Audi Grandsphere Concept, uno sguardo all’ammiraglia del futuro

La Grandsphere Concept si presenta come una “lounge su ruote” elettrica in grado di offrire prestazioni elevatissime e guida autonoma di livello 4.

La guida autonoma e i propulsori a zero emissioni stanno cambiando in maniera repentina e radicale il settore automotive. Molto presto le auto diventeranno dei mezzi di trasporto futuristici in grado di offrire un’esperienza di viaggio a 360°, proprio come promette l’inedita Audi Grandsphere Concept, prototipo della Casa dei quattro anelli pronto ad essere svelato sotto i riflettori del Salone di Monaco.

Questa inedita concept quattro porte caratterizzata da forme filanti da coupé anticipa quindi la berlina del futuro di Casa Audi che vedremo sulle strade nel 2025. Parliamo di una vera e propria Gran Turismo a zero emissioni in grado di offrire al guidatore la possibilità di guidare in maniera “manuale” o in alternativa di optare per la guida autonoma di livello 4 che permetterà al conducente di impiegare il proprio tempo per altre cose, come ad esempio il lavoro, la lettura o semplicemente per il riposo, il tutto mentre la vettura raggiunge la destinazione desiderata.

Business class

Paragonata dal costruttore teutonico ad un jet privato stradale che permette un’esperienza di viaggio da business class, questo grazie ad un ampio abitacolo modulare che rende la vettura una vera e propria “lounge su ruote” in grado di offrire lusso, intrattenimento e confort elevatissimo.

Il guidatore può optare tra due tipi di configurazione della parte anteriore dell’abitacolo: la prima permette di guidare utilizzando volante e pedaliera, coadiuvati dai comandi della console centrale e da una strumentazione digitale integrata nella plancia ricurva. La seconda configurazione, dedicata alla guida autonoma, offre la possibilità al guidatore di lavorare o riposare in un ambiente libero da comandi, infatti questi ultimi spariscono quando non viene richiesto il loro uso.

Itinerari smart

Utilizzando i servizi di comunicazione e guida autonoma sviluppati con Cariad (azienda che sviluppa i software del Gruppo Volkswagen) sarà possibile farsi guidare in itinerari panoramici, oppure direttamente a destinazione nel modo più rapido, questo grazie ad una attenta personalizzazione del viaggio, delle soste e delle destinazioni, ottenute tenendo conto del calendario di ogni persona presente a bordo. Come se non bastasse la Gransphere sarà anche in grado di raggiungere i punti di ricarica più comodi e di effettuare il “pieno” di energia in maniera totalmente autonoma.

All’interno troviamo due poltrone nella zona anteriore e un divano in quella posteriore che permettono di ospitare comodamente 4 persone adulte. L’accesso all’abitacolo è facilitato dalle ampie portiere con apertura ad armadio che si aprono appena i passeggeri si avvicinano alla vettura. Il tetto trasparente e i cristalli laterali angolati nella parte superiore offrono invece la massima luminosità e visibilità ai fortunati passeggeri.

Lunga e sinuosa

Dal punto di vista estetico, l’Audi Grandsphere Concept si presenta lunghissima, bassa e sinuosa. La vettura misura infatti 5,35 metri lunghezza, ha un’altezza di appena 1,39 metri, una larghezza di 2 metri e vanta un enorme passo di ben 3,19 metri. Il risultato è una gran turismo quattro porte che strizza l’occhio alle coupé. Il frontale risulta dominato dalla grande griglia Singleframe illuminata e ricoperta da un pannello trasparente, mentre poco più in alto troviamo i sottili proiettori LED a forma di pupilla che modificano la loro posizione a seconda delle esigenze.

Potenza e autonomia da vendere

La vettura si basa sulla nuova piattaforma elettrica PPE (Premium Platform Electric) che ospita una batteria piatta installata sul fondo dell’auto e dotata di unna capacità di 120 kWh. Su ogni asse è installato un motore elettrico che consentono la trazione di tipo integrale ed erogano una potenza complessiva di 721 CV (530 kW) e una coppia massima di 960 Nm. Questi numeri consentono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi, mentre l’autonomia dichiarata è di ben 750 km. Sfruttando l’’impianto da 800 volt è possibile ricaricare la batteria a 270 kW di potenza, passando in questo modo dal 5% all’80% di carica complessiva in appena 25 minuti.

Ultime notizie su Audi

Audi viene fondata nel 1910 e rappresenta un’evoluzione della precedente August Horch Automobilwerke GmbH. August Horch è un ex fabbro e poi ingegnere, fondatore della A. Horch & Cie ed uno [...]

Tutto su Audi →