C4 X vs ë-C4 X: quale conviene termica o elettrica?

Le differenze tra la versione termica e quella elettrica della nuova crossover francese. Citroen C4 X vs ë-C4 X, quale comprare?

Notizia fresca fresca di queste ultime ore, Citroen ha lanciato un nuovo modello per il marchio francese, basata sulla rivoluzionaria, e anch’essa recente, C4, gamma che fonde in una sola auto le due carrozzerie SUV e tre volumi. In questo caso si chiama C4 X ed è la nuova versione “crossoverizzata”. Più robusta, sin dalla sua nascita arriva con un’alter ego, uguale quasi in tutto e per tutto, ma elettrica al 100%. La stessa auto, insomma, con due filosofie motrici agli antipodi: una con motori tradizionali termici, l’altra con un powertrain moderno a batterie. Citroen C4 X vs ë-C4 X, quale scegliere?

Citroen C4 X vs ë-C4 X: design e dimensioni a confronto

Facendone una questione puramente estetica non ne usciremo… la Citroen C4 X e la ë-C4 X condividono infatti lo stesso identico look. Stessi pannelli della carrozzeria, stesse proporzioni, inedite, a metà strada tra una crossover e una berlina tre volumi fastback e stesse dimensioni. Misurano entrambe 4,60 metri in lunghezza, con il passo da 2,60 metri della piattaforma modulare eCMP di Stellantis (la stessa della C4). Entrambe, poi, dichiarano lo stesso bagagliaio, molto spazioso, da 510 litri di capacità di carico. Lo spazio aggiuntivo sotto il fondo del bagagliaio consente di trasportare altri oggetti sulla versione con motori termici o di alloggiare in modo ordinato i cavi di ricarica nel caso della versione elettrica.  

Citroen C4 X vs ë-C4 X: interni a confronto

Basandosi sulla stessa piattaforma, anche gli interni delle C4 X ed ë-C4 X songo pressoché identici. La differenza la si noterà prima di tutto in marcia, con, per la versione a batterie, una silenziosità sicuramente maggiore vista l’assenza di vibrazioni del motore. E poi sulla Citroen ë-C4 X il guidatore ha a disposizione schermate specifiche sul quadro strumenti digitale per visualizzare lo stato della batteria o l’autonomia, oltre alla scelta se visualizzare l’indicatore di potenza, il flusso di energia oppure il consumo di comfort termico. Quest’ultimo mostra l’impatto del riscaldamento del veicolo e del comfort termico sul consumo energetico. Accessibili direttamente tramite un pulsante sulla console centrale o sull’interfaccia del Touch Pad HD da 10 pollici, alcune schermate specifiche mostrano inoltre lo stato di funzionamento del sistema o le impostazioni per la ricarica programmata della batteria. Quando il veicolo è in carica, è possibile visualizzare sullo schermo il tempo rimanente per raggiungere la ricarica completa, l’autonomia recuperata o la percentuale di ricarica raggiunta. 

I motori a confronto 

A seconda del mercato, per la versione convenzionale termica della Citroen C4 X saranno disponibili due motorizzazioni a benzina: PureTech 100 Stop & Start (Euro 6.4), con cambio manuale a 6 rapporti, PureTech 130 Stop & Start (Euro 6.4). Sul fronte diesel ci sarà invece il BlueHDi 130 Stop & Start (Euro 6.4), abbinato al cambio automatico EAT8.

Il powertrain della versione elettrica e-C4 X si compone della stessa batteria da 50 kWh e dello stesso motore elettrico anteriore da 136 CV e 260 Nm della e-C4. Secondo i dati della Casa scatta da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi, ha una velocità massima di 150 km/h e può contare su un’autonomia di 360 km nel ciclo WLTP.Utilizzando il caricatore di bordo da 7,4 kW, la batteria si può ricaricare totalmente in 7 ore e mezza, ma impiegando il caricatore trifase da 11 kW (disponibile come optional) le tempistiche si accorciano a 5 ore. Inoltre, se si collega l’auto a una colonnina a corrente continua da 100 kW si può passare dal 5 all’80% di carica in circa 30 minuti.

Prezzi a confronto

La nuova C4 X ha un listino prezzi che parte da 25.300 euro per la versione base PureTech 100. La motorizzazione PureTech 130 viene offerta a 29.300 euro nell’allestimento Feel Pack, 31.300 euro nella versione Shine e 32.800 euro nell’allestimento Shine Pack. Il motore diesel BlueHdi 130 ha un prezzo di 30.800 euro nella versione Feel Pack, 32.800 euro nella versione Shine e 34.300 euro in quella Shine Pack. 

Al top della gamma di posiziona la versione elettrica e-C4 X, che parte da 38.300 euro nell’allestimento Feel. Si tratta di ben 13.000 euro in più rispetto alla versione entry level a benzina. Gli allestimenti successivi sono identici alla versione termica: Feel Pack a 38.800 euro, Shine a 40.800 euro e Shine Pack a 42.300 euro. Tenendo conto degli incentivi con rottamazione, il prezzo dell’elettrica scende di 5.000 euro, ma rimane comunque molto superiore rispetto alle versioni a combustione. Vale la pena comprarla? Probabilmente l’elettrica non ha senso in base al mero calcolo della convenienza economica (anche tenendo in considerazione le agevolazioni fiscali), ma considerando che si tratta di un prodotto più innovativo, ideale ad esempio per chi abita in zone con limitazioni alla circolazione per le auto a combustione.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →