Audi RS Q e-tron: il prototipo elettrico con range extender per la Dakar 2022

Primi assaggi “sul campo” della vettura con cui il marchio di Ingolstadt, pioniere nella realizzazione di un veicolo zero emission per la “maratona” più famosa del mondo, punta alla vittoria assoluta.

A poco più di un anno dall’annuncio del suo debutto alla Dakar 2022 con un prototipo tutto nuovo, ed equipaggiato con un modulo di propulsione 100% elettrica, ed a qualche mese dalla conferma del progetto – contestuale, peraltro, all’abbandono dei suoi impegni in Formula E nonché al suo rientro nel WEC -, Audi rilascia i primi dettagli “sul campo” di RS Q e-tron, veicolo che sarà impiegato nell’edizione 2022 della “maratona offroad” che si svolgerà dal 2 al 14 gennaio del prossimo anno in Arabia Saudita.

È fatta per superare tappe di 800 km al giorno

Fra le novità di rilievo che tutti gli appassionati avranno modo di vedere, c’è quindi Audi RS Q e-tron, prototipo a zero emissioni ma con un’unità elettrica che servirà come motogeneratore di energia per l’alimentazione del pacco batterie. Si tratta, quindi, di un veicolo “range extender”. A trazione elettrica e con ricarica delle batterie mediante un sistema “convenzionale”, cioè: e questo, per ovvi motivi dovuti alle notevoli percorrenze da affrontare ad ogni tappa della Dakar (fino a 800 km al giorno). Unica soluzione, il ricorso ad un sistema che garantisca, attraverso il principio del gruppo elettrogeno, l’approvvigionamento di energia elettrica per gli accumulatori.

Rinnovare il legame con le corse e rinforzare l’esperienza per la produzione di serie

L’obiettivo che spinge i tecnici Audi, Q Motorsport GmbH e Audi Sport, che hanno curato il programma di sviluppo di RS Q e-tron, a schierarsi al via della Dakar 2022 va visto sotto diverse accezioni: il rinnovamento di una profonda liaison fra il marchio di Ingolstadt ed il motorsport, un’evoluzione delle tecnologie di propulsione che procede di pari passo con l’ingente impegno industriale e finanziario finalizzato ad avere nella propria futura lineup più di 20 modelli elettrici entro il 2025, insieme ad una sostanziale espansione della propria offerta di veicoli ibridi ed a raggiungere un terzo delle vendite globali con vetture elettrificate. La somma messa sul tavolo, annunciata a metà marzo 2021, è nell’ordine di circa 15 miliardi di euro e sarà spalmata nel quinquennio.

Laboratorio tecnologico

Del maxi programma di riposizionamento strategico a basse (o del tutto assenti) emissioni allo scarico fa parte anche l’impegno di Audi nelle competizioni: dopo avere conquistato la corona iridata Costruttori in Formula E nella stagione 2017-2018 , i due titoli WEC 2012 e due vittorie consecutive alla 24 Ore di Le Mans (2012 e 2013) con R18 e-tron ad alimentazione ibrida diesel, il marchio dei Quattro Anelli torna alla Dakar per iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della competizione, dove in effetti la capogruppo Volkswagen è presente in ben quattro edizioni (1980, con Iltis; 2009 e 2010 con Race Touareg 2; 2011, con l’”evoluzione” Race Touareg 3).

Ecco quindi RS Q e-tron, veicolo che conferisce ad Audi il primato nella partecipazione in veste ufficiale alla Dakar con un prototipo elettrico provvisto di range extender. Un “laboratorio” tecnologico che potrà servire come concreto banco di prova delle novità di mercato ad elevata elettrificazione attese in un’ottica a medio termine, come osserva Julius Seebach, amministratore delegato di Audi Sport e responsabile delle attività sportive internazionali Audi:

“Il progetto Audi RS Q e-tron è stato realizzato in tempi record e rappesenta la massima espressione dello slogan ‘Vorsprung durch Technik’ (“All’avanguardia della tecnica”). Schierandosi al via della Dakar, la Casa dei Quattro Anelli resta fedele alla propria filosofia di sviluppare nelle competizioni le tecnologie più innovative, destinate alla futura produzione di serie. Nei rally, ad esempio, abbiamo affinato la trazione integrale Quattro. Siamo stati la prima Casa automobilistica ad avere vinto la 24 Ore di Le Mans con un modello a propulsione ibrida. Ora, durante la Dakar, testeremo e porteremo al limite i componenti dei powertrain elettrici di domani”.

I dettagli di propulsione

Un’origine di propulsione già ben collaudata costituisce il “cuore pulsante” del gruppo powertrain di Audi RS Q e-tron: si tratta, nella fattispecie, di tre unità elettriche derivate dalla monoposto Audi e-tron FE07 di Formula E. Più in dettaglio, due MGU, ciascuna delle quali collocata in corrispondenza di uno degli assali, si incaricano della trazione; la terza unità agisce come generatore, per contribuire alla ricarica del pacco batterie ad elevato voltaggio (gli accumulatori, da 50 kWh di capacità e sviluppati “in casa” con la collaborazione di un partner specializzato, hanno un peso complessivo di 370 kg ed offrono un’efficienza di sistema che i tecnici Audi Sport indicano superiore al 97%), in special modo durante le fasi di decelerazione e di frenata.

Il range extender viene affidato ad un’altra… “vecchia conoscenza” per gli appassionati: l’unità motrice TFSI turbo quattro cilindri ad alimentazione diretta della benzina derivato da quelli che equipaggiano le vetture impegnate nel DTM. Le “Motor Generator Unit”, indicano i tecnici Audi Sport che con Q Motorsport hanno ricevuto il compito di sviluppare il prototipo, sono ovviamente state adattate alle particolarissime condizioni di marcia nel deserto, in cui le condizioni ambientali e le sollecitazioni dinamiche sono profondamente diverse rispetto a quelle dei circuiti cittadini.

Potenza e trasmissione

La potenza massima di Audi RS Q e-tron ammonta a 680 CV, sebbene il regolamento tecnico della Dakar 2022 che indichi quanti CV potranno effettivamente essere sfruttati durante la gara debba essere ancora definito. La trasmissione, monomarcia, si avvale della trazione integrale Quattro elettrica.

Lo sviluppo prosegue

I primi “giri di ruota” di Audi RS Q e-tron sono stati compiuti, nei giorni scorsi, presso il Competence Centre Audi Motorsport di Neuburg am der Donau. La “timeline” di sviluppo prevede, entro la fine del 2021, l’effettuazione di una nutrita serie di test e la partecipazione ad alcuni rally raid di affinamento.

Ultime notizie su Audi

Audi viene fondata nel 1910 e rappresenta un’evoluzione della precedente August Horch Automobilwerke GmbH. August Horch è un ex fabbro e poi ingegnere, fondatore della A. Horch & Cie ed uno [...]

Tutto su Audi →