Ford Kuga FHEV AWD: la prova su strada

Per chi non ama ricorrere alla spina ma predilige un sistema ibrido parallelo la Ford Kuga diventa full hybrid: bassi consumi e zero pensieri

La Ford Kuga, arrivata alla terza generazione, non può prescindere dal seguire la via dell’ibrido, e così ecco che in gamma ci sono 3 soluzioni differenti: mild hybrid, full hybrid, e plug-in hybrid. Abbiamo guidato la variante full hybrid che non ha bisogno di una fonte di ricarica esterna per la sua batteria aglio ioni di litio da 1,1 kWh ma può viaggiare in elettrico per piccoli tratti.

Esterni: il carattere non le manca con l’allestimento ST-Line

Più levigata della generazione precedente, la Kuga attualmente in commercio è una vettura che sposa le ultime tendenze stilistiche di Ford, senza avere la stessa audacia della Puma. Nel complesso, è un’auto dal disegno equilibrato, sebbene l’allestimento ST-Line con i tagli al posto giusto nei paraurti, il nero lucido preferito alle cromature per griglia anteriore e cornice dei finestrini, estrattore posteriore e cerchi in lega dal disegno dinamico, rappresenti la scelta più adatta per chi è alla ricerca di un SUV con maggiore personalità. Con una lunghezza superiore ai 4,60 metri, la proposta dell’Ovale Blu offre delle dimensioni leggermente superiori a quelle delle dirette concorrenti.

Interni: comoda e spaziosa sia davanti che dietro ma il bagagliaio si riduce

L’abitacolo della Kuga del nostro test beneficia di elementi tesi a sottolinearne lo spirito sportivo come il volante tagliato in basso arricchito da cuciture rosse che ritroviamo anche sui sedili. Non manca una pedaliera in metallo, mentre la plancia è sostanzialmente invariata e riprende il disegno proposto sulla Focus. Infatti, si estende in larghezza e può contare sia sulla strumentazione digitale da 12,3 pollici che sullo schermo da 8 pollici dedicato all’infotainment compatibile con Apple CarPlay ed Android Auto.

Chiaramente, su questa variante full hybrid è possibile tenere sotto controllo il funzionamento del sistema per sfruttare il più possibile la piccola batteria che alimenta il motore elettrico da 1,1 kWh. Senza la leva del cambio, sostituita da una sorta di rotore, non mancano gli spazi svuota tasche e si possono posizionare comodamente 2 bicchieri durante il viaggio. Spazio in abbondanza sia davanti che dietro, mentre si perdono circa 70 litri per il bagagliaio che, comunque, assicura 405 litri di capienza estendibili a 1.481 litri abbattendo il divano posteriore. Per avere una maggiore ampiezza del vano di carico senza abbattere i sedili si può sfruttare il divano posteriore scorrevole.

Al volante: comoda e parsimoniosa ma non chiedetele una guida brillante

Il sistema ibrido parallelo di origine Toyota si avvale, per la parte termica, di un motore 2.5 benzina a ciclo Atkinson, e la potenza di sistema è di 190 CV con 210 Nm di coppia massima. Valori sufficienti a spostare con una certa disinvoltura la Kuga full hybrid, ma che devono necessariamente fare i conti con una massa di circa 1.900 kg. Un peso che nel misto influisce sulla dinamica insieme al volante di stampo turistico, all’assetto non troppo affilato, e al cambio automatico a variazione continua poco incline ai cambi di ritmo repentini, pena il famigerato effetto scooter.

Poco male, la missione di questo SUV è quella di offrire un gran comfort di marcia, e su questo possiamo dire che alle basse velocità e ad andatura costante la sensazione di essere letteralmente coccolati è quella che prevale. Inoltre, se si procede senza fretta si ottengono anche valori interessanti a livello di consumo. Infatti, in città si possono superare i 20 km/l, con una media di circa 15 km/l.

Ovviamente, il terreno a lei meno favorevole è quello autostradale, ed è un dato da non sottovalutare se si è alla ricerca di un’auto da utilizzare prevalentemente per i viaggi. Insomma, guidata con lo spirito giusto e su percorsi composti da strade urbane ed extraurbane, la Kuga full hybrid da il meglio di sé, e per alcuni tratti può procedere ad impatto zero, partendo sempre in elettrico.

Inoltre, con la trazione integrale, valore aggiunto della vettura della nostra prova, anche situazioni meteo avverse, strade particolarmente sconnesse, ed un fuoristrada leggero, non rappresentano mai un problema, a tutto vantaggio della poliedricità d’utilizzo.

Prezzo: la ST-Line AWD parte da 37.750 euro

Con una tecnologia collaudata, un abitacolo tutto da vivere, e l’apporto della trazione integrale, la Kuga full hybrid, forte anche dell’allestimento ST-Line, ha un prezzo di 37.750 euro. Un costo sincero in base ai contenuti, a cui bisogna sottrarre eventuali sconti derivati da incentivi e campagne promozionali al momento dell’acquisto.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →