DS 7 Crossback E-Tense 4×4 Grand Chic: la prova su strada

Il SUV premium francese sfoggia soluzioni glamour e tanta tecnologia per rispondere alle esigenze del mercato attuale

Il brand DS sceglie la soluzione ibrida plug-in per abbracciare il concetto di mobilità sostenibile con la DS 7 Crossback, e si tratta di un approccio giusto, considerando le dimensioni dell’auto meno votate alla città di quelle della sorella minore, la DS3 Crossback, che invece presenta in gamma una variante puramente elettrica. L’abbiamo guidata per scoprire come il fascino si abbina alla tecnologia.

Esterni: alla moda, ma senza eccessi

La DS 7 alla spina racconta la sua natura attraverso i badge e lo sportellino per la ricarica opposto a quello per accedere al serbatoio, ma il suo look non è una novità, visto che attinge a piene mani alle soluzioni delle versioni spinte dal solo motore termico. Comunque, è un’auto sempre piacevole da guardare, perché ricca di soluzioni interessanti come la calandra che si estende con cromature avvolgenti verso i gruppi ottici e la parte bassa del paraurti.

Originale anche il disegno dei fari posteriori uniti da un elemento cromato. Proprio nella vista posteriore il SUV francese esprime il suo lato dinamico con gli scarichi annegati nel corpo vettura ed il lunotto avvolto da elementi aerodinamici. Nonostante una piattaforma condivisa con altri modelli di marchi diversi, il suo stile ha una personalità unica che rivisita in chiave chic il concetto di SUV.

Interni: tanta qualità, ma alcune soluzioni sono poco pratiche

Pelle di qualità superiore, lavorazione sopraffina dei materiali ed una strumentazione dalla grafica sui generis, rappresentano gli elementi che distinguono la DS 7 dalle altre vetture della sua categoria. Non appena si preme il pulsante d’accensione, che sulle prime non è intuivo da trovare, compare il cronografo B.R.M., poco più in basso uno schermo da 12,3 pollici consente di gestire tutti i sistemi dell’auto, mentre sul tunnel centrale i tasti degli alzacristalli elettrici si confondono con gli elementi silver che contornano la leva del cambio.

Insomma, la praticità non è il suo punto forte, ma il suo charme non si discute. In questo salotto buono c’è tanto spazio sia davanti che dietro, e anche a livello di bagagliaio non ci si può certo lamentare considerando i 555 litri di volume utile. Difficilmente verrà utilizzata per trasportare oggetti ingombranti, ma, volendo, si può abbattere il divano posteriore per avere fino a 1.752 litri di capacità di carico.

Al volante: offre comfort e sicurezza ai massimi livelli

Mentre rende innocue le buche con il sistema che monitora la strada per adattare in tempo reale la taratura degli ammortizzatori al percorso, non pensi che la DS 7 Crossback E-Tense 4×4 sia così potente da bruciare lo 0-100 km/h in 5,9 secondi. Ma spingendo un po’ sull’acceleratore comprendi che ha tutto per poter gestire i 300 CV della power unit ibrida ricaricabile composta dal 1.6 sovralimentato da 200 CV e da due unità elettriche da 81 kW. Con il secondo motore elettrico montato al posteriore inoltre, si può sfruttare la trazione integrale per superare uno sterrato leggero o affrontare percorsi innevati. Certo, il peso si fa sentire nei transitori, perché la DS 7 in questione fa segnare più di 1.800 kg sulla bilancia, ma la piattaforma EMP2 consente di tenerlo a bada.

Di notte invece, c’è il Night Vision ad incrementare la sicurezza, visto che consente di scorgere ostacoli che in alcuni frangenti possono sfuggire persino ai suoi gruppi ottici dall’ampio fascio luminoso. In città poi, può contare sulla batteria da 13,2 kWh, (che si ricarica in circa 9 ore da una presa domestica, in circa 2 ore con un caricatore da 7,4 kW, ed in 30 minuti all’80% dalle colonnine fast) per percorrere circa 50 km in elettrico. Uscendo dalle mura del centro storico ed affrontando percorsi extraurbani con il sistema ibrido lasciato libero di gestire l’intervento dei 3 motori, il consumo di benzina si attesta sui 18 km/l di media: un dato interessante per chi affronta grandi percorrenze annuali.

Prezzo: da 54.400 euro

La variante Grand Chic della nostra prova ha un listino che parte da 54.400 euro, un costo proporzionale alla dotazione ed all’esclusività dell’auto, che può essere ridotto in maniera sostanziale attraverso gli incentivi.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →