Citycar a GPL: i modelli di segmento A più economici

Il gas di petrolio liquefatto è attualmente il carburante più conveniente: ed ecco quali sono le citycar a GPL che costano meno.

Quali sono le vetture di segmento A alimentate a GPL che costano meno? Con i prezzi dei carburanti in continuo aumento (per il prossimo 8 luglio il Governo è atteso al varco con ulteriori provvedimenti di riduzione delle accise: staremo a vedere), il GPL rappresenta un’”oasi felice” per il portafoglio dei consumatori. Cifre alla mano, un litro costa in effetti 0,820-0,850 euro al litro (rilevazioni di Quotidiano Energia aggiornate alle 8 di mercoledì 22 giugno sui dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Ministero dello Sviluppo Economico).

Per contro, il rapido esaurimento degli Ecobonus ministeriali destinati all’acquisto di nuove autovetture con emissioni di CO2 comprese fra 61 e 135 g/km (in cui rientrano anche le auto mild-hybrid e full hybrid) sembrerebbe rendere al momento poco appetibile continuare ad affidarsi alle “tradizionali” alimentazioni benzina e gasolio. In parte, la convenienza garantita dalle auto ibride consiste nelle agevolazioni sul pagamento della tassa di proprietà – calcolata in linea generale sula potenza in kW del motore termico -, che tuttavia possono variare in base alla regione di residenza del proprietario.

Auto GPL di segmento A: le più economiche

In linea di massima, dunque, il GPL è la scelta più economica. Molte Case costruttrici, dal canto loro, offrono nelle rispettive gamme di prodotti diverse vetture alimentate a gas di petrolio liquido, e per di più appartenenti alle fasce di mercato più premiate dai risultati di vendita: soprattutto segmento B e C, compact-Suv e compact-Crossover.

Ci sono anche le citycar: ed ecco una panoramica delle “segmento A” alimentate a GPL più economiche all’acquisto. Si tratta di:

Di ogni modello indichiamo l’assortimento di gamma, le caratteristiche tecniche e i prezzi di vendita.

Auto GPL più economiche: Fiat Panda EasyPower

fiat_panda

La nuova versione della “segmento A” bestseller in Italia e da lungo tempo saldamente in testa nelle vendite nazionali, conserva l’impostazione molto vicina alle Multispazio adottata nel 2003. In parallelo, le linee esterne sono state rese più “morbide”, strumentazione e dotazioni di bordo (anche a livello di tecnologie multimediali) sono state sottoposte ad un sostanziale aggiornamento. L’abitabilità è adeguata per quattro persone adulte.

L’eventuale quinto posto è disponibile in opzione, allo stesso modo del comando che abbatte in avanti lo schienale del sedile passeggero anteriore. La capienza del vano bagagli è sufficiente per gli impieghi urbani (200 litri), e può aumentare notevolmente (fino a quasi 850 litri) con i sedili posteriori abbattuti. In versione EasyPower (equipaggiata con l’unità 1.2 4 cilindri da 69 CV e 102 Nm) ci sono due allestimenti: “base” (EasyPower) e City Life.

Fiat Panda GPL: quanto costa

I prezzi partono da 15.750 euro.

Panda GPL: allestimenti e prezzi

  • Fiat Panda 1.2 EasyPower GPL: da 15.750 euro;
  • Fiat Panda 1.2 EasyPower GPL City Life: da 16.750 euro.

Auto GPL più economiche: Hyundai i10

hyundai_i10

È la baby-Hyundai “cugina” di Kia Picanto (fa in effetti parte della lineup del colosso coreano cui Kia appartiene) con la quale condivide l’architettura e le unità motrici (sotto al cofano c’è il “millino” tre cilindri da 66 CV). In versione GPL richiede un sovrapprezzo di circa 2.000 euro rispetto al modello di ingresso alla gamma, tuttavia permette di “guadagnare” notevolmente sul costo dei rifornimenti. Considerate le dimensioni esterne (sui 3,6 m di lunghezza), la capienza del vano bagagli è da considerarsi buona.

Notevole l’attenzione alle finiture, e apprezzabile l’equipaggiamento multimediale con display touch da 8” compatibile con i sistemi Apple CarPlay e Android Auto. Il vano bagagli (252 litri di capienza nel normale assetto di marcia) è provvisto di ripiano di carico regolabile in due livelli. Per la versione a gas di petrolio, gli allestimenti sono due: Advanced e Tech.

Hyundai i10 GPL: quanto costa

I prezzi di vendita partono da 15.750 euro.

i10 GPL: prezzi e allestimenti

  • Hyundai i10 1.0 GPL Advanced: da 15.750 euro;
  • Hyundai i10 GPL GPL Tech: da 17.150 euro.

Auto GPL più economiche: Mahindra KUV100 M-Bifuel

mahindra_kuv100

Simpatica e sbarazzina, la “small-Crossover” prodotta dal colosso indiano possiede, fra i propri punti di forza, una discreta altezza libera da terra – che rende adatta KUV100 alle escursioni poco impegnative al di fuori delle strade asfaltate – ed una certa personalità delle linee esterne. Non è un “fulmine di guerra”, e del resto non vuole esserlo.

In effetti, nella versione bifuel benzina-GPL il tricilindrico da 1.198 cc (analogo a quello che equipaggia la declinazione benzina) eroga 85 CV e 114 Nm: quanto basta per una guida “tranquilla” e che ben si adatta ad una certa morbidezza delle sospensioni che l’altezza minima da terra e la leggerezza dello sterzo rendono favorevole quando si affrontano terreni sconnessi. Da segnalare la felice collocazione della leva del cambio nella consolle centrale (in modo da aumentare lo spazio fra i sedili anteriori) e l’ampio vano portaoggetti ricavato al di sotto del “pavimento” ed al quale si accede attraverso una “botola”. Due gli allestimenti: K6 Plus e K8.

Mahindra KUV100 GPL: quanto costa

I prezzi di vendita partono da 15.645 euro.

KUV100 M-Bifuel: prezzi e allestimenti

  • Mahindra KUV100 1.2 M-Bifuel GPL K6 Plus: da 15.645 euro;
  • Mahindra KUV100 1.2 M-Bifuel GPL K8: da 17.645 euro.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →