Nuova Peugeot 308, la prova delle versioni plug-in e diesel

L’accattivante media francese proposta in versione hatchback e station wagon offre anche una tecnologica versione plug-in e non rinuncia al diesel.

Lanciata lo scorso settembre, la nuova Peugeot 308 può vantare già 80mila ordini complessivi, di cui ben 7mila in Italia. I segreti di questo successo sono molteplici e hanno ancora più valore in un momento storico non certamente facile, considerando la crisi dei chip, la pandemia e le tensioni internazionali che stanno mettendo a dura prova l’economia e la società.

Design felino

Per scoprire la ricetta di questo successo, bisogna innanzitutto sottolineare che la “media” francese viene proposta in due configurazioni di carrozzeria, ovvero hatchback e station wagon, entrambe caratterizzate da un design originale e di forte impatto in grado di esaltare la dinamicità di questo modello. Realizzata sulla versatile piattaforma EMP2, la versione due volumi misura 4,36 metri, mentre la wagon raggiunge 4,64 m. Rispetto alla generazione che sostituisce, la nuova 308 è più larga di cinque centimetri e più basse di due, regalando così una presenza scenica ben piantata a terra e nello stesso tempo capace di offrire un’abitabilità più generosa.

Osservando la vettura dall’esterno colpisce subito l’aggressivo frontale, impreziosito da gruppi ottici (Matrix Full LED option) abbinati a luci diurne a forma di artigli e alla grande mascherina con effetto 3D. La vista d’insieme ricorda un grande felino pronto a balzare sulla sua preda. Le fiancate muscolose si accordano con un posteriore robusto ma slanciato, un effetto visivo non facile che risulta ben riuscito anche sulla più lunga SW. L’ottimo lavoro dei design viene sottolineato dal Cx che risulta pari a soli 0,277, cosa che si riflette positivamente sulle prestazioni, sui consumi di carburante e sulle emissioni.

Gamma motorizzazioni

La nuova 308 offre anche un’ampia gamma di motorizzazioni che punta ad accontentare praticamente tutte le esigenze più svariate degli automobilisti: si parte dal turbo benzina 1.2 litri PureTech, proposto nelle versioni da 110 e 130 CV. Al top di gamma troviamo le versioni elettrificate e ricaricabili alla spina (ibride plug-in), ovvero quella da 180 CV e la potente 225 CV entrambe capaci di offrire un’autonomia in modalità 100% di circa 60 km.

Decisamente apprezzabile la presenza di un motore diesel, dedicato a chi macina tanti chilometri e vuole prestare attenzione ai consumi, parliamo del 1.5 litri Blue-HDi da 130 CV. Ricordiamo inoltre che i propulsori possono essere abbinati ad un classico cambio manuale a sei marce o al tecnologico automatico a otto rapporti EAT8. Per accontentare davvero tutti, il prossimo anno la nuova 308 verrà proposta anche in una versione 100% elettrica che promette potenza e un’autonomia che dovrebbe attestarsi sui 400 km con una sola carica di energia.

Abitacolo e tecnologia

Un altro elemento fondamentale che completa la ricetta della Casa del Leone per questa nuova 308 è il suo lato tecnologico che trova la massima forma nell’ultima evoluzione dell’ormai celebre i-Cockpit di Peugeot. Seduti al posto guida si fa immediatamente conoscenza con il volante dalle dimensioni compatte e molto ergonomico che oltre a poter essere riscaldato offre a portata di mano i principali comandi che possono servire durante la guida.

Sopra il volante troviamo la futuristica strumentazione digitale e tridimensionale che ad un primo impatto può lasciare leggermente spaesati, ma dopo qualche secondo risulta si apprezza la sua completezza grazie ai numerosi settaggi, ma soprattutto offre un’ottima visibilità delle informazioni di guida più importanti. La console centrale, rifinita di un elegante nero lucido ospita l’ampio display dell’infotainment i-Connect, vero centro di comando dell’auto.

Sotto lo schermo troviamo alcuni tasti touch settabili che permettono di accedere velocemente alle nostre funzioni preferite. In poche mosse possiamo gestire la climatizzazione automatica, la connettività per smartphone (Apple CarPlay e Android Auto), l’impianto audio a 10 canali della Focal che offre un suono ad alta fedeltà e il navigatore satellitare 3D. Di quest’ultimo abbiamo apprezzato la reattività e le numerose funzioni, infatti grazie alla connessione a internet offre una serie di utilissime informazioni, a partire dalle condizioni del traffico in tempo reale e fino alla presenza di autovelox, inoltre calcola anche la velocità media quando si incontrano dei sistemi tutor in autostrada, cosa molto utile per evitare di prendere multe.

I sedili rivestiti in pelle sono davvero belli da vedere e molto comodi nei lunghi viaggi (sono infatti certificati AGR, l’ente indipendente di medici tedeschi), inoltre avvolgono il corpo come un guanto anche nelle curve più allegre. Utilissimo anche la ricarica wireless per smartphone e l’apertura senza chiavi keyless. In generale i materiali sono di buona qualità, in particolari i rivestimenti dei sedili e della parte superiore della plancia, impreziositi da impuntature a contrasto.

Abbiamo notato solo qualche plastica rigida di troppo nella zona inferiore, ma nel complesso risultano trascurabili. Tra le piccole sviste segnaliamo anche la mancanza di ganci per appendere la giacca, anche questo un dettaglio che consideriamo trascurabile considerando la bontà del progetto in generale. Per quanto riguarda la sicurezza, la nuova 308 offre dispositivi di una guida semiautonoma di livello 2 che includono il cruise control adattivo, il sistema di mantenimento della carreggiata e la frenata di emergenza con riconoscimento pedoni.

Come va alla guida

Abbiamo avuto la possibilità di guidare la nuova Peugeot 308 sia in autostrada che su strade extraurbane e in città. Per questa prova su strada abbiamo scelto due tra le motorizzazioni più interessanti proposte su questa vettura, ovvero l’ibrida plug-in da 225 CV e la versione diesel da 130 CV, entrambe equipaggiate con cambio automatico a 8 rapporti.

La plug-in offre grinta da vendere, l’accelerazione in modalità sport (le altre a disposizione sono hybrid e electric) è molto coinvolgente, tanto da far pensar e che si stia guidando una vettura ben più potente. L’accoppiamento erogazione -trasmissione è eccellente e spinge il guidatore a divertirsi nelle curve come se si stesse guidando una sportiva pura. Il merito va anche all’ottimo inserimento in curva offerto da un volante preciso e dall’ottimo lavoro delle sospensioni.

Ovviamente in curva i quasi 1.700 kg si fanno sentire e quando si esagera è possibile scatenare un leggero sottosterzo che può essere corretto facilmente. Se si desidera viaggiare nel totale silenzio, magari per attraversare zone ZTL, si può attivare la modalità 100% elettrica (la batteria si ricarica in circa 3,5 ore con wallbox), mentre utilizzando quella ibrida si percorrono in media circa 15 km con un litro di benzina. L’unico neo di quest’auto l’abbiamo trovato nella frenata che a basse velocità risulta poco modulabile, offrendo così un rallentamento a scatti che può risultare fastidioso.

Molto interessante anche la guida offerta dalla 308 con motore Blue-HDi da 130 CV che sta avendo un ottimo successo tra i privati che fanno molti clienti e ovviamente la clientela business. Anche se il mercato automotive spinge sempre più sull’elettrificazione la scelta di Peugeot di continuare a proporre una motorizzazione diesel sul mercato italiano risulta vincente e il motivo è semplice.

Questa motorizzazione offre consumi contenuti che superano i 25 km litro e un’autonomia particolarmente abbondante, il tutto senza rinunciare ad un motore generoso che grazie ad una coppia massima di 300 Nm risulta sempre pronto e scattante, anche nelle lunghe “cavalcate” autostradali o tra i tornanti di una strada di montagna. La versione station wagon offre anche tanto spazio in più nel bagagliaio, infatti parliamo di una capacità che varia da un minimo di 608 litri e raggiunge un massimo di 1.634 litri abbattendo il divano posteriore.

Allestimenti e prezzi

Proposta negli allestimenti Active, Allure e GT, a cui si aggiungono anche le versioni Allure Pack e GT Pack, la nuova 308 viene proposta ad un prezzo che parte da 24.350 euro per la versione due volumi e da 25.350 euro per la ibrida. La versione 308 Hybrid 225 e-EAT8 GT Pack della nostra prova, ovvero top di gamma e full-optional, è offerta a 43.450 euro, mentre la diesel parte da 27.150 euro.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →