USA: più incidenti negli Stati dove la Marijuana è legale

Una ricerca pubblicata su Fortune sembra mostrare una relazione tra il consumo di droghe leggere e gli incidenti in auto

Negli Stati Uniti sta prendendo sempre più piede il dibattito intorno alla legalizzazione della Marijuana e ai suoi effetti sulla guida degli automobilisti statunitensi: una ricerca condotta dall’istituto per la sicurezza autostradale sembra infatti mettere in relazione il consumo della sostanza stupefacente a un maggior numero di incidenti stradali negli Stati dove il suo possesso è legale.

Secondo i dati elaborati da questo studio, negli Stati del Colorado, di Washington e dell’Oregon, dove il consumo di Marijuana è permesso e legalizzato, gli incidenti automobilistici sono del 5,2% più frequenti che negli altri stati proibizionisti. Una seconda ricerca dimostra inoltre come le richieste di risarcimento danni per sinistro siano del 6% maggiori negli stati liberali.

Negli ultimi anni diversi e numerosi studi hanno cercato di indagare sulla relazione tra consumo di Marijuana e incidenti stradali giungendo spesso a conclusioni differenti: è dell’anno scorso una ricerca condotta dall’american journal of  public health, sul numero di incidenti mortali a Washington e nel Colorado, i cui risultati sembrano non mostrare una significativa relazione tra questi e il consumo di droga.

Tuttavia, il national transportation safety board ha annunciato che l’autista che lo scorso Marzo ha colpito con il suo pick up un bus, provocando la morte di 13 persone, era sotto l’effetto di Marijuana, che con i suoi effetti sedativi, annebbia i riflessi e riduce i tempi di reazione.

A cura di: Tommaso Marcoli

  • shares
  • Mail