Auto rubata: cosa fare?

Come comportarsi in caso di furto d’auto.

ladro auto furto

La prima cosa, dopo aver sbollito la rabbia e la frustrazione, è reagire nell’immediato recandosi dai Carabinieri o dalla Polizia per presentare la denuncia di furto indicando il numero di targa del veicolo e specificare se è stato rubato anche il certificato di proprietà cartaceo e il libretto di circolazione. La denuncia può essere presentata dal proprietario del veicolo o da un’altra persona a lui vicino.

Dopodiché occorre richiedere al PRA la registrazione della perdita di possesso del veicolo recandosi presso il proprio ufficio territoriale ACI o un’agenzia di pratiche auto. Questa richiesta, a differenza della denuncia, può essere fatta dal proprietario o da altra persona, purché sia munita di delega e identificato con un documento di identità o riconoscimento.

La registrazione di perdita di possesso è fondamentale per sospendere l’obbligo del pagamento del bollo auto, dopodiché il PRA rilascerà un nuovo certificato di proprietà in versione digitale. Importante poi avvisare l’assicurazione entro tre giorni dal furto recandosi presso l’agente della propria compagnia oppure, in alternativa, inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno con la denuncia effettuata all’assicurazione.

Automobile non ritrovata


Se l’automobile non viene ritrovata la compagnia di assicurazione potrebbe liquidare il risarcimento entro 30 giorni dalla segnalazione. Per avviare la liquidazione occorre inviare alla compagnia la copia autenticata della denuncia e l’estratto della cronologia del PRA dove è stata indicata la perdita di possesso del veicolo.

Da allegare anche una copia del certificato di chiusura inchiesta con la quale la Polizia o i Carabinieri dove è stata sporta denuncia dichiarano di aver indagato, ma di non aver ritrovato il veicolo. Questo documento viene emesso dalla Procura della Repubblica del luogo dove l’auto è stata rubata.

Se l’auto è in leasing servirà un attestato che dichiari il debito residuo e quello già sborsato. Infine, la polizza furto va pagata fino alla scadenza, mentre per quanto riguarda la responsabilità civile può essere chiesto un rimborso relativo a tutta la parte non goduta.

Automobile ritrovata


Nel caso in cui il mezzo venga ritrovato, bisognerà inviare alla compagnia il verbale del ritrovamento rilasciato dalle autorità competenti al momento della restituzione. In caso sia necessario effettuare delle riparazioni in seguito a danneggiamenti subiti durante il furto bisogna segnalare al perito il luogo in cui si trova l’auto e attendere il suo benestare per poter farla ripartire.

Occorre poi fare attenzione al fatto che non tutte le polizze furto contemplano il risarcimento delle spese di custodia del mezzo che volte è necessario sostenere per il tempo che passa dal ritrovamento alla consegna, spese che possono essere anche molto pesanti, soprattutto nel caso in cui c’è bisogno di una riparazione.

  • shares
  • Mail