L’alcol alla guida: i limiti da rispettare, le sanzioni e cos’è la patente a ore

Bere alcol e poi mettersi alla guida è la cosa peggiore che si possa fare: ecco quali sono i limiti per il tasso alcolemico da rispettare, le sanzioni e quanto si può richiedere la patente a ore.

L’alcol e la guida sono due cose che un automobilista non deve mettere mai insieme: le bevande alcoliche abbassano il livello d’attenzione, riducendo drasticamente la sicurezza stradale e diventando causa di incidenti anche mortali. Ecco perché sono stati fissati dei limiti per il tasso alcolemico che non devono essere oltrepassati, altrimenti si incorre in sanzioni sempre più severe, fino ad arrivare al ritiro della patente e l’arresto.

I limiti di alcol alla guida secondo il Codice della Strada

Secondo quanto previsto dall’articolo 186 del Codice della Strada, il tasso alcolemico tollerato deve rimanere sotto 0,5 g/l.
Nel caso in cui tale soglia venga superata, le sanzioni saranno:

  • tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 g/l – multa tra 500 e 2000 euro, oltre alla sospensione della patente da 3 a 6 mesi;
  • tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/l – multa tra 800 e 3200 euro, possibile arresto fino a 6 mesi e sospensione della patente per periodo tra 6 mesi e 1 anno;
  • tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l – multa tra 1500 e 6000 euro, arresto da 6 mesi ad un anno, sospensione della patente tra un minimo di 1 anno fino a 2 anni, ma anche sequestro preventivo del veicolo e confisca del veicolo stesso, a meno che non appartenga a qualcun altro.

Nel caso in cui la vostra guida in stato di ebbrezza abbia causato un incidente, le sanzioni previste vengono raddoppiate, e la macchina viene posta in fermo amministrativo per 6 mesi.
Questo schema è valido a patto che non siate neopatentati: in quel caso la tolleranza per l’alcol è zero, quindi dovete assolutamente evitare le bevande alcoliche prima di mettervi alla guida.

Il rifiuto all’alcol test

Se la polizia stradale vi ferma e decide di farvi soffiare nell’etilometro, non protestate e fatelo: il rifiuto di sottoporsi all’alcoltest è un reato punito severamente con la perdita di 10 punti della patente e le stesse sanzioni previste per chi ha un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l.

La patente a ore: cos’è come funziona

Nell’articolo 218 del Codice della Strada, relativo alle sanzioni accessorie della sospensione della patente, viene previsto il caso in cui venga rilasciato un permesso di guida a chi ha la patente sospesa, e in questo caso si parla di “patente a ore“.
Questo permesso viene concesso dal prefetto su richieste e previo esame, ma soltanto nei casi più gravi in cui la sospensione della patente non permette al conducente di recarsi sul luogo di lavoro utilizzando i mezzi pubblici o comunque mezzi non propri.
Il permesso consente di guidare in determinate fasce orarie e comunque non oltre le 3 ore al giorno, ma bisogna anche tenere conto che questa concessione aumenta il periodo di sospensione della patente per un numero di giorni pari al doppio delle ore complessive per le quali è stata autorizzata la guida.

Ultime notizie su Sicurezza

Sicurezza

Tutto su Sicurezza →