Endurance, 8 ore di Portimao: Toyota si aggiudica la sua prima doppietta

Il team Toyota Gazoo Racing domina la seconda tappa del Mondiale Endurance con una incredibile doppietta.

Toyota festeggia la sua prima doppietta di questa stagione del Mondiale Endurance, conquistata nella emozionante 8 ore di Potimao. Le Hypercar in gara nella seconda tappa campionato di durata si sono dovute arrendere all’equipaggio Toyota composto da Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima e Brendon Hartley. Sul secondo gradino del podio è salita la Toyota GR010 Hypercar numero 7, affidata a Mike Conway, Kamui Kobayashi e José Maria Lopez. Ottimo risultato anche per Alpine A480 di Negrao, Lapierre e Vaxiviere che è riuscita a conquistare la terza posizione.

In realtà, dopo la pole conquistata nelle qualifiche ufficiali, la Alpina numero 36 del Signatech aveva sperato di poter soffiare la vittoria ai rivali della Toyota, ma alla fine si è dovuta arrendere davanti il dominio delle due vetture della Casa dei tre ellissi. Quest’ultimo è stato frutto di una strategia a dir poco perfetta frutto del lavoro realizzato dal team Toyota Gazoo Racing e dagli ordini azzeccati comunicati ai piloti dai box. Le vetture giapponesi hanno preso il comando più o meno a metà gara, ostacolati però fino all’ultimo dalle Alpine che non hanno mollato fino all’ultimo. Subito dopo il rientro della Safety car, un agguerrito Lapierre è riuscito a sorpassare più volte del Toyota, prima di essere costretto a tornare ai box e lasciare così ai giapponesi lo spazio per la vittoria. La tappa di Portimao ha anche visto il debutto della Glickenhaus nella categoria Hypercar. Purtroppo il team ha dovuto affrontare i problemi causati da un incidente che ha coinvolto la vettura numero 709, finita in trentesima posizione dopo aver accumulato numerosi giri di ritardo.

Categoria LMP2

Anche nella categoria LMP2 si celebra una doppietta, questa volta conquistata dal team Jota Sport: al primo posto si è posizionata la vettura dei piloti Antonio Felìx Da Costa, Roberto Gonzalez ed Anthony Davidson, seguiti dai compagni di squadra Sean Gelael, Stoffel Vandoorne e Tom Blomqvist.

Categorie GTE-Pro e Am

Nella categoria GTE-Pro festeggiano le vetture del Cavallino Rampante del team AF Corse: James Calado e Alessandro Pier Guidi al volante della Ferrari 488 numero 51 hanno vinto davanti la Ferrari 488 numero 52 dei piloti Serra e Molina. Sul terzo gradino del podio si è posizionata invece la Porsche n°92 di Estre, Jani e Christensen.

Anche nella GTE-Am spicca la vittoria della Ferrari 488 del team Cetilar Racing (partner della AF Corse), ottenuta grazie alla determinazione e la bravura dei piloti Giorgio Sernagiotto, Roberto Lacorte e Antonio Fuoco, anche se il secondo posto è stato raggiunto della Porsche del Team Project 1, seguita dalla Ferrari numero 54 di Giancarlo Fisichella, Francesco Castellacci e Thomas Flohr.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →