Jeep Grand Cherokee 2022: caratteristiche, dotazioni, versione ibrida plug-in

Riflettori puntati sulla nuova serie del SUV alto di gamma americano: fra le molte novità, c’è l’arrivo della declinazione ricaricabile.

Tutta nuova: la quinta generazione di Jeep Grand Cherokee, svelata ufficialmente in un evento streaming, si aggiorna nell’impostazione esteriore, viene rinnovata nello stile e nelle rifiniture degli interni, si adegua alle più recenti tecnologie di bordo e di ausilio attivo e approda nel sempre più ampio scenario delle vetture ad elevata elettrificazione, segnatamente ibrida plug-in ed a completamento delle proposte ricaricabili da parte di Jeep, che di fatto si incarica di traghettare la “stirpe” Grand Cherokee (quattro serie successive: 1992-1998; 1998-2004; 2004-2010; 2010-2020, e circa sette milioni di esemplari venduti nel mondo) verso i trent’anni dall’esordio della prima storica generazione, che avvenne nel 1993.

Ecco quando la vedremo su strada

Un “primo assaggio” di Jeep Grand Cherokee “new gen” era già arrivato, all’inizio di gennaio 2021, con l’anticipazione della versione L a sette posti, di recente ingresso nella lineup per i mercati nordamericani. Al di qua dell’Oceano, i riflettori vengono puntati sulle caratteristiche della configurazione “standard” a cinque posti che sarà anch’essa commercializzata negli USA. Già decisa la timeline di debutto: le vendite del rinnovato Sport Utility si apriranno, sul mercato statunitense, verso la fine di quest’anno; a questo primo step seguirà l’arrivo in Europa, previsto nel 2022. Dall’inizio dell’anno prossimo, sempre in America, la versione 4xe, e successivamente il suo debutto europeo. Più avanti saranno dunque ufficializzati i prezzi di vendita. Gli allestimenti sono:

  • Laredo;
  • Altitude;
  • Limited;
  • Overland;
  • Trailhawk;
  • Summit;
  • Summit Reserve.

Corpo vettura: le dimensioni

Prima di tutto, alcuni numeri (con relative comparazioni) utili a meglio comprendere le novità alla base del progetto Grand Cherokee 5, sviluppato su una nuova piattaforma: la lunghezza “fuori tutto” misura 4,91 m (laddove Jeep Grand Cherokee L 2022 ha un ingombro longitudinale di 5,20 m), vale a dire di poco superiore rispetto alla quarta generazione che si prepara ad essere sostituita (4,88 m). L’interasse misura 2.964 mm, cioè 127 mm in meno in rapporto a quello della versione L (3.090 mm). La larghezza è uguale nelle due declinazioni: 2,15 m.

Stile e funzionalità

All’esterno, Jeep Grand Cherokee 2022 mette in evidenza un nuovo disegno per la parte anteriore, sottolineata da un cofano motore più lungo, una sottile calandra ad inclinazione negativa (proprio come sulla “storica” Wagoneer) e nuovi gruppi ottici Full Led. Grazie al nuovo pianale, Grand Cherokee 5 offre più spazio per i passeggeri e per i bagagli.

L’abitacolo, ridisegnato (nuovi sedili anteriori regolabili in 16 posizioni, dotati di supporto lombare e funzione memory, mentre sugli allestimenti di livello superiore i sedili del guidatore e del passeggero anteriore sono dotati di un nuovo schienale con funzione massaggio), si incentra sulla presenza della strumentazione digitale con schermo da 10.1” e sul modulo multimediale Uconnect 5 con display da 10.25” per gli occupanti ed integrazione con Alexa ed Amazon Fire TV. A disposizione del conducente c’è anche un Head-up Display da 10”.

Sistemi di sicurezza attiva e passiva

Il “capitolato” di dispositivi ADAS di ultima generazione e di dotazioni di sicurezza passiva presenta ben 101 sistemi che comprendono il ricorso a tecnologie utili a perfezionare l’interazione fra conducente, veicolo e strada.

L’equipaggiamento di serie dispone di:

  • Full-Speed Collision Warning con Active Braking e rilevamento pedoni e ciclisti;
  • Rear Cross-Path detection;
  • Adaptive Cruise Control con funzione Stop and Go;
  • Active Lane Management;
  • Lane Departure Warning LaneSense con Lane Keep Assist;
  • Advanced Brake Assist;
  • Blind Spot Monitoring;
  • Telecamera posteriore ParkView:
  • Sensori di parcheggio posteriori ParkSense con funzione di stop;
  • Freno di stazionamento elettrico.

A richiesta ci sono:

  • Nuova telecamera per la visione notturna con rilevamento di pedoni e animali;
  • Nuovo sistema di assistenza Intersection Collision Assist;
  • Nuovo sistema Drowsy Driver Detection;
  • Sistema di assistenza al parcheggio Parallel & Perpendicular Park Assist e nuovo Traffic Sign Recognition;
  • Nuova telecamera per la visione a 360 gradi con sistema di autopulizia.

In più, è disponibile un nuovo modulo di guida semi-automatizzata di Livello 2 “Active Driving Assist”.

Motorizzazioni

Benzina

Sotto al cofano, Jeep Grand Cherokee 2022 viene equipaggiata – in ordine all’imminente debutto americano – con due motori benzina:

  • V6 3.6 Pentastar da 293 CV e 348 Nm di coppia massima – provvisto di sistema ESS-Engine Start-Stop aggiornato), per 2.800 kg di capacità massima di traino ed oltre 805 km di autonomia;
  • V8 5.7 da 357 CV e 528 Nm, con tecnologia Fuel Saver che provvede alla disattivazione di quattro degli otto cilindri nelle fasi di lavoro a basso e medio carico. La capacità di traino arriva a 3.265 kg.

Entrambe le varianti di motore vengono abbinate alla trasmissione automatica TorqueFlite ad otto rapporti.

Ibrido ricaricabile

La versione Plug-in 4xe, che sarà disponibile per gli allestimenti Grand Cherokee Limited, Trailhawk, Overland, Summit e Summit Reserve, abbina il modulo plug-in da 375 CV e 637 Nm di coppia massima complessivi che già equipaggia Wrangler 4xe: motore turbo benzina 2.0 quattro cilindri che fa parte della famiglia “Global Medium Engine” di Stellantis (anche in questo caso, con cambio automatico TorqueFlite ad otto rapporti) e due motori elettrici, alimentati da batterie da 400V di tensione e 17 kWh di capacità: il primo viene collocato anteriormente rispetto al motore termico, ed in sostituzione dell’alternatore (la sua funzione consiste nell’alimentare il motore a combustione e gestire il funzionamento del sistema start-stop, oltre a generare l’elettricità da convogliare nel pacco batteria).

La seconda unità elettrica, più grande, trova posto nella parte anteriore della scatola del cambio, in modo da prendere il posto del tradizionale convertitore di coppia. Potenza e coppia erogate dal motore elettrico e dall’unità a combustione vengono gestite da due frizioni. Per garantire elevate performance di marcia in fuoristrada, ed in particolare i guadi (fino a 61 cm di profondità) offerti da Jeep Grand Cherokee 4xe con badge “Trail Rated”, tutti i componenti e i sistemi elettronici ad alta tensione sono sigillati e impermeabili.

L’autonomia di sistema annunciata per Jeep Grand Cherokee 4xe è di 708 km, con 40 km di percorrenza in elettrico. Quattro le modalità di guida dedicate:

  • Hybrid;
  • Electric (entrambe selezionabili attraverso l’E Selec);
  • eSave, finalizzata al mantenimento della carica oppure all’accumulo di energia nelle batterie;
  • MaxRegen, che aumenta la funzione di frenata rigenerativa durante la marcia in “coasting”.

SUV-fuoristrada

Per offrire agli utenti la più ampia versatilità di impiego – ed aggiungere ulteriore valore ai propri contenuti in ragione di una “controffensiva” nel competitivo settore dei veicoli “a ruote alte” sempre più centrale fra le strategie di posizionamento delle Case costruttrici, alle due sponde dell’Atlantico – con la quinta generazione di Grand Cherokee il concetto di SUV compie un altro passo in avanti verso caratteristiche più prettamente fuoristradistiche. La trazione integrale prevede tre tecnologie (Quadra-Trac I, Quadra-Trac II e Quadra-Drive II con differenziale posteriore elettronico autobloccante a slittamento limitato eLSD), tutte provviste di scatola di rinvio attiva che migliora la trazione ripartendo la coppia in modo da trasferirla sulla ruota con maggiore aderenza).

L’assetto si avvale di un set di sospensioni pneumatiche Jeep Quadra-Lift a controllo elettronico semi-attivo degli ammortizzatori e gestione automatica della taratura in relazione alle condizioni della strada per offrire maggiore comfort, stabilità e controllo, ed è gestibile anche dal conducente mediante i comandi collocati sulla consolle centrale: ci sono, a questo proposito, cinque differenti livelli di impostazione utili alla regolazione dell’altezza del veicolo.

Da segnalare, grazie all’adozione del controllo trazione Selec-Terrain (che agisce sulla ripartizione della coppia motrice, sui freni, sulla guidabilità della vettura, su sterzo, acceleratore, trasmissione, scatola di rinvio, controllo trazione e stabilità, Abs e sospensioni), la possibilità di scegliere fra cinque programmi di guida: Auto, Sport, Rock, Snow, Mud/Sand. In più, Jeep Grand Cherokee 2022 propone, fra le novità di quinta generazione, il sistema di disconnessione dell’assale anteriore, che avviene in modalità autonoma non appena il veicolo avverte che le condizioni della strada non richiedono l’utilizzo della trazione integrale, a tutto vantaggio dei consumi e delle emissioni (dunque, in sintesi, dell’efficienza complessiva del veicolo). Con queste caratteristiche, le potenzialità off-road e di impiego nelle condizioni più gravose si fanno ancora più marcate, come evidenziato dai seguenti dati.

  • Altezza libera da terra: fino a 287 mm;
  • Capacità di guado: 61 cm;
  • Capacità di traino: fino a 3.265 kg per le versioni equipaggiate con l’unità motrice V8 5.7.

Ultime notizie su SUV

Il termine SUV (Sport Utility Vehicle) indica una tipologia d’automobile ad assetto rialzato, generalmente a quattro ruote motrici e dalla vocazione fuoristradistica limitata, senza ridotte e con finiture interne non meno cur [...]

Tutto su SUV →