazione 4×4 elettrica è stato protagonista di una prova a dir poco movimentata.

Forte del know-how tecnico e delle sinergie del Gruppo Stellantis, il marchio Opel punta sempre più sull’elettrificazione, proponendo una gamma in grado di offrire oltre ai classici motori termici anche modelli puramente elettrici (Opel Corsa-e, Mokka-e, Zafira-e Life, Opel Vivaro-e) che ibridi plug-in. Ricordiamo inoltre che entro la fine del 2021, la Casa del Fulmine arriverà a ben 9 modelli elettrificati, tra cui troveremo la nuova generazione della Astra. Il cuore di questa ricca gamma elettrificata prende il nome di Grandland X Plug-In Hybrid, SUV di segmento C ricaricabile alla spina proposto in due varianti: la prima capace di contare su 224 CV scaricati sulla trazione anteriore e la seconda – battezzata Grandland X Hybrid4 – in grado di sviluppare ben 300 CV sulla trazione integrale fornita da due motori elettrici.

Powertrain plug-in da 300 CV

Lunga 4,48 metri e realizzata sulla piattaforma modulare EMP2, l’Opel Grandland X Hybrid4 si presenta come un SUV ibrido plug-in versatile e poliedrico in grado di soddisfare le più svariate esigenze di guida. Il suo powertrain ibrido è composto da un motore 1.6 litri turbo benzina da 200 CV abbinato a due motori elettrici: il primo da 110 CV collegato all’asse anteriore e il secondo da ben 113 CV collegato all’asse posteriore. Complessivamente il sistema eroga 300 CV e 520 Nm di coppia massima gestiti da un cambio automatico a 8 rapporti. Questi numeri consentono prestazioni a dir poco sportive ogni volta che si schiaccia a fondo il pedale dell’acceleratore.

Fino a 59 km a zero emissioni

Grazie alla presenza di una batteria da 13,2 kWh è possibile guidare in modalità 100% elettrica per circa 59 km: si tratta di un ottimo risultato se si tiene conto che la maggior parte delle persone effettua quotidianamente tratte giornaliere inferiori ai 50 km. Chi desidera preservare una parte di carica di energia dopo un viaggio – magari per attraversare una ZTL o un centro storico – può sfruttare la funzione E-Save, attivabile tramite il sistema di infotainment. La batteria può essere caricata da 0 al 100% in 7 ore se si utilizza una presa domestica, tempo che scende a 1,50 ore se si sfrutta una wall box da 7,4 kW.

Quattro modalità di guida per ogni esigenza

Abbiamo avuto la possibilità di effettuare con questa variante top di gamma della Grandland X un particolare test drive in off-road effettuato su un emozionante tracciato da cross. L’obiettivo della prova era dimostrare le capacità intrinseche di quello che sembra un SUV studiato esclusivamente per l’ambito stradale e che invece nasconde particolarità tecniche che lo rendono adatto anche per il fuoristrada leggero. Bisogna inoltre precisare che la nostra prova si è svolta con una dotazione di pneumatici estivi e non tassellati.

Questo perché la Grandland X Hybrid4 si adatta facilmente e con estrema velocità a qualsiasi condizione di guida grazie al suo powertrain ibrido e alla sua trazione integrale elettrica. Questi due elementi vengono gestiti tramite la selezione di quattro differenti modalità di guida: ibrida, elettrica, 4×4 e Sport.

La modalità ibrida permette di ottimizzare il consumo di carburante del veicolo: il motore a combustione interna e i motori elettrici funzionano insieme o alternativamente, in base alle condizioni e allo stile di guida. Se si sceglie la modalità elettrica, la vettura utilizza esclusivamente la forza dei motori elettrici: nella maggioranza dei casi la trazione viene assicurata dal motore elettrico posteriore, mentre il motore anteriore interviene quando si desidera maggiore potenza e si schiaccia tutto l’acceleratore. Ricordiamo che la velocità massima in modalità puramente elettrica è di 135 km/h.

Se si sceglie la modalità trazione integrale – come nel caso della nostra prova sulla pista off-road – la Grandland X Hybrid4 garantisce la migliore trazione sulle ruote anteriori e posteriori e anche in questo caso la velocità massima con la velocità massima è di 135 km/h. Quando invece si vogliono scatenare tutti e 300 i CV è necessario selezionare la modalità Sport che unisce la potenza del motore termico e di quello elettrico. Come anticipato, la potenza di sistema è equivalente alla potenza massima del motore termico più la potenza del motore elettrico in un determinato momento. ll consumo di carburante dichiarato nel ciclo misto è di 1,4-1,3 litri/100 km con emissioni di CO2 pari a 28-39 g/km (ciclo WLTP).

Recupero dell’energia e sicurezza al Top

Per migliorare ulteriormente l’efficienza, Opel Grandland X Hybrid4 è dotato di sistema frenante rigenerativo che recupera l’energia prodotta in fase di frenata o di decelerazione. Per sfruttare ulteriormente il sistema elettrico ad alta tensione, il SUV teutonico risulta dotato di un compressore elettrico per il condizionamento dell’aria e di un sistema di riscaldamento elettrico.

Il funzionamento del powertrain plug-in può essere visualizzato in qualsiasi momento sia sull’ampio display centrale dell’infotainment Navi 5.0 IntelliLink -compatibile anche con Apple CarPlay e Android Auto -che sullo schermo della strumentazione analogico-digitale. Particolarmente ricca anche la dotazione di sistemi ADAS che include tra le altre cose l’Allerta incidente con Frenata automatica di emergenza, il rilevamento pedoni al Sistema per la prevenzione dei colpi di sonno e i proiettori anteriori full Led adaptive forward lighting.

Prezzi

Per quanto riguarda il listino prezzi, la Opel Grandland X Hybrid Plug-In accede al massimo degli incentivi statali e gode dell’Ecobonus offerto da Opel, per un totale di ben 11.500 euro di sconto che permette di abbattere il listino della vettura da 49.600 a 38.100 euro. La versione plug-in da 224 Cv e due sole ruote motrici vede invece scendere il proprio prezzo da 43.250 a 31.750 euro.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →