Posto auto: lecito occuparlo con sedie o altri oggetti?

Una sorta di prenotazione “coatta”, ma nel senso della parola inteso a Roma, cafona per intenderci.

E’ una delle cose più difficili da fare nel nostro paese: trovare un parcheggio. La situazione è così disperata che l’ingegno italico è sempre al lavoro. Quante volte vi è capitato di trovare l’agognato posto, ma è occupato da sedie, cassette della frutta o altri aggeggi volti a scoraggiare il parcheggio? Una sorta di prenotazione “coatta”, ma nel senso della parola inteso a Roma, cafona per intenderci. E guai a protestare, la ritorsione potrebbe essere dietro l’angolo… Ma è lecito occupare i parcheggi?

Come ci ricorda il sito laleggepertutti.it, chi blocca un posto auto per i propri comodi commette due illeciti: una violazione amministrativa del codice della strada, occupazione della sede stradale, che comporta una multa da 169,00 a 680,00 euro e il trasgressore può essere obbligato a rimuovere le recinzioni e gli ostacoli posti sulla sede stradale; il reato di invasione di terreni o edifici, punito con la reclusione fino a due anni e una multa da 103,00 a 1.032,00 euro.

I due illeciti sono cumulabili tra loro. Come chiarito dalla Cassazione, si tratta di due norme che agiscono su piani diversi: la prima tutela la sicurezza della circolazione stradale, la seconda la difesa del patrimonio pubblico.

Perché possa delinearsi il reato è necessario che il colpevole abbia l’intenzione di realizzare una stabile occupazione, cosa che potrebbe accadere in presenza di due pali metallici cementati a terra con una catena o da altri supporti fissi, sempre collegati tramite una catena. La sedia non presenta queste caratteristiche, ma, a volte, potrebbe celare una possibile reazione, diciamo così, eccessiva, da parte di chi ha deciso di “prenotare” in questa maniera il posto auto.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →