Guida autonoma: incidente in Arizona per Waymo [Video]

Dopo Uber e Tesla, è la volta di Waymo: incidente in Arizona per il minivan di Google.

Un'auto a guida autonoma di Waymo

In Arizona, le auto a guida autonoma continuano a far parlare di sé, ma non senza qualche polemica. Si tratta infatti di un nuovo incidente stradale, in cui sarebbe stato coinvolto, questa volta, un veicolo targato Waymo.

Le dinamiche del sinistro, avvenuto nel pomeriggio di venerdì 4 maggio a Chandler, in Arizona, non sono ancora del tutto chiarissime, ma fino ad ora pare appurato che una Honda Sedan, che procedeva in direzione est sul Chandler Boulevard, avrebbe sterzato di colpo per evitare un'altra auto (presumibilmente sulla sua corsia), invadendo la corsia in direzione ovest, andando così a colpire la Chrysler Pacifica di Waymo.

Stando alle prime ricostruzioni fatte dalla polizia di Chandler, sembra che il minivan stesse procedendo a una giusta velocità e in modalità automatica, chiaramente con pilota a bordo. Sia il veicolo che la persona avrebbero riportato dei danni, meno gravi fortunatamente quelli dell'uomo.

Il tutto ripreso dalla videocamera della Chrysler, il cui video è stato rilasciato dalla stessa Waymo, e poi postato sui social dall'account Twitter della tv locale ABC15: l'azienda di Google fa sapere però, in una dichiarazione rilasciata a poche ore dall'incidente, che l'auto stava viaggiando in modalità manuale, contrastando quanto detto, invece, da un portavoce della polizia di Chandler, che sostiene fosse attiva la modalità automatica.

E' il secondo incidente che, in Arizona, vede coinvolto un veicolo a guida autonoma: il primo, risalente a marzo, ha avuto come protagonista una Volvo XC90 di Uber, che ha mortalmente investito una donna di 49 anni. Il fatto, molto grave, aveva costretto Uber a bloccare per qualche tempo la circolazione delle auto e i test su queste: cosa accadrà ora, invece, a Waymo? L'azienda, lo scorso novembre, aveva detto di voler sperimentare un programma di guida senza la presenza del pilota a bordo, con l'obiettivo di arrivare ad avere un'auto completamente a guida autonoma. Così, quando lo stato della California ha dato l'ok per aprire a questo tipo di test, Waymo non se l'è fatto ripetere due volte e ha richiesto il permesso.

  • shares
  • Mail