Mercedes GLB 250 4Matic: la prova su strada

Con la trazione integrale ed un 2 litri sovralimentato sempre pronto all’azione, il SUV Mercedes abbina verve e praticità

La Mercedes ha fatto centro con la GLB, una vettura a ruote alte che soddisfa una vasta schiera di automobilisti e si basa su una piattaforma decisamente valida, come quella da cui nascono la Classe A e tutti i modelli derivati dalla medesima base meccanica. L’abbiamo provata con il 2 litri sovralimentato da 224 CV per scoprire che può avere anche un temperamento brillante.

Esterni: grande ma con stile

Le linee della GLB sono funzionali a quelle di una vettura capace di ospitare, all’occorrenza, sette persone. Ma non si tratta di quei SUV il cui stile è completamente schiavo dell’abitabilità, anzi, la GLB fa delle sue dimensioni la sua forza, perché si distingue nettamente dalla sorella più piccola, la GLA, e dalla GLC che rappresenta uno step in più nel listino Mercedes. Strizza l’occhio alla Classe G, ma con intelligenza, e riprende quel concetto estetico che fu della GLK mixandolo alla perfezione con l’estetica delle ultime proposte della Stella.

Ne deriva un SUV imponente, ma deciso, e nella variante Premium, come l’esemplare della nostra prova, persino sportivo. Infatti le finiture in nero lucido intorno alle prese d’aria anteriori e nella zona sottostante del paraurti posteriore, dove spunta anche un profilo estrattore, le donano quel carattere dinamico insieme agli elementi neri che hanno sostituito le cromature, ed ai cerchi dello stesso colore.

Interni: tanto spazio, di gran classe e con accenti hi-tech

I sedili con finiture rosse, il volante sportivo e la pedaliera che riprende quella dei modelli più dinamici, conferiscono alla GLB un aspetto deciso e grintoso. Una personalità che viene enfatizzata anche dagli elementi di design, come le bocchette d’areazione centrali, ed è sottolineata dagli immancabili schermi del sistema multimediale Mbux. Ma al di là dell’effetto wow, a cui ci stanno abituando sulle Mercedes di ultima generazione, su questa GLB c’è veramente tantissimo spazio. Sia davanti che dietro le sedute offrono centimetri in abbondanza anche sopra la testa, mentre il bagagliaio ha una capacità di carico che è di ben 570 litri con 5 posti in uso, ma può crescere esponenzialmente. Per chi ha una famiglia numerosa c’è la possibilità di poter contare su due posti supplementari con cui la GLB consente di viaggiare in 7.

Non mancano attenzioni particolari come le 62 colorazioni per le luci ambientali, la realtà aumentata per il sistema di navigazione, ed i comandi vocali che si attivano con la fatidica frase: “hey Mercedes”. Ecco, forse le tante soluzioni per gestire il sistema d’infotainment meritano di essere studiate prima di mettersi in viaggio, soprattutto i comandi a sfioramento presenti sul volante con cui si richiamano diverse voci in pochi istanti.

Al volante: sa essere brillante anche tra le curve

Il passo di 2,82 m, oltre al notevole spazio a bordo, garantisce una stabilità a prova di neofita, un fattore a cui contribuiscono anche le grandi scarpe montate sui cerchi da 19 pollici, e la trazione integrale 4Matic. Niente di meglio per sfruttare l’esuberanza del 2 litri sovralimentato da 224 CV, che offre una coppia di ben 350 Nm a soli 1.800 giri. Le prestazioni sono decisamente brillanti per un SUV da 4,63 metri, con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in soli 6,9 secondi ed una velocità massima dichiarata di 236 km/h. Il cambio automatico a doppia frizione ad 8 rapporti si adatta allo stile di guida ed alle modalità prescelte, e tra queste troviamo quella destinata ai fondi più difficili denominata offroad.

Grazie all’omonimo pacchetto, mettere le ruote oltre l’asfalto non è così proibitivo come si potrebbe pensare, anche perché l’altezza da terra e gli sbalzi ridotti aiutano non poco. Certo, non è un vero e proprio fuoristrada, e la spalla non troppo estesa delle coperture non invoglia ad affrontare passaggi impegnativi, però se si incontrano strade innevate o si vuole affrontare uno sterrato leggero, la GLB 4Matic offre grande sicurezza.

Gli appoggi solidi e la reattività del pedale del gas in alcune occasioni invogliano ad insistere sull’acceleratore, anche perché il rollio è stato quasi annullato, ma in queste circostante i consumi aumentano in maniera decisa, per cui è consigliabile avere un piede leggero se si vogliono ottenere medie di 14 km/l nel ciclo misto. A livello di ADAS siamo al top, ma il sistema per far rimanere l’auto in carreggiata continua ad essere fin troppo apprensivo.

Prezzo: da 51.000 euro

Nell’allestimento Premium, e con il prestante 2 litri turbo da 224 CV abbinato alla trazione integrale, la GLB ha un listino che parte da poco più di 51.000 euro, a cui bisogna aggiungere circa 900 euro per avere i due posti supplementari.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Mercedes

Mercedes viene fondata nel 1902 ed è l’azienda a cui tutto ricondurre quando si parla di automobili. Non è infatti azzardato considerare Mercedes come un vero e proprio sinonimo di aut [...]

Tutto su Mercedes →