Una Ferrari GTZ Nibbio Zagato all’asta a St. Moritz

Ghiotta opportunità per i collezionisti che vogliono mettere in garage un esemplare davvero esotico.

Una rara Ferrari 599 GTZ Nibbio sarà messa all’asta da RM Sotheby’s a St. Moritz (Svizzera), il prossimo 9 settembre, per la gioia di chi cerca un modello esclusivo e ricercato. L’esemplare ha il telaio ZFFFD60B000164839. Solo 9 unità del modello hanno preso forma nel corso degli anni. Questo rende il lotto ancora più appetibile. Base di partenza è stata una 599 GTB Fiorano del 2008. A darle la carrozzeria su misura visibile nelle immagini ci ha pensato Zagato, con un conto finale di non meno di 750 mila euro per il committente. La cifra è alta, ma riflette i meticolosi livelli di progettazione ed artigianalità del “giocattolo”.

Un esemplare speciale

Ferrari GTZ Nibbio
© RM Sotheby's

Questa Ferrari GTZ Nibbio è stata completata alla fine del 2016. Il solo colore Liquid Black usato per l’abito ha richiesto sei mesi di sviluppo. Anche se realizzata da Zagato, gli elementi strutturali del design della vettura originale sono rimasti invariati. Molto specifica, invece, la personalità della silhouette plasmata dal noto carrozziere milanese. Molti i dettagli di stile che rimandano alla sua tradizione storica. Al momento, l’esemplare in vendita segna una percorrenza di circa 32 mila chilometri.

Ferrari GTZ Nibbio: per pochi clienti

Ferrari GTZ Nibbio
© RM Sotheby's

Non capita spesso di trovare in vendita un’auto così esotica: ecco perché le quotazioni si spingono fino a 900 mila franchi, pari a circa 920 mila euro. Base di partenza, come dicevamo, è stata una Ferrari 599 GTB del 2008, completamente ricarrozzata a partire dal 2015. Il risultato stilistico, a mio avviso, è meno seducente di quello della vettura di partenza, ma il carattere espressivo è forte e vigoroso. Gli stilemi Zagato sono abbondantemente presenti: spicca la doppia bolla sul tetto, segno distintivo dell’autore lombardo.

Il cuore è della 599 GTB Fiorano

Ferrari GTZ Nibbio
© RM Sotheby's

La spinta fa capo al motore V12 di 6 litri della donatrice, che sprigiona 620 cavalli di potenza. Un cuore in piena sintonia con la storia del mito di Maranello, dove si legge la traccia di uno spirito effervescente, pronto a scatenarsi, per concedere vibranti emozioni di guida al fortunato di turno. Lo status di granturismo viene preservato, ma gli aspetti dinamici sono molto coinvolgenti. Il piglio sportivo è sottolineato dal sound degli scarichi, che accompagna in modo melodioso le altissime prestazioni, in un quadro dove il profumo dell’esclusività avvolge i sensi.

Immagini | RM Sotheby’s

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →