Peugeot 208: prime indiscrezioni sulla nuova generazione

Sarà proposta solo con la carrozzeria a cinque porte e aumenteranno le dimensioni, a tutto vantaggio dell'abitacolo posteriore.

peugeot-208-gt-line-ice-white-01.jpg


L'edizione online del magazine francese "L'Argus" riporta le prime indiscrezioni sulla nuova Peugeot 208, il cui debutto è fissato per il prossimo Salone di Ginevra in programma nel mese di marzo del 2019. La seconda generazione dell'utilitaria francese sarà proposta solo con la carrozzeria a cinque porte, dato che non sarà prevista la variante a tre porte.

Esteticamente, la nuova Peugeot 208 adotterà molti elementi stilistici della nuova 508, ma anche della concept car Fractal esposta al Salone di Francoforte del 2015. Inoltre, adotterà la nuova piattaforma modulare CMP che sarà introdotta con la SUV di piccole dimensioni DS 3 Crossback (attesa al prossimo Salone di Parigi in programma ad ottobre) e condivisa sia con la nuova generazione della Opel Corsa che con la nuova Peugeot 2008 in arrivo nel 2020. L'assemblaggio, invece, sarà affidato all'impianto slovacco di Trnava.

La lunghezza della Peugeot 208 aumenterà fino a 403 cm, sette in più rispetto agli attuali 396 cm. L'incremento delle dimensioni andrà tutto a vantaggio del passo, ma soprattutto per l'abitabilità posteriore e il bagagliaio che avrà la capacità minima di oltre 300 litri in configurazione standard.

Sono previste numerose innovazioni a livello tecnologico, a partire dalla nuova configurazione del sistema i-Cockpit. Sarà ampliata anche la dotazione con il dispositivo Blind Spot che monitora l'angolo cieco, il sistema Park Assist per l'assistenza nelle manovre di parcheggio, il dispositivo Adaptive Cruise Control e il sistema a guida autonoma nel traffico cittadino.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la nuova generazione della Peugeot 208 sarà disponibile con il motore a benzina 1.2 PureTech a tre cilindri nella versione aspirata da 82 CV, nonché nella declinazione sovralimentata da 110 CV o 155 CV di potenza. Confermata l'alimentazione a gasolio, con il propulsore diesel 1.5 BlueHDi da 100 CV e 130 CV. Il top di gamma sarà appannaggio della versione sportiva GTi, con l'unità a benzina 1.6 THP da almeno 225 CV di potenza.

Alla fine del 2019 dovrebbe debuttare anche la versione a 'zero emissioni' della nuova Peugeot 208 con il motore elettrico da 115 CV di potenza che, grazie alla batteria da 50 kWh ricaricabile anche a induzione, garantirà 350 km di autonomia massima. Nel 2021 o 2022, invece, col restyling di metà carriera avverrà la 'elettrificazione' di tutte le motorizzazioni, con l'abbinamento al piccolo propulsore elettrico da 48 CV che consentirà di ridurre sia i consumi che le emissioni.

  • shares
  • Mail