Hyundai Bayon GPL: prova, prezzo e allestimenti

L’interessante versione bifuel benzina-GPL del B-SUV coreano debutta in Italia: vediamo come va dal punto di vista dei consumi e della resa su strada.

Hyundai Bayon triplica la propria gamma con l’arrivo della declinazione bifuel benzina-GPL, proposta soltanto per l’Italia: e per l’occasione, oltre alla conferma dell’assortimento di versioni e degli importi di vendita, ne abbiamo saggiato in anteprima il comportamento su strada, in un test drive svolto in condizioni “miste” (guida urbana, extraurbana, salita) in modo da verificarne le potenzialità.

Hyundai Bayon GPL: è già in vendita

Ad un anno esatto dal debutto delle due configurazioni 1.2 benzina da 84 CV e 1.0 T-GDi turbo benzina mild-hybrid da 100 CV (anche con cambio DCT), il B-SUV coreano si arricchisce con l’arrivo dell’interessante declinazione bifuel benzina-GPL, già in vendita, che all’unità motrice “milledue” 4 cilindri aspirata aggiunge un impianto a iniezione indiretta realizzato da BRC, azienda cuneese fra le principali a livello internazionale nello studio e nella produzione di sistemi di alimentazione alternativa (GPL e metano).

Hyundai Bayon: perché il GPL

Hyundai Italia ha scelto di proporre una versione bifuel benzina-GPL per diversi motivi:

  • contribuisce a mantenere sotto controllo la media delle emissioni richieste dalla Commissione Europea per la gamma di ogni Casa costruttrice (a questo proposito, è opportuno sottolineare che Hyundai è riuscita, nel 2021, a raggiungere una performance di emissioni di CO2 nell’ordine di 108 g/km: valore di gran lunga inferiore rispetto ai 118 g/km UE);
  • è indicata – grazie al costo più basso del GPL “alla pompa” rispetto a benzina e gasolio – per la fascia di clientela (privata e professionale) che percorre molti km ogni anno.

In effetti, le proiezioni di mercato in Italia vedono il GPL guadagnare 2 punti percentuali in rapporto al 2021, ed una quota complessiva di mercato che si attesta sul 6%.

I prezzi dei carburanti sono in nuovo rialzo. A fine marzo 2022, il Governo aveva già messo mano – con il meccanismo dell’”accisa mobile” – all’incontrollata (e ingiustificata) impennata di benzina, gasolio, GPL e metano. Gli effetti si erano fatti subito sentire, con benzina e gasolio ribassati a meno di 1,8 euro al litro e il GPL ad una media inferiore a 80 centesimi al litro.

Il provvedimento dell’esecutivo, che sarebbe durato fino al 21 aprile scorso, è stato poi ampliato fino al prossimo 8 luglio. Un nuovo aumento delle quotazioni internazionali, l’”effetto-vacanze” (imminenti), l’incertezza della situazione in Ucraina e la scadenza dell’attuale provvedimento di ribasso dei prezzi dei carburanti hanno tuttavia comportato nuovi e preoccupanti rialzi: le ultime rilevazioni in ordine di tempo (aggiornate a martedì 7 giugno) vedono la benzina ad una media di 1,970 euro al litro (self service) e 2,103 euro/l (servito), e il diesel a 1,879 euro/l (self) e 2,017 euro/l (servito), mentre il GPL si attesta su 0,837-0,849 euro al litro.

Hyundai Bayon GPL: i punti di forza

Hyundai Bayon GPL, essendo bifuel, non usufruisce delle agevolazioni sulla tassa di proprietà permesse da molte Regioni italiane per i veicoli monofuel (cioè quelli con serbatoio della benzina fino a 15 litri). Lo stesso si può dire se la si mette a confronto con la declinazione 1.0 T-GDi mild-hybrid 48V (omologata come auto ibrida) che abbiamo di recente sottoposto ad un test drive. Tuttavia, i punti di forza a favore del GPL ci sono eccome:

  • Fino a 1.300 km di autonomia complessiva, grazie ai 47 litri del serbatoio GPL e ai 40 litri di capacità del serbatoio della benzina;
  • Più di 650 km di percorrenza a GPL (con un costo del “pieno” inferiore a 40 euro);
  • Nessun blocco alla circolazione.

Per di più, rispetto alla versione mild-hybrid lo spazio sottratto al vano bagagli (421 litri nella declinazione 1.2 benzina) è di gran lunga inferiore: se Hyundai Bayon “con l’aiutino” a 48V offre 311 litri nel normale assetto di marcia, la novità Bayon GPL parte da 393 litri, e può arrivare fino a quasi 1.200 litri.

Hyundai Bayon GPL: come va su strada

Impostazione del corpo vettura e attenzione alle finiture di Hyundai Bayon 1.2 GPL sono le stesse delle configurazioni 48V che abbiamo già avuto modo di analizzare e provare su strada. Nessuna sorpresa, dunque. Comodo, perché permette di tenere sotto controllo i principali valori d’uso (consumo istantaneo, consumo medio, autonomia), il computer di bordo configurabile in varie schermate. Altrettanto comodi e semplici nell’utilizzo i comandi del climatizzatore.

Il pulsante di commutazione fra benzina e GPL è collocato, sulla plancia, a sinistra del pianto dello sterzo: un Led superiore indica se il veicolo funziona, in quel momento, a benzina o a GPL; una serie di Led inferiori semplifica il quantitativo di GPL presente nel serbatoio: da quattro (“pieno”) a zero (tutti i Led spenti).

La prova su strada

Tecnicamente, il percorso di prova (nelle immediate vicinanze del Lago d’Iseo) era, seppure breve (poco più di 20 km), impegnativo quanto basta per poter determinare con sufficiente sicurezza il comportamento ed i consumi di Hyundai Bayon GPL in diverse possibilità di impiego. Il traffico di un pomeriggio feriale era, infatti, tale da valutare quanto gas è necessario nel normale utilizzo, e un tratto in ripida salita si è rivelato utile per osservare il consumo di Hyundai Bayon GPL durante una escursione “fuori porta” (terreno ideale per un B-SUV). Il computer di bordo aiuta in effetti molto nell’immediata visualizzazione dei consumi.

Hyundai Bayon GPL: un’auto di buon senso

Decisamente facile nella risposta e intuitiva nei comandi: Hyundai Bayon GPL si rivela un’autovettura di buon senso. Come le “sorelle” 1.2 benzina e 1-0 T-GDi mild-hybrid, del resto. Leggera “quanto basta” per un comodo utilizzo in città e in montagna tuttavia precisa e rapida nell’inserimento in curva, la B-SUV (o “CUV”) coreana si dimostra sempre a proprio agio in qualsiasi situazione. Ottimo il cambio a cinque rapporti: morbido e preciso.

Consumi: siamo su 5 litri per 100 km

Tecnicamente, il percorso di prova (nelle immediate vicinanze del Lago d’Iseo) era, seppure breve, impegnativo a sufficienza per poter determinare i consumi di Hyundai Bayon GPL in diverse possibilità di impiego. Il traffico di un pomeriggio feriale era, infatti, tale da valutare quanto gas sia necessario nel normale utilizzo, e il tratto in ripida salita si è rivelato utile per osservare il consumo di Hyundai Bayon GPL durante una escursione “fuori porta” (terreno ideale per un B-SUV).

Il computer di bordo ha rilevato consumi decisamente buoni: una media (strumentale) di 5,1 litri per 100 km (se si considera un 10% teorico in più come “scarto”, ci si mantiene pur sempre su 5,5-5,6 l/100 km). Con le marce alte e tenendo un’andatura prudente, si sono addirittura sfiorati 22 km con un litro.

Beve poco anche se le si chiede di più

L’elasticità di marcia di Hyundai Bayon GPL è leggermente inferiore rispetto alla versione mild-hybrid: soprattutto in salita, è a volte necessario chiedere un leggero “sforzo” in più al motore per ottenere lo “spunto” necessario ad un’andatura adeguata.

Va sottolineato che, anche in queste condizioni, Hyundai Bayon GPL si è rivelata decisamente “sobria”: in ripida salita, affrontata in “seconda” e affondando con una certa decisione sull’acceleratore per mantenere una risposta “brillante” del motore, il computer di bordo non è mai sceso al di sotto di 13 km con un litro. Niente male per un veicolo che, lo ricordiamo, viene mosso da un 1.2 benzina aspirato, misura 4,2 m di lunghezza e denuncia quasi 1,2 tonnellate sulla bilancia.

Hyundai Bayon GPL: composizione di gamma

La nuova versione bifuel benzina-GPL si articola in due configurazioni di allestimento:

  • XTech;
  • XLine.

Hyundai Bayon GPL: ecco quanto costa

Di seguito il dettaglio degli importi di vendita “chiavi in mano” della nuova Hyundai Bayon 1.2 GPL.

  • Hyundai Bayon 1.2 GPL XTech: 20.100 euro;
  • Hyundai Bayon 1.2 GPL XLine: 21.850 euro.

La garanzia, per tutte le versioni, è di 5 anni a km illimitati (la ben conosciuta copertura estesa di serie applicata da Hyundai all’intera gamma).

Hyundai Bayon GPL: proposte commerciali ed incentivi

La nuova Hyundai Bayon 1.2 GPL viene offerta, a giugno 2022, con un’interessante proposta che si riferisce alla formula di finanziamento “Super Hyundai Plus”: fino a 4.650 euro di vantaggi (anche grazie al prezzo di listino inferiore a 35.000 euro ed alle emissioni di CO2 inferiori a 135 g/km, che permettono alla novità bifuel coreana di rientrare nella terza fascia di incentivi auto 2022), rate da 109 euro al mese, valore futuro garantito.

Esempio di finanziamento: Hyundai Bayon 1.2 GPL XTech.

  • Prezzo di listino: 20.100 euro (IPT e contributo Pneumatici Fuori Uso esclusi);
  • Prezzo promo: 15.450 euro con “Super Hyundai Plus” anziché 15.850 euro (promozione senza finanziamento “Super Hyundai Plus”);
  • Anticipo (o eventuale permuta): 3.070 euro;
  • Importo complessivo del credito: 13.450,69 euro;
  • Numero di rate mensili: 36;
  • Importo di ciascuna rata: 109 euro;
  • Rata finale (corrispondente al Valore futuro garantito): 11.055 euro;
  • TAN: 2,95% fisso;
  • TAEG: 4,64% fisso;
  • Spese incluse nell’importo totale del credito: interessi per 1.132,96 euro, spese di istruttoria pratica per 395 euro, spese di incasso rata per 3,90 euro cadauna a mezzo SDD, produzione e invio lettera di conferma del contratto per 1 euro, comunicazione periodica annuale per 1 euro, imposta sostitutiva per 34,61 euro;
  • Importo complessivo dovuto dal cliente: 15.162,55 euro.

Hyundai Bayon GPL: le dotazioni

Principali equipaggiamenti di serie in funzione dell’allestimento.

Hyundai Bayon 1.2 GPL XTech

Esterni

  • Barre portatutto longitudinali;
  • Specchi retrovisori regolabili e riscaldabili elettricamente, con indicatori di direzione integrati;
  • Luci diurne a Led;
  • Cerchi in acciaio da 15” con pneumatici da 185/65 R 15 ;
  • Kit gonfiaggio pneumatici.

Interni e funzionalità

  • Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori;
  • Climatizzatore manuale;
  • Cluster strumentazione Supervision da 3.5” monocromatico;
  • Pulsante d’avviamento Start Button con Smart Key;
  • Cruise control;
  • Sedile lato guida regolabile in altezza;
  • Sedili posteriori abbattibili nello schema 60:40;
  • Rivestimento in tessuto per i sedili;
  • Volante rivestito in pelle;
  • Pomello della leva del cambio rivestito in similpelle;
  • Piantone dello sterzo regolabile in altezza e profondità;
  • Sensore luci;
  • Stop&Go.

Infotainment

  • Altoparlanti anteriori;
  • Bluetooth;
  • Comandi audio al volante;
  • Radio con display monocromatico;
  • Presa USB anteriore;
  • Presa USB posteriore.

Sicurezza attiva e ADAS

  • ABS con EBD;
  • Sistema Hill Start Assist di assistenza alle partenze in salita;
  • Multi-Collision Brake;
  • 6 airbag (anteriori, posteriori, a tendina);
  • Sistema eCall di chiamata automatica d’emergenza;
  • Antifurto con radiocomando a distanza e immobilizer;
  • Hyundai SmartSense, con Rear Seat Alert (RSA), sistema di assistenza anti-collisione frontale (FCA) con riconoscimento altri veicoli, ciclisti e pedoni, sistema di avviso di ripartenza (LVDA), comando automatico dei fari abbaglianti (HBA), mantenimento attivo della corsia di marcia (LKA), riconoscimento dei limiti di velocità (ISLA), impostazione manuale del limite di velocità (MSLA), sistema di rilevamento stanchezza conducente (DAW).

Hyundai Bayon GPL XLine

Stesse dotazioni XTech più:

  • Finitura in tinta Glossy Black per la calandra;
  • Specchi retrovisori esterni ripiegabili a comando elettrico;
  • Cerchi in lega da 16” con pneumatici da 195/55 R 16;
  • Strumentazione digitale con Cluster Supervision da 10.25”;
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori;
  • Illuminazione “ambient” per l’abitacolo;
  • Infotainment “Multimedia System” con display touch da 8”, connettività wireless con i sistemi Apple CarPlay ed Android Auto, Bluetooth con riconoscimento vocale, altoparlanti anteriori e posteriori, telecamera posteriore e sistema di ricarica wireless per smartphone.

Accessori e pacchetti a richiesta

Di seguito l’elenco degli equipaggiamenti in opzione.

  • Vernice metallizzata Phantom Black (per XTech e XLine);
  • Vernice pastello (per XTech e XLine);
  • Vernice metallizzata-micalizzata (per XTech e XLine), eccetto Phantom Black;
  • Finitura in nero a contrasto per il tetto (XLine);
  • Led Pack (XLine), che comprende gruppi ottici anteriori e fanaleria posteriore a Led.

Hyundai Bayon GPL: scheda tecnica

Ecco i dati tecnici (ingombri, abitabilità, capienza vano bagagli, telaio, propulsione, prestazioni, consumi ed emissioni dichiarati) della nuova versione GPL del B-SUV coreano.

Dimensioni esterne

  • Lunghezza: 4,18 m;
  • Larghezza: 1,775 m (specchi retrovisori esterni);
  • Altezza massima: 1,5 m;
  • Passo: 2.580 mm;
  • Carreggiata anteriore: 1.551 mm;
  • Carreggiata posteriore: 1.557 mm;
  • Sbalzo anteriore: 820 mm;
  • Sbalzo posteriore: 720 mm.

Dimensioni interne e abitabilità

  • Numero di posti a sedere: 5;
  • Spazio per le gambe ai sedili anteriori: 1.072 mm;
  • Spazio per le gambe ai sedili posteriori: 882 mm;
  • Spazio in altezza ai sedili anteriori: 993 mm;
  • Spazio in altezza ai sedili posteriori: 977 mm;
  • Larghezza a livello delle spalle ai sedili anteriori: 1.395 mm;
  • Larghezza a livello delle spalle ai sedili posteriori: 1.390 mm.

Capacità bagagliaio

  • Minima: 393 litri nel normale assetto di marcia;
  • Massima: 1.187 litri con i sedili posteriori completamente abbattuti.

Pesi

  • Massa in ordine di marcia: 1.156 kg;
  • Massa complessiva: 1.580 kg;
  • Massa rimorchiabile: 910 kg (rimorchio frenato), 450 kg (rimorchio non frenato).

Motore

  • Architettura: 4 cilindri in linea;
  • Alimentazione: benzina-GPL;
  • Alesaggio x corsa: 71,0 x 75,6 mm;
  • Cilindrata complessiva: 1.197 cc;
  • Rapporto di compressione: 11:1;
  • Blocco cilindri: in lega di alluminio;
  • Testata: in lega di alluminio;
  • Distribuzione: doppio albero a camme in testa con sistema D-CWT a geometria variabile, 4 valvole per cilindro;
  • Alimentazione: iniezione diretta multipoint;
  • Potenza massima: 84 CV a 6.000 giri/min (benzina), 81,8 CV a 6.195 giri/min (GPL);
  • Coppia massima: 120 Nm a 4.200 giri/min (benzina), 109,4 Nm a 4.255 giri/min (GPL).

Capienza serbatoi carburante

  • Capacità serbatoio benzina: 40 litri;
  • Capacità serbatoio GPL: 47 litri.

Trasmissione

  • Cambio: manuale a 5 rapporti;
  • Trazione: anteriore.

Sospensioni

  • Anteriori: indipendenti tipo McPherson;
  • Posteriori: interconnesse ad asse torcente.

Freni

  • Anteriori: a dischi autoventilanti;
  • Posteriori; a dischi pieni;
  • Abs ed Ebd: di serie.

Sterzo

  • Sistema: a pignone e cremagliera;
  • Servoassistenza: di serie;
  • Raggio minimo di sterzata: 5,2 m;
  • Giri volante da fine corsa a fine corsa per una sterzata completa: 2,7.

Ruote

  • Cerchi: in lega leggera, da 15” o 16”;
  • Pneumatici: da 185/65 R 15, o da 195/55 R 16.

Prestazioni dichiarate

  • Velocità massima: 165 km/h;
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 13”5.

Consumi ed emissioni

  • Consumo di benzina a ciclo combinato WLTP: 5,483-5,706 litri per 100 km;
  • Consumo di GPL a ciclo combinato WLTP: 6,9-7,2 litri per 100 km;
  • Emissioni di CO2 a ciclo combinato WLTP: 124-129 g/km (benzina), 111-116 g/km (GPL).

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →