Ford Focus EcoBoost Hybrid ST-Line X: la prova su strada

Il piccolo 3 cilindri fa bella figura nella sua variante da 155 CV montata sulla Focus grazie all’aiuto del sistema Mild Hybrid a 48 volt.

La Ford Focus si evolve ed opera la transizione ibrida attraverso un sistema mild a 48 volt che fornisce supporto al piccolo 1.0 EcoBoost da 155 CV. L’abbiamo provata nella sportiveggiante variante ST-Line X che si difende nella dinamica e nel look.

Esterni: promette emozioni

La linea della Focus di ultima generazione mi ha colpito sin dal suo lancio commerciale, e con il cofano che scende verso il basso, il tetto che slancia la zona posteriore, ed un equilibrio dei volumi piuttosto riuscito è ancora attuale. Inoltre, nella variante ST-Line X, con la calandra impreziosita dal motivo a nido d’ape, i paraurti dal taglio sportivo, le minigonne, ed i cerchi da 18 pollici da cui si intravedono le pinze dei freni rosse, risulta ancora più appagante. I passaruota muscolosi, le nervature lungo la fiancata e sul cofano completano un design originale che si distingue tra le proposte del segmento C.

Interni: sportiva e tecnologica

Comoda per 4, anche se l’accesso alla zona posteriore richiede un minimo d’agilità, la Focus a 5 porte in versione Mild Hybrid subisce il fascino della sportività anche nell’abitacolo dove la ST-Line X mette in mostra il volante tagliato in basso, il pomello del cambio in pelle e metallo, la pedaliera di stampo racing ed i sedili adatti anche ad una guida impegnata. Non mancano gli accenti tecnologici rappresentati dalla strumentazione digitale da 12,3 pollici, dallo schermo da 8 pollici dedicato all’infotainment e dall’alloggiamento per lo smartphone con tanto di ricarica ad induzione.

Trovare le voci desiderate sul display che si erge sulla plancia è rapido ed intuitivo, e collegare il telefono è un’operazione che si compie facilmente. Condivisibile la soluzione di lasciare separati i comandi del climatizzatore per evitare distrazioni durante la guida. Comoda per 4, e all’occorrenza capace di trasportare 5 persone, la Focus ibrida ha un bagagliaio da 375 litri ampliabile fino a 1.354 litri: misure che rispecchiano la media della categoria. Bisogna riconoscere che la Ford è cresciuta molto a livello di qualità, con materiali di un certo pregio in tutto l’abitacolo, anche se permane la presenza di alcune plastiche dure come quelle dei pannelli porta posteriori.

Al volante: brillante, sicura e poco assetata

Con il 3 cilindri sovralimentato da 1 litro forte di 155 CV e 240 Nm di coppia, la Ford Focus Hybrid spinge in maniera più che soddisfacente grazie al supporto del turbo e dei 24 Nm di coppia ulteriori che provengono dal piccolo motore elettrico del sistema ibrido a 48 volt che funge anche da motorino d’avviamento e da generatore. Così, la risposta è sempre puntuale, specie se si seleziona la modalità Sport capace di rendere l’auto più affilata e reattiva tra le curve.

Nel misto l’assetto si dimostra solido e gli appoggi sono sempre sicuri, d’altra parte il telaio è nato per sopportare ben altre potenze. Anche sullo sconnesso il comfort non risente troppo della caratterizzazione sportiva, ma quando si sale di giri in maniera decisa il piccolo propulsore svela la sua natura a tre cilindri attraverso la timbrica caratteristica. Se si guida senza tirare troppo il collo al 1.0 EcoBoost si ottengono medie che sfiorano i 16 km/l, un dato interessante considerando che si tratta di una compatta da oltre 1.300 kg.

Prezzo: con 34.500 euro ha praticamente tutto

Alla vettura del nostro test non mancava nulla, infatti è stata arricchita con i cerchi da 18 pollici, il tetto apribile, e persino i fari full LED adattivi e l’head-up display per incrementare la sicurezza. Così, il prezzo finale è salito da 29.150 euro fino a 34.500 euro, incentivi esclusi.

Ultime notizie su Ford

Ford viene fondata nel 1903 da un imprenditore a cui questo titolo va sicuramente stretto. Henry Ford non ha solo rivoluzionato l’automobile e l’industria dell’automobil [...]

Tutto su Ford →