Airstream eStream: arriva la roulotte ad alimentazione elettrica

Progettata per aiutare il veicolo trainante, diminuendone lo sforzo, dispone di frenata rigenerativa, un’unità elettrica, batterie e pannelli solari che garantiscono diverse giornate di autonomia anche senza ricarica.

Il carro davanti ai buoi, oppure i buoi che spingono il carro?”. È, questa, una domanda… antica quanto l’automobile (o quasi). Trazione anteriore e trazione posteriore rappresentano in effetti la “base” dei sistemi di trasmissione. C’è anche la trazione integrale (o a quattro ruote motrici), e fin qui si resta in un campo ben conosciuto. Come definire, tuttavia, un veicolo nel quale è il rimorchio stesso a fornire una parte di energia al convoglio, vale a dire anche alla motrice? È il caso di eStream, inedita roulotte sviluppata da Airstream, azienda statunitense leader nel settore dei veicoli ricreazionali. Sotto un’immagine che ad una prima occhiata sembra confermare le linee rétro delle roulotte di grandi dimensioni che negli anni 50 contribuirono a rendere famoso nel mondo il concetto di vacanza all’aria aperta (tende da campeggio a parte), si nasconde in effetti una serie di contenuti hi-tech inediti.

La sposti con il cellulare

Il concept eStream (perché di questo si tratta: un prototipo), sviluppato insieme alla tedesca ZF – azienda leader a livello mondiale nelle tecnologie di trasmissione – è di fatto un “rimorchio semovente”. Non è, per intenderci, un camper proprio perché questi ultimi vengono allestiti su un unico telaio: è una roulotte in tutto e per tutto, seppure disponga di un’unità motrice elettrica e di una batteria di alimentazione a se stanti, che permettono all’utente-campeggiatore di poterla spostare liberamente, all’interno di un camping o un’area di sosta, senza che sia necessario effettuare alcuna manovra con il veicolo di traino. A controllarne il movimento, indicano i tecnici Airstream, provvede uno smartphone, o un tablet. Insomma: con una App dedicata, si può decidere dove e come sistemare la propria “base” in maniera indipendentemente dalla vettura.

Può essere trainata anche da un’auto elettrica

L’aspetto più interessante, nel progetto eStream, è in effetti anche un altro: l’inedita roulotte “a manovra digitale” è stata concepita per funzionare al traino anche di un veicolo elettrico (come può essere, ad esempio e per trovare un parallelismo adatto, il pickup “zero emission” Rivian R1T). La ricarica dell’auto a batterie richiede, come è noto, molto più tempo rispetto al “tradizionale” rifornimento a benzina o gasolio (ma anche metano e GPL). Di più: il traino di un rimorchio di grandi dimensioni influisce in maniera significativa sull’autonomia del veicolo elettrico.

I dettagli del progetto

Per questo, l’inedita caravan viene provvista con un dispositivo di propulsione autonoma, alimentata da un pacco batterie da 80 Kwh, che rende la roulotte parcheggiabile senza l’ausilio della vettura, e aiuta il veicolo di traino ad aumentare il proprio “range” di percorrenza, anche grazie alla presenza di un sistema di frenata rigenerativa utile alla ricarica parziale delle batterie.

Inoltre, rende noto Thor Industries (la Company proprietaria del marchio Airstream), la presenza di una serie di pannelli solari da 900W offre energia sufficiente per consentire ai campeggiatori di vivere fuori dalla rete fino a due settimane, e nello stesso tempo avere a propria disposizione tutte le attrezzature di bordo, l’illuminazione interna e anche qualcosa di più (ci sono anche i comandi ad attivazione vocale). La App multimediale è in grado, analogamente a quanto avviene per le auto elettriche, di controllare lo stato di carica delle batterie ed i flussi di energia, oltre a visualizzare le indicazioni relative alle colonnine per la ricarica presenti lungo il tragitto o nelle vicinanze della piazzola di sosta così come dell’aria camping.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →