Fiat E-Ducato elettrico: autonomia, motore, prezzi

Il conosciutissimo e longevo (40 anni) furgone di Fiat Professional esordisce sul mercato in versione elettrica: 400 configurazioni, due livelli di batterie (47 e 79 kWh), tecnologie multimediali up-to-date e flessibilità di soluzioni commerciali.

Per i suoi primi quarant’anni, Fiat Ducato si evolve in elettrico: uno sviluppo del resto contestuale alle sempre più sentite esigenze di piccolo e medio trasporto quotidiano, in cui le necessità “last mile” nelle zone centrali delle città (e la rapidissima espansione dell’e-commerce) devono confrontarsi con le limitazioni alla circolazione. In più, si tratta di una nuova versione che nasce sulla scorta di un attento e lungo studio sulle spese di gestione e sulle prestazioni del veicolo, tanto da offrire ai clienti un veicolo che sia equivalente alle “tradizionali” configurazioni turbodiesel.

Ecco quanto costa

Per l’Italia, il nuovo Fiat E-Ducato (già in fase di ordinazione) viene proposto a partire da 42.700 euro + IVA in caso di rottamazione e, compreso nel prezzo, il programma “Top Care by Mopar” con manutenzione ordinaria e fino a 5 anni o 120.000 km di estensione di garanzia. In confronto ad un corrispondente veicolo diesel, indica Fiat Professional, il pareggio dei costi (tenuto conto di tutte le spese di gestione) è raggiungibile in 48 mesi su una base di 20.000 km all’anno.

Le proposte commerciali

Anche per Fiat E-Ducato è stato messo a punto un programma di offerte di finanziamento, leasing e noleggio a lungo termine.

Finanziamento

  • Free to E by Fca Bank: formula compresa nel finanziamento, insieme ad una articolata gamma di servizi assicurativi (tutti abbinabili al contratto sottoscritto), ed inclusa in due strutture finanziarie – rateale o leasing -, a tasso vantaggioso. Mediante “Free to E” il cliente ha la possibilità, entro due mesi dall’acquisto e con un massimo di 1.500 km percorsi, di restituire il proprio E-Ducato con il solo impegno ad acquistare un Ducato a motore termico, oppure un Talento o un Doblò.

Noleggio

Soluzioni di noleggio con Leasys: proposte adattabili alle esigenze del cliente in termini di percorrenza e servizi inclusi (con possibilità di variarne le condizioni in un momento successivo), e gestibili anche tramite smartphone, mediante la App UMove dedicata. Due le formule NLT, che riassumiamo di seguito.

  • Noleggio Chiaro Light, comprendente un canone competitivo con un set minimo di servizi: copertura RC Auto, assistenza stradale ed infomobilità i-Care, e diritto di prelazione sull’acquisto del veicolo al termine del noleggio. Questa soluzione è disponibile anche nel “formato” tradizione (ovvero un pacchetto all-inclusive, con in aggiunta il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria e le polizze Furto-incendio e riparazione danni);
  • Be Free Pro, studiata per le esigenze dei liberi professionisti. In questo caso, il “capitolato” prevede zero anticipo, canone mensile fisso e principali servizi assicurativi, assistenza e infomobilità; e se nel tempo le necessità business dovessero mutare, è possibile restituire il veicolo dopo 30 mesi senza alcuna penale di restituzione anticipata. Compresi nel canone ci sono: assicurazione tassa di proprietà, RC Auto, bollo, sistema di infomobilità ed assistenza stradale. Per un ulteriore vantaggio post-vendita, il NLT Be Free Pro può essere sottoscritto anche come soluzione integrata Be Free Pro Plus, che include copertura riparazione danni, polizza Furto-incendio e manutenzione ordinaria e straordinaria.

Cinque anni di preparazione

Base del progetto E-Ducato, rende noto Fiat Professional, c’è un articolato progetto di sviluppo sulle sue prestazioni: nel dettaglio, ben 4.000 veicoli connessi sono stati impiegati per lo scarico dei rispettivi dati sulla guida nelle reali condizioni d’impiego. Un immenso database da 50 milioni di km, effettuati in qualsiasi situazione di guida, di carico e di temperatura esterna con l’obiettivo di identificare soluzioni su misura (non soltanto specifiche quanto soprattutto sui bisogni dei singoli customer) già nelle fasi di avan-progetto e portato avanti insieme con Dhl (in virtù di una partnership strategica avviata nel 2016) illustrata da Alberto Nobis, amministratore delegato della società leader mondiale nel trasporto internazionale delle merci.

Si tratta di concretizzazione del “Futuro della logistica dell’ultimo miglio, che sarà elettrico. Per realizzare il nostro obiettivo di connettere le persone e migliorare la loro vita, ci siamo impegnati per diventare più ecologici e puliti in ciò che facciamo ogni singolo giorno. Aggiungendo gli E-Ducato alla nostra flotta, faremo il prossimo passo importante per raggiungere il nostro obiettivo di elettrificare la maggior parte della nostra consegna dell’ultimo miglio entro il 2030”.

I dettagli di telaio e alimentazione

L’architettura originaria “all-forward” (tuttoavanti) di Fiat Ducato trova ideale complemento, nella nuova versione 100% elettrica. Tecnicamente, grazie all’assenza di qualsiasi ingombro nella zona inferiore del telaio ed all’ampia distanza fra i longheroni, le batterie (modulari, come vedremo) trovano facilmente posto al di sotto del “pavimento”, a tutto vantaggio della capacità di carico che rimane immutata: da 10 a 17 metri cubi di volume utile, e quasi 2 tonnellate di portata. Inoltre, evidenzia Fiat Professional, questa soluzione telaistica comporta ulteriori vantaggi: ottimale distribuzione dei pesi, abbassamento del baricentro. L’unità motrice elettrica da 122 CV e 280 Nm di coppia massima consente prestazioni pressoché equivalenti a quelle delle configurazioni a gasolio. Due i sistemi di accumulo disponibili:

  • Batterie da 47 kWh, per un’autonomia WLTP nell’ordine di 170 km (e fino a 235 km in ambito urbano);
  • Batterie da 79 kWh, che dichiarano una percorrenza di 280 km (o fino a 370 km in città).

La garanzia sulle batterie è di 10 anni o 220.000 km per il tipo da 79 kWh, e di 8 anni o 160.000 km per quello da 47 kWh. Quattro le modalità di ricarica, tre delle quali già disponibili nella fase di lancio commerciale, con sosta di circa mezz’ora per avere a disposizione 100 km di autonomia. I programmi di guida, selezionabili attraverso il Drive Mode Selector, sono tre:

  • Normal, per un ottimale bilanciamento fra prestazioni e costi;
  • Eco, utile al massimo risparmio di energia;
  • Power, nel caso in cui il veicolo sia a pieno carico o si debba affrontare una salita impegnativa in cui occorra tutta la coppia disponibile.

Ad ulteriore vantaggio delle possibilità di impiego, Fiat E-Ducato offre altri due sistemi:

  • Turtle Mode, simile alla funzione risparmio batteria di un cellulare, che si attiva automaticamente in condizioni di bassa carica, limitando la performance del veicolo e garantendo un’estensione della carica dell’8-10%;
  • Recovery Mode, in cui se un modulo di accumulatori non funziona, le altre batterie continuano ad operare, in modo da garantire la prosecuzione del lavoro.

Possibilità di configurazione pressoché infinite

Analogamente alle conosciutissime declinazioni a combustione, anche Fiat E-Ducato offre un catalogo di allestimenti particolarmente ampio: la disponibilità è, infatti, di ben 400 configurazioni, ognuna delle quali in grado di soddisfare le necessità professionali delle PMI, delle utility di fornitura servizi, dei fleet manager, degli artigiani e delle imprese edili.

Riflettori puntati sulla connettività

Efficienza e valutazione della profittabilità dei costi di esercizio procedono di pari passo con i più avanzati sistemi multimediali, realizzato attraverso il contributo di Mopar. In questo caso, a bordo di Fiat E-Ducato una particolare attenzione è stata rivolta a numerose funzioni attivabili da remoto, come My:Fleet Manager, nuovo servizio di gestione flotte compreso per sei mesi nel prezzi di vendita del veicolo in virtù di una promozione ad hoc.

Mediante una piattaforma Web, i fleet manager hanno la possibilità di tenere sotto controllo, ed in tempo reale, le principali variabili che concorrono alla gestione del parco veicoli: chilometraggio, posizione del mezzo, aggiornamento dei programmi di manutenzione, programmi delle ricariche, il tutto con l’obiettivo di migliorare il più possibile efficienza e produttività della flotta, ridurre i costi, prevenire i rischi e garantire sicurezza al conducente ed al veicolo stesso.

I servizi online

Di serie su E-Ducato c’è la “suite” multimediale Mopar Connect, che offre ulteriori servizi, come ad esempio l’assistenza in caso di incidente o guasto (la Box telematica, rilevando la posizione del veicolo, garantisce un intervento tempestivo e mirato 24 ore su 24). Se il veicolo è stato rubato, il sistema potrà localizzarlo ed evitare che venga rimesso in moto, per facilitarne il ritrovamento. Inoltre tramite la mobile app Uconnect LIVE si potrà controllare di aver chiuso le portiere, rintracciare il punto in cui si è parcheggiato e ricevere un avviso se il veicolo viene spostato da dove si trovava o se supera il limite di velocità preimpostato. Attraverso la App Uconnect LIVE per device portatili, numerose altre funzionalità vengono rese disponibili. Di seguito le principali.

  • My:Car, funzionale al controllo a distanza del livello di carica residua della batteria o la pressione degli pneumatici nonché alla ricezione di dettagliati rapporti sullo stato del veicolo;
  • My:Journey, che permetterà la visualizzazione e la gestione di tutti gli spostamenti effettuati;
  • My:eCharge, pacchetto sviluppato specificamente per Fiat E-Ducato ed in grado di pianificare ogni ricarica, individuare, utilizzare e pagare le stazioni di ricarica pubbliche e gestire la ricarica della propria Wallbox connessa.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →