Nissan Qashqai 1.3 DIG-T 140 CV Tekna: la prova su strada

La capostipite dei crossover si rinnova attraverso una gamma completamente elettrificata e garantisce comfort e consumi contenuti.

La Nissan rinnova la sua auto più iconica sul mercato dei grandi numeri, la Qashqai, che ha aperto la strada al segmento dei crossover ed oggi rimane un punto di riferimento nella categoria delle compatte a ruote alte. L’abbiamo provata nella sua nuova veste ibrida.

Esterni: si rinnova senza stravolgere il DNA stilistico

Squadra che vince non si cambia, o perlomeno si perfeziona attraverso innesti mirati, è così che i vertici Nissan hanno lavorato all’evoluzione della Qashqai, un’auto troppo importante che non poteva essere sbagliata. Per cui, se è vero che ci sono concorrenti che osano dal punto di vista stilistico, si veda la Hyundai Tucson di nuova generazione, è altrettanto vero che il crossover più famoso del Brand giapponese è moderno ed affascina senza ricorrere a soluzioni ad effetto.

La calandra è cromata con la V che si allarga alla base ed è circondata da gruppi ottici full-LED che appaiono quasi come un corpo unico con la stessa. La fiancata sfrutta i montanti posteriori che conferiscono al tetto un effetto sospeso, reinterpretando in maniera vincente un concetto stilistico visto sulle ultime generazioni di Micra e Leaf, e non mancano degli elementi interessanti come la sigla del modello sui passaruota anteriori. La vista posteriore si è evoluta in maniera più soft, e in generale le dimensioni sono cresciute con l’auto che adesso è lunga 4,42 metri.

Interni: più spazio e plancia al passo con i tempi

Con un passo incrementato di 2 cm c’è più spazio nell’abitacolo della Qashqai, dove si sta bene anche in 5 in virtù del tunnel centrale molto basso. Anche a livello di bagagliaio, con 504 litri utili, non ci si può certo lamentare; il vano, inoltre, presenta un pavimento a 2 livelli, tasche, ganci ed è piatto quando si abbatte il divano, anche se quest’ultimo è privo di quella botola tanto utile quando si trasportano un paio di sci.

La vera novità però si riscontra nella plancia, che è tutta nuova, e presenta materiali di pregio, un grande schermo per l’infotainment, finalmente in posizione più alta, oltre alla strumentazione digitale ben inquadrata tra le razze del volante sportivo tagliato in basso. Pratica la zona del climatizzatore che rimane con comandi distinti, e non manca il vano dedicato allo smartphone con ricarica ad induzione.

Intelligente la presenza di prese USB e USB-C che accontentano possessori di smartphone differenti. Il sistema multimediale si gestisce dallo schermo da 9 pollici che consente di effettuare il mirroring con le app più utilizzate sul proprio device, mentre è da sottolineare l’ampiezza dell’head-up display che vanta una diagonale da 10,8 pollici. Il passo avanti si percepisce ed è funzionale.

Al volante: assettata ma non assetata

Con la nuova generazione la Qashqai elettrifica tutta la gamma, come dimostra il 1.3 mild hybrid della vettura del test con una potenza di 140 CV che viene erogata attraverso le ruote anteriori sfruttando un cambio manuale a 6 rapporti. Quest’ultimo si manovra con soddisfazione per richiamare i 240 Nm della coppia massima ai bassi regimi. Con i cerchi da 19 pollici c’è un giusto compromesso tra comfort e tenuta di strada, ed anche l’insonorizzazione risulta particolarmente curata.

Convince la consistenza e la precisione dello sterzo, e forse, cercando il cosiddetto pelo nell’uovo, l’asse posteriore non sempre riesce a smorzare in maniera ottimale le sconnessioni più marcate come quelle presenti sulle strade capitoline. Con l’ibrido leggero ed il cambio manuale la guida è praticamente identica a quella di un’auto termica convenzionale, ma i consumi sono interessanti, perché se la media è di circa 15 km/l, nei percorsi extraurbani si viaggia intorno ai 19 km/l.

Chiaramente, non mancano gli ADAS di ultima generazione, che agiscono in maniera puntuale e si possono gestire facilmente dal volante, per cui la sicurezza attiva risulta particolarmente curata.

Prezzo: si parte da 26.650 euro

La Qashqai di nuova generazione ha un listino che parte dai 26.650 euro con la motorizzazione da 140 CV, si sale a 33.190 euro per la variante da 158 CV con cambio automatico, ai quali bisogna aggiungere altri 2.000 euro per la trazione integrale a partire dall’allestimento n-connecta; ma occhio alla versione al momento della scelta, la Tekna della nostra prova con il cuore da 140 CV ha un costo di poco inferiore ai 35.000 euro, promozioni ed incentivi esclusi, 34.850 euro per la precisione.

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →