Mitsubishi Outlander PHEV: verso la nuova generazione

Riflettori puntati sull’imminente novità ibrida ricaricabile del SUV-crossover giapponese che di recente è evoluto nella quarta serie.

In linea con le anticipazioni rese note in occasione del “vernissage” avvenuto nella seconda metà di febbraio 2021, la quarta generazione di Mitsubishi Outlander sarà disponibile anche in configurazione ibrida plug-in. La conferma arriva attraverso un comunicato ufficiale del marchio dei “Tre Diamanti”, insieme alla timeline di debutto: la presentazione è fissata per il 38 ottobre, ed il via alle vendite avverrà da metà dicembre 2021, inizialmente in Giappone.

Un positivo riscontro di vendite

Con l’imminente arrivo della declinazione PHEV per la quarta serie di Outlander, Mitsubishi aggiunge un ulteriore tassello alle proprie offerte elettrificate e nella fascia di veicoli a ruote alte, in special modo nel competitivo mercato nordamericano in cui Outlander ha fatto registrare ottimi risultati di vendite nel terzo trimestre 2021.

Prime anticipazioni hi-tech

Fra le novità tecniche portate in dote dall’edizione 2022 di Outlander PHEV, un upgrade al sistema di trazione integrale Super-All Wheel Control “ereditato” da Mitsubishi Lancer Evolution. Più nello specifico, il sistema sfrutta due motori elettrici (uno per ciascun assale): tecnologia sempre più utilizzata nell’elettrificazione “new gen” e che semplifica notevolmente l’assemblaggio dei veicoli, grazie all’assenza dell’albero di trasmissione, oltre a migliorare le dinamiche della vettura grazie ad un minore peso, ferme restando le caratteristiche di motricità che possono dal canto loro essere affinate in virtù dell’elettronica di gestione.

Nel caso del sistema Super-All Wheel Drive con due unità elettriche, la coppia motrice può essere ripartita fra avantreno e retrotreno, e singolarmente su ogni ruota. In più, a disposizione del conducente ci sono sette differenti programmi di guida, ognuno dei quali sviluppato in ordine all’affinamento della risposta dinamica del veicolo (sterzo, propulsione, acceleratore, freno, sospensioni) a seconda delle condizioni del fondo stradale e delle esigenze di ottimizzazione dell’efficienza della vettura su asfalto e nella marcia in offroad.

Estetica e interni: cambia poco

Poche, a quanto è dato osservare dalle prime immagini e dalle informazioni messe a disposizione in attesa del “reveal”, le differenze a livello estetico che contraddistinguono la nuovissima edizione ibrida plug-in di Mitsubishi Outlander dalla lineup benzina 2.5 (anch’essa a sistema Super All-Wheel Control) da 184 CV e 245 Nm di coppia massima: ad una prima occhiata, le due versioni appaiono sostanzialmente identiche, se si eccettua uno sportello in più per la presa elettrica di ricarica e la scritta identificativa “Plug-in Hybrid EV” collocata sulle porte anteriori e sul portellone.

Allo stesso modo, l’abitacolo – anche a tre file di sedili – è pressoché il medesimo, fatta eccezione per la strumentazione digitale (con display da 12.3”) che presenta l’indicatore relativo allo stato della batteria (carica residua ed autonomia). Analogamente, una serie di funzioni dedicate all’elevata elettrificazione saranno visualizzabili attraverso lo schermo touch da 9” dell’infotainment.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →