La precedenza nella rotonda: come comportarsi in quella europea, italiana e a doppia corsia

Come comportarsi con la precedenza nelle rotonde per evitare incidenti? Ecco la differenza tra rotatoria europea, all'italiana e cosa fare con le doppie corsie.

precedenza-in-rotonda-codice-della-strada.jpg

A chi dare la precedenza nella rotonda? Se siete da poco neopatentati e quindi con poca dimestichezza, o se state studiando per i quiz ministeriali, allora è il caso di fare il punto della situazione. Esistono principalmente due tipi di rotonde, o rotatorie: quella alla francese o europea, e quella all'italiana. Ecco in cosa si differenziano, a chi dare il diritto di precedenza per evitare incidenti e come comportarsi senza segnaletica.

In Italia tutte le rotatorie devono essere percorse in senso antiorario, ma ci sono differenze in merito alla tipologia di rotonda per l'applicazione della classica regola "la precedenza si da a destra":

  • la rotatoria alla francese, o rotatoria europea, prevede il diritto di precedenza è di chi la sta già percorrendo, quindi quando ci si immette bisogna fare attenzione a chi arriva da sinistra e solo successivamente entrare in rotatoria in senso antiorario girando a destra;

  • nella rotatoria all'italiana invece continua a prevalere il diritto di precedenza per chi arriva da destra, quindi per chi si sta immettendo;

  • esiste anche un tipo di rotatoria mista che prevede che il diritto di precedenza sia di chi proviene dalla strada più importante.

Per capire davanti a quale rotonda ci troviamo bisogna fare attenzione sia alla segnaletica orizzontale che alla segnaletica verticale. La rotatoria verrà sempre indicata con un segnale di prescrizione blu con tre frecce bianche che indicano il senso di marcia.
Nel caso di rotatoria alla francese troverete abbinato un segnale di prescrizione di dare precedenza con il triangolo rosso rovesciato su campo bianco e il segnale orizzontale di dare precedenza caratterizzato dalla linea con triangoli bianchi rovesciati affiancati.
Se invece si tratta di una rotatoria all'italiana sarà senza segnaletica, se non quello blu di prescrizione della rotatoria, perché varrà la regola generale del diritto di precedenza per chi viene da destra.

In ogni caso bisogna sempre segnalare con l'indicatore luminoso di direzione sia l'entrata in rotatoria, sia l'uscita, in modo da evitare incidenti.

Ma cosa fare se ci si trova davanti a una rotatoria a doppia corsia? Come previsto dal Codice della Strada, vale sempre la regola di percorrere la corsia libera più a destra, ma in caso di traffico ci si può spostare nella corsia a sinistra e procedere per file parallele, facendo però attenzione a segnalare per tempo e a tornare nella corsia di destra in tempo utile per compiere tutte le manovre per l'uscita dalla rotonda.

Queste regole sono valide in tutti gli Stati Europei in cui vige la guida a destra, ma ricordatevi che nel caso in cui vi troviate al volante dove vige la guida a sinistra, come nel Regno Unito, il senso di marcia e le precedenze sono totalmente diverse.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail