Hyundai Ioniq 5: prova, prezzi, allestimenti, batterie

Il rivoluzionario crossover elettrico sfoggia un look futuristico e nasconde al suo interno una VIP lounge estremamente spaziosa, modulabile e tecnologica.

Hyundai continua la sua scalata verso un futuro sempre più “green”, tecnologico e premium, con il lancio sul mercato della nuova Ioniq 5, futuristico crossover 100% elettrico che abbiamo avuto il piacere di scoprire e provare su strada in occasione di un test drive durato un paio d’ore. La Ioniq 5, primo modello di una nuova famiglia di vetture a zero emissioni, si presenta quindi come un’auto rivoluzionaria a 360°, a partire dalle sue forme che ricordano quelle di una show car, passando per l’elevato confort e la modularità degli interni e fino ad arrivare alle sofisticate tecnologie meccaniche, dedicate alla sicurezza e alla connettività che questa vettura sa offrire ai propri occupanti.

Design a suon di pixel

La Ioniq 5, basata sulla nuova piattaforma elettrica Hyundai E-GMP, si presenta come un crossover di medie dimensioni che misura 4,63 metri di lunghezza, 1,89 metri di larghezza e 1,64 metri di altezza, mentre l’ampio passo lungo ben 3 metri permette di ospitare comodamente 5 persone adulte, oltre a risultare perfetto per ospitare le batterie sotto il pianale. Il vano bagagli ha una capacità di 531 litri, che aumenta fino a quasi 1.600 litri quando si decide di abbattere il divano posteriore. Onestamente ci saremmo aspettati, un vano più capiente e sfruttabile, ma se non si hanno particolari necessità lo spazio a disposizione va bene per le esigenze di una famiglia. Non manca inoltre un vano dedicato ai cavi per la ricarica. Non manca comunque un secondo vano posizionato sotto il cofano anteriore, forte di una capacità di ben 84 litri.

Squadrato e con superfici levigate, il crossover elettrico della Casa coreana sfoggia un design non convenzionale che attira immediatamente gli sguardi dei passanti. Il suo look è al tempo stesso futuristico e vintage, grazie ad alcuni elementi di stile che richiamano la produzione del marchio risalente agli anni ’70 e ’80. A colpire principalmente sono i pixel – vero leitmotiv di questo modello – che impreziosiscono gli esterni dell’auto e vengono richiamati nella forma anche nell’abitacolo. I pixel compongono la fascia orizzontale che unisce i proiettori posteriori LED, riportando al centro la scritta Ioniq. All’anteriore troviamo lo “sguardo” deciso dei doppi proiettori dalla forma quadrangolare, letteralmente “affogati” in una banda di colore nero che corre per tutta la larghezza del muso. Le fiancate sono dominate dagli scenografici cerchi in lega da 20 pollici in nero lucido e caratterizzati da un design aerodinamico

Vip Lounge

Entrati nell’abitacolo della Ioniq si accede ad una vera e propria VIP lounge, estremamente spaziosa e modulabile. Seduti al lato guida si apprezza la posizione di guida leggermente rialzata e la luminosità che entra dalle ampie vetrate. I sedili rivestiti in eco pelle sono rigidi al punto giusto e offrono numerose regolazioni elettriche, inoltre quelli anteriori possono essere completamente reclinati (hanno anche il supporto per le gambe) per permettere ai suoi occupanti di riposare comodamente, magari mentre si attende che la vettura si ricarichi ad una colonnina. Anche i sedili posteriori frazionati, possono spostarsi in maniera longitudinale tramite comando elettrico.

Non mancano porta bicchieri, ricarica wireless rapida a 15 W e porte USB sparse per tutto l’abitacolo. La console centrale che ingloba bracciolo e porta bicchieri  risulta regolabile e può scorrere di ben 140 mm. Grazie alla batteria posizionata sotto il pianale e all’assenza di organi meccanici come la trasmissione, il pavimento della Ioniq 5 risulta totalmente piatto, lasciando così un’incredibile libertà di movimento.

La plancia ha un design decisamente pulito e minimal: strumentazione e infotainment sono composti da due display appaiati da 12,3 pollici l’uno che ricordano quelli di alcune Mercedes. Quello centrale risulta dedicato all’infotainment con assistente virtuale e permette di gestire in maniera semplice e intuitiva la navigazione GPS, l’impianto audio e la connettività per smartphone (compatibile con Apple Carplay e Android Auto).

Subito più in basso troviamo una fila di tasti fisici e che permettono di controllare la climatizzazione bizona separata (un dettaglio che apprezziamo molto) e di accedere velocemente ad alcune funzioni del menù. Molto utile l‘head up display a colori con realtà aumentata che evita pericolose distrazioni durante la guida. Tutto è studiato per offrire un’esperienza di guida ai massimi livelli e nello stesso tempo proporre soluzioni intelligenti che facilitino la vita di tutti i giorni.

Motori e batterie

La gamma della Ioniq 5 offre due opzioni per il pacco batterie da 58 kWh o 72,6 kWh, mentre le potenze variano da 125 kW (170 CV) a 225 kW (305 CV) e la trazione può essere posteriore o integrale. Si parte dalla versione con un solo motore e trazione posteriore che vanta una potenza di 170 CV (125 kW) e 350 Nm di coppia, mentre l’autonomia raggiunge i 384 km (batteria da 58 kWh). Al top di gamma troviamo la versione con trazione integrale e due motori da (225 kW) 305 CV complessivi che offre un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi. In questo caso l’autonomia raggiunge circa i 480 km secondo il ciclo WLTP.

Ricarica elettrica

Per quanto riguarda le operazioni di ricarica, la Ioniq 5 può effettuare il “pieno” di energia sia a 400 V che a 800 V, grazie ad una nuova tecnologia che utilizza il propulsore e l’inverter con lo scopo di aumentare la tensione da 400 V a 800 V e offrire una ricarica stabile. Il caricatore di serie è adatto ad una potenza massima di 350 kW in corrente continua: in questo modo è possibile ricaricare dal 10 all’80% in appena 18 minuti, mentre in soli cinque minuti si ottengono 100 km di autonomia (ciclo WLTP).

Per tutti i clienti che sigleranno un contratto d’acquisto per la Ioniq 5 entro il 31 dicembre 2021, risultano previsti due anni di abbonamento alla tariffa IONITY Premium e l’attivazione gratuita di Charge myHyundai con tariffa FLEX, per ricaricare la vettura presso il più grande network di ricarica in Europa, che conta oltre 250 mila stazioni di ricarica in 29 paesi (con una capacità di ricarica fino a 350 kW), attraverso una soluzione semplificata di pagamento tramite un’unica tessera o app.

Un aiuto per la ricarica elettrica arriva anche dai pannelli solari installati sul tetto dell’auto, ma a stupire davvero è la tecnologia Vehicle 2 Load (V2L) che trasforma le batterie della Ioniq 5 in un enorme powerbank. La tecnologia V2L permette infatti di fornire fino a 3,6 kW di potenza ad device e apparecchiature elettriche, come computer, macchina per il caffè bici e monopattini elettrici. Come se non bastasse, la Ioniq 5 potrebbe andare in aiuto anche ad altre auto elettriche rimaste magari senza carica di energia.

Impressioni di guida

Abbiamo avuto il piacere di guidare la Ioniq 5 nelle strade trafficate di Milano e su sulle strade extra urbane che lambiscono l’hinterland del capoluogo lombardo. La versione protagonista del nostro test durato circa un paio d’ore era la variante top di gamma equipaggiata con due propulsori per una potenza complessiva di 225 kW di potenza (306 CV) e 605 Nm di coppia, trazione integrale e batteria da 72,6 kWh.

Nonostante i suoi 4,63 metri di lunghezza, la larghezza di 1,89 metri e un peso che supera le due tonnellate, la vettura si dimostra agile, anche nel traffico urbano. Il merito va allo sterzo ben manovrabile e dall’ottimo raggio di sterzata, il tutto coadiuvato dalla guida rialzata. Già dopo pochi chilometri la sensazione è quella di viaggiare in un ambiente ovattato e confortevole, caratteristiche che saranno molto apprezzate da chi fa molti chilometri in qualsiasi situazione di guida.

I sistemi di assistenza alla guida, prima fra tutti il cruise control adattivo, funzionano in maniera egregia e permettono di aumentare la sicurezza e di diminuire lo stress di guida in maniera esponenziale. L’abbondanza di potenza e coppia – specie quando si sceglie la modalità di guida sport (le altre due disponibili sono Eco e Normal) – permettono prestazioni da sportiva di razza. Lo scatto “rabbioso” da 0 a 100 km/h viene effettuato in poco più di cinque secondi, roba da Hothach del calibro di Golf R e Classe A 35 AMG e Audi S3.

Quando si affrontano curve allegre però l’assetto risulta piuttosto morbido, inoltre quando si affrontano asperità, come i dossi più alti, il retrotreno tende leggermente a “ballare”. Parliamo comunque di dettagli trascurabili, anche perché la filosofia di questa vettura punta più sul confort che sulle prestazioni pure (per queste ultime ci penserà la futura versione “N” da ben 600 CV). Non abbiamo avuto la possibilità di testare a fondo l’autonomia della vettura, ma secondo i dati riportati dal computer di bordo i 430km dichiarati (ciclo WLTP) sembrano a portata di mano.

Per il resto, come anticipato in precedenza, la Ioniq 5 coccola i suoi occupanti con materiali di qualità elevatissima (e ovviamente ecosostenibili), tecnologia dedicata a confort e intrattenimento, ma soprattutto soluzioni che rendono l’abitacolo estremamente modulabile e di conseguenza ideale per famiglie numerose o per il tempo libero.

Prezzi

Per quanto riguarda i prezzi e le modalità di acquisto, la Ioniq 5 verrà venduta esclusivamente online, tramite il portale click2buy di Hyundai, mentre il listino parte da 44.750 euro. Tra le opzioni di acquisto sarà possibile scegliere se ritirare la vettura di persona o se optare per la consegna a domicilio.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →