Lexus LFA: incidente in accelerazione [Video]

Concedersi certe licenze di guida può essere rischioso, anche al volante di un'auto sicura e ben progettata come la Lexus LFA, che spicca fra le supercar giapponesi.


 











Visualizza questo post su Instagram























 

Un post condiviso da | JDM Community | (@japanese.car.community) in data:


Il conducente di una Lexus LFA perde il controllo della sua supercar in fase di accelerazione, danneggiandola. Questo ci mostra il breve video proposto alla vostra visione.

Le esuberanze, a volte, possono costare tanto, anche quando si è al volante di mezzi studiati per le performance più estreme. Sarebbe meglio riservarsi un margine di sicurezza alla guida, ma non tutti lo fanno. Per fortuna nel caso in esame nessuno si è fatto male. I danni riguardano solo l'auto e non costituiranno un problema per il facoltoso proprietario.

La Lexus LFA suscitò l'interesse di molti ricchi che, a dispetto del prezzo di 375 mila euro, espressero un interesse superiore all'offerta, limitata a 500 esemplari, prodotti fra il 2010 e il 2012. Questi numeri, che illustrano il successo del modello, non erano così scontati per uno sfizio di lusso particolare.

Stiamo parlando infatti di una supercar distante anni luce da quanto proposto storicamente dal marchio nipponico. Il risultato degli sforzi progettuali è un'auto sportiva i cui tratti, dinamici e vigorosi, sembrano disegnati dalla spada di un samurai. Con la stessa precisione il modello aggredisce le strade di tutto il mondo.

Pur essendo una vettura straordinaria, la Lexus LFA non aveva lo stesso appeal delle granturismo europee, specie in considerazione del prezzo. Con analoga somma si potevano portare a casa dei modelli più prestigiosi, con una lunga tradizione di famiglia. Questo spiega perché ogni dettaglio ricevette attenzioni maniacali. Il motore non delude nemmeno oggi, grazie ai 560 cavalli sprigionati dal cinque litri aspirato. Le prestazioni e il comportamento sono adeguati. Anche la qualità è sublime. L'accoglienza di mercato ha spazzato le forti perplessità iniziali.

  • shares
  • Mail