Dacia Jogger GPL: la prova su strada

La Dacia Jogger offre spazio e percorrenze a basso costo.

La Dacia Jogger è una proposta intelligente, che in questo momento storico rappresenta una risposta alle esigenze dell’automobilista medio. L’abbiamo provata nella variante GPL: ideale per chi fa tanta strada.

Dacia Jogger: uno stile che intriga

La Dacia Jogger conquista lo sguardo perché riesce a mescolare sapientemente l’altezza dei SUV, grazie ad una distanza da terra di 20 cm, e la praticità delle wagon. I mancorrenti (mobili) sul tetto, quella zona posteriore allungata rispetto alla Sandero Stepway da cui deriva, ed una lunghezza di 4,55 m, insieme alle protezioni per la parte bassa della carrozzeria e dei passaruota, le conferiscono un certo carattere. La zona posteriore si contraddistingue per il grande portellone e per i fari a sviluppo verticale che favoriscono il carico di oggetti ingombranti. Davanti sono innegabili le somiglianze con la Sandero, mentre la fiancata beneficia dei passaruota muscolosi.

Dacia Jogger: abitacolo ampio anche per la terza fila

Con un passo di 2,09 metri, la Dacia Jogger consente di avere un’abitabilità offerta solamente da SUV ed MPV di dimensioni nettamente superiori. Infatti, è possibile averla in configurazione a 7 posti, e sfrutta una carrozzeria rialzata di 40 mm nella zona posteriore. Con 2 posti supplementari in uso la capacità del bagaglio è di 180 litri, mentre in configurazione 5 posti si possono avere 708 litri utili, fino ad arrivare ai 1.819 litri abbattendo anche le sedute centrali. L’aspetto interessante è che i posti della terza fila non sono sacrificati, per cui anche una persona di 1,80 metri riesce a viaggiare dignitosamente, e può usufruire del vetro ad apertura a compasso. Più comoda la seconda fila, dove però manca l’apporto delle bocchette d’areazione e non c’è una seduta scorrevole. Ma, chiaramente, non si può avere tutto.

La plancia riprende quella della Sandero, e così ritroviamo una strumentazione analogica, con un monitor centrale da 3,5 pollici, chiara e di immediata consultazione. Sulla plancia c’è un display da 8 pollici che può essere accoppiato allo smartphone in modalità wireless. Compatibile con i sistemi operativi Android ed iOS, il sistema d’infotainment della Jogger può contare su icone grandi e ben leggibili, mentre il supporto per il telefono è un elemento pratico, visto che dietro presenta una porta USB con cui alimentare il proprio device. Le finiture vedono ancora la presenza di plastiche rigide, ma impreziosite dagli inserti in tessuto, e da elementi più ricercati come le manopole dei comandi del climatizzatore e le bocchette d’areazione. Migliorati rispetto al passato gli assemblaggi.

Al volante è sicura e percorre tanta strada a costi contenuti

La Jogger con il 1.0 3 cilindri sovralimentato a doppia alimentazione benzina-GPL consente di erogare 101 CV a 5.000 giri e 170 Nm di coppia a soli 2.000 giri. In questo modo si ricorre con più frequenza alla leva del cambio manuale a 6 marce solamente quando si viaggia con più persone a bordo o con un carico importante. Merito di un peso contenuto a poco più di 1.300 kg. Buone le sensazioni a livello d’assetto, con l’auto stabile e ben piantata a terra, meno convincente lo sterzo, sin troppo turistico rispetto alle cugine Renault. Comunque, considerando la destinazione d’uso della Jogger, un comando più improntato sulla leggerezza che sulla prontezza è più che giustificabile.

In questo quadro lusinghiero, il comfort è inficiato nelle accelerazioni più decise dal sound del 3 cilindri dalla timbrica piuttosto acuta agli alti regimi. Per quanto riguarda i consumi, a GPL si percorrono, in media, oltre 14 km/l. Per cui, considerando il costo del carburante rispetto a quello di benzina e diesel, sotto questo punto di vista la Jogger GPL rappresenta una manna per gli automobilisti che effettuano grandi percorrenze annuali. Infatti, con un serbatoio per il gas di 40 litri, un pieno di GPL costa poco più di 30 euro. 

Prezzo: da 16.800 euro

La Jogger GPL ha un listino di partenza di 16.800 euro, prezzo richiesto per la variante Essential che non può essere richiesta con i 7 posti. Al vertice della gamma GPL troviamo la Extreme a 7 posti, che ha un costo base di 20.450 euro. La Expression parte da 19.600 euro. Per il massimo del risparmio senza rinunce, la Essential 5 posti con climatizzatore, schermo per l’infotainment da 8 pollici dotato di collegamento smartphone via cavo, e sensori posteriori ha un costo totale di 17.890 euro.

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →