Nuova Lexus NX 2021: tra le novità l’ibrido plug-in

Svelata la seconda generazione della SUV compatta plug-in giapponese.

Anche se, vedendola da fuori, potrebbe non sembrare così, visto che le novità estetiche non sono profonde, fino al 95% della nuova Lexus NX è cambiato rispetto al modello apparso alla fine del 2014. La nuova generazione della SUV compatta giapponese è più che altro un’evoluzione, e non una rivoluzione; diventa più raffinata ed elegante, ma anche più moderna e seducente.

Più lunga, larga e spaziosa

La seconda generazione della Lexus NX cresce leggermente: +20 mm in lunghezza (ora misura 4,66 metri), +30 mm di distanza tra gli assi, +20 mm di larghezza e 5 mm di altezza. E l’idea di continuità nel suo design salta subito all’occhio non appena la si guarda dietro, con le luci a forma di L e una banda luminosa orizzontale che attraversa il portellone da un lato all’altro. Portellone, tra l’altro, che ora sembra più ingombrante, meno azzardato e aggressivo nelle sue forme e in cui scopriamo il nome Lexus dove prima c’era il simbolo con la L.

E nonostante il look poco mutato, la Lexus NX ha compiuto importanti progressi che rimangono nascosti sotto la sua carrozzeria. Il primo è la piattaforma GA-K, al debutto sull’attuale generazione della IS. Ed è proprio questa architettura che ci permette di parlare della prima Lexus ibrida plug-in del marchio.

Fino a 306 CV e trazione integrale

La nuova Lexus NX, nella versione 450h+, sarà equipaggiata con il motore a benzina 2.5 abbinato a un motore elettrico posteriore per una potenza combinata di 306 CV. Questo valore è sufficiente per farla scattare da 0 a 100 km/h in meno di 6,0 secondi, ma vanta anche un’autonomia in modalità elettrica di 63 km grazie alla sua batteria da 18,1. kWh.

Oltre alla 450h+ sarà possibile scegliere una variante 350h, in questo caso full hybrid e con possibilità di trazione 4×4 o 4×2. Anche questa sarà un modello ad alte prestazioni visti i suoi 242 CV e i 7,7 secondi che impiega per coprire lo scatto da 0 a 100, il tutto con una riduzione dei consumi del 10%. Dal punto di vista tecnico una delle grandi sfide del suo motore (che è lo stesso della PHEV) è stata aumentare la sua potenza del 22%, ottenendo accelerazioni più rapide e valori di CO2 inferiori.

Display fino a 14 pollici

All’interno c’è un enorme schermo infotainment da 14 pollici, una chicca in più per chi non si accontenta del 9.8 pollici che verrà montato di serie. Migliora inoltre la qualità dei materiali, con un minimalismo elegante che mantiene tuttavia alcuni controlli fisici  e sedili anteriori tanto solidi quanto belli.

Anche i paddle e il piccolo selettore del cambio proclamano solidità, tecnologia e sportività e il tocco all’avanguardia è fornito (oltre allo schermo) dall’assistente vocale che risponde alla chiamata “Hey Lexus”. Nei sedili posteriori, grazie all’aumento delle dimensioni, lo spazio per le ginocchia cresce.

Un dettaglio importante è che chi sceglierà la versione plug-in non dovrà accontentarsi di un bagagliaio inferiore rispetto a chi guida la full hybrid. Infatti in entrambi i casi il bagagliaio è molto squadrato e pratico, con una capacità compresa tra 450 e 500 litri.

Ultime notizie su Lexus

Lexus viene fondata nel 1983 e rappresenta un punto di svolta nella politica del marchio Toyota. In quell’estate il presidente dell’a [...]

Tutto su Lexus →