Auto elettriche: nuove tariffe Ionity per la gamma Hyundai

Costi di ricarica che partono da 29 centesimi per kWh, fino a due anni di sottoscrizione del pacchetto Ionity Premium, la sicurezza di un network fast charge per la novità Ioniq 5 e la sicurezza di un servizio presente in tutta Europa.

Una serie di ulteriori vantaggi cliente (che vanno cioè ad aggiungersi agli Ecoincentivi ministeriali, di recentissimo rifinanziamento, ed agli sconti concessionaria per l’acquisto delle auto elettriche) entrano a far parte del ventaglio di offerte che Hyundai – al centro di una profonda strategia di riposizionamento hi-tech all’insegna dell’elevata elettrificazione – propone agli acquirenti della sua lineup “zero emission”. Si tratta, nello specifico, di diversi livelli di pacchetti a tariffe e condizioni di ricarica agevolate tramite la rete di colonnine Ionity, network fondato nel 2017 come joint venture europea fra Bmw Group, Daimler AG, Ford, Gruppo Volkswagen (con Audi e Porsche) e lo stesso Hyundai Motor Group.

Ionity Premium

Il primo step ùalla rete Ionity è dedicato ai clienti che necessitano di più frequenti soste per la ricarica. L’offerta prevede, a fronte di un canone mensile di 13 euro, la possibilità di usufruire del “pieno” di energia presso i punti di ricarica Ionity ad una tariffa ridotta, ovvero 29 centesimi di euro per kWh nei mercati europei.

Ionity Lite

Il secondo “pacchetto”, che come il precedente ha una durata di 12 mesi senza rinnovo automatico, sarà disponibile a partire dall’autunno 2021 sotto forma di abbonamento che permetterà l’effettuazione di ricariche a 52 centesimi per kWh, presso le stazioni Ionity, a fronte di un canone mensile di 4,50 euro.

Abbonamenti gratis per la nuova Ioniq 5

Per i clienti che finalizzeranno un contratto con la novità Ioniq 5 entro il 31 dicembre 2021, indicano i vertici del marchio di Seul, si prevedono due anni di abbonamento alla tariffa Ionity Premium e l’attivazione gratuita del servizio Charge myHyundai con tariffa Flex: in questo modo, è possibile avere a propria disposizione il più grande network di ricarica a livello europeo (oltre 250.000 “hub” dislocati in 29 Paesi) operativo con lo standard CSS-Combined Charging System, con la soluzione semplificata di pagamento tramite un’unica tessera o App, anche per la “new entry” a zero emission di Hyundai.

Uno strumento in più per la ricarica veloce

Il costante aggiornamento tecnologico dei sistemi di alimentazione, del resto, procede di pari passo con la necessità di disporre del veicolo elettrico per più tempo possibile, e – di conseguenza – con soste di ricarica via via più rapide. La batteria ad alta tensione che equipaggia Hyundai Ioniq 5, in effetti, supporta sistemi di ricarica “fast charge” fino ad 800V. La ricarica a 350 kW disponibile presso gli “hub” Ionity dà la possibilità di caricare fino all’80%, da un 10% residuo, gli accumulatori di Hyundai Ioniq 5 (fino a 481 km di percorrenza a ciclo WLTP) in solamente 18 minuti, mentre è sufficiente una sosta di 5 minuti per avere a disposizione 100 km di autonomia.

Più possibilità di ricarica con Charge myHyundai

Come si accennava più sopra, la selezione dei “pacchetti” Ionity viene resa disponibile ai clienti attraverso il servizio di ricarica pubblico e privato Charge myHyundai, presente a livello europeo: il network si struttura in 400 stazioni ad elevata potenza (HBC) presenti in 24 Paesi europei e collocate all’interno della rete Ionity, per offrire l’accesso a più di 250.000 punti di ricarica in 29 paesi europei, che includono connettori in corrente alternata e corrente continua, grazie a una partnership con DCS-Digital Charging Solutions.

Con una sola card, o per mezzo di una App dedicata, gli utenti in Italia, Francia, Norvegia, Spagna, Svizzera, Repubblica Ceca, Regno Unito, Germania e Danimarca usufruiscono di una soluzione di pagamento semplificata per le fasi di ricarica della propria Hyundai a zero emissioni.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →