Tutor attivo dal 25 luglio? Autostrade smentisce

Il sito dell'ASAP pubblica indiscrezioni sulla riattivazione del Tutor su alcuni tratti autostradali, ma nulla è ufficiale.


tutor


Il sistema di controllo elettronico continuo della velocità media in autostrada, il cosiddetto Tutor, non verrà riattivato il 25 luglio. La notizia, al momento, è priva di fondamento e Autostrade per l'Italia S.p.A. ha dato formale smentita affermando che "ogni valutazione e decisione puntuale circa le tratte, i tempi e le modalità di attivazione è di competenza della Polizia Stradale. Le informazioni già diffuse in questa fase, quindi, non hanno alcun fondamento".

La Polizia Stradale, in merito, non ha rilasciato alcuna comunicazione ufficiale né comunicato stampa. La notizia, però, proviene dal sito dell'ASAP, l'Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale che tra i suoi 25 mila soci conta anche molti agenti di Polizia. Potrebbe essere, quindi, che la riattivazione del Tutor sia effettivamente alle porte anche se non il 25 luglio.


Secondo l'ASAP il Tutor dovrebbe essere riattivato sui seguenti tratti: A10, galleria di Base Direttissima A1, A16 Baiano-Avellino e in alcuni tratti lungo le principali direttrici, A1 e A14 che prima dell'installazione del Tutor erano ben note per la loro pericolosità.

Il Tutor fu disattivato a fine maggio di quest'anno a seguito di una sentenza della Corte di Cassazione che, dopo 12 anni di battaglie in tribunale, diede ragione alla società Craft di Greve in Chianti (FI) titolare di un brevetto usato senza autorizzazione per la realizzazione dei Tutor.

A detta dell'ASAP i Tutor diffusi lungo la rete autostradale italiana sarebbero i nuovi SICVe-PM, dotati di una tecnologia diversa che non viola alcun brevetto e, quindi, potrebbero rientrare in funzione.

Tuttavia, solo a fine maggio 2018, in un comunicato stampa congiunto Autostrade e Polizia Stradale dichiaravano di essere al lavoro "per l’attivazione in via sperimentale del nuovo sistema SICVe PM, approvato con provvedimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti N. 3338 del 31 maggio 2017"

E' probabile, quindi, che la verità stia nel mezzo e abbiano ragione sia l'ASAP che Autostrade per l'Italia: i Tutor ora sono omologati e legali e possono rientrare in funzione ma non il 25 luglio e di sicuro non prima che la Polizia Stradale dia l'ok definitivo e ne comunichi la riaccensione con un congruo preavviso.

  • shares
  • Mail