Come pulire l'auto: i consigli fai da te per gli interni, carrozzeria e per macchie difficili

Pulire l'automobile da macchie ostinate come la resina o anche il vomito può essere difficile, ma ecco alcuni consigli fai da te per avere un'auto splendente.

Closeup of hand wasing black car

Siete stanchi di vedere la vostra auto sporca e siete esasperati da fastidiose macchie che non vogliono andare via? Ecco alcuni consigli per pulire al meglio l'interno dell'auto e togliere tutte le imperfezioni dalla carrozzeria, non necessariamente usando detergenti professionali, ma anche con semplici prodotti di pulizia che potrete trovare in casa. Nel caso in cui non abbiate una macchia specifica da togliere, ma dovete fare le pulizie da cambio di stagione, iniziate a pulire gli interni dell'auto e solo dopo spostatevi all'esterno.

Come pulire gli interni dell'auto

Prima di mettervi all'opera assicurate di avere con voi tutto il necessario: sicuramente vi servirà un aspirapolvere, meglio ancora se portatile per poter arrivare con agilità anche sotto i sedili e nei punti più difficili; munitevi anche di panni che non lascino pelucchi, come quelli in microfibra, ma anche carta assorbente e salviette umidificate; infine assicuratevi di avere a portata di mano alcuni prodotti per la pulizia, come il detergente per i vetri, ma anche del semplice detersivo dei piatti o del bicarbonato, in base a cosa dovrete pulire.

Iniziate con i tappetini: toglieteli e puliteli, sbattendoli per eliminare la polvere in eccesso ed eventualmente pulendoli con acqua e sapone. A questo punto togliete tutto quello che avete accumulato e dimenticato in auto: potreste trovare inestimabili tesori che avevate creduto perduti, ma anche fare terribili scoperte. Passate l'aspirapolvere in tutti i punti, soprattutto sotto i sedili: il trucco è mettersi nei sedili posteriori dell'auto e spingere il sedile anteriore in avanti lungo le guide, per poi ribaltare lo schienale in avanti, in questo modo potrete pulire più agilmente.

Per pulire il tessuto dei sedili potete servirvi di un vaporetto, in modo da disinfettare con il calore, ma se il sedile è in pelle utilizzate del detergente specifico ed ecco un trucco utile: la pelle con il caldo diventa più morbida e assorbe di più i prodotti, quindi se state facendo le pulizie in estate siete già ok, ma se le state facendo in inverno ricordatevi di accendere il riscaldamento dell'auto.

Ci sono dei casi in cui, però, la pulizia deve essere più specifica: se avete i sedili pieni di peli di cane ricordatevi di spazzolarli bene, utilizzate un aspirapolvere potente e terminate l'opera con la spazzola adesiva che serve per togliere i peli dagli abiti. Nel caso in cui il problema però sia il vostro tabagismo, la puzza di fumo può essere tolta mettendo del bicarbonato sulla tappezzeria dell'auto e mettendo una ciotola con un po' di aceto in auto: lasciate una notte così l'auto nel box e il giorno seguente togliete l'aceto, togliete il bicarbonato con una spugna e pulite con una spugna umida e un po' di detergente, come uno shampoo. Assicuratevi di pulire bene soprattutto sul tettuccio, dove il fumo può essersi depositato.

Per pulire il cruscotto e le plastiche interne usate un panno inumidito e asciugate subito, per non lasciare aloni; nel caso in cui ci siano delle macchie più difficili, passate con una spugna leggermente inumidita, ma ricordatevi poi di asciugare subito e di passare comunque dei prodotti specifici che possano aiutare a preservare il deposito di polvere.

Pulire la carrozzeria dell'auto

La pulizia della carrozzeria dell'auto è una operazione che va fatta almeno una volta al mese, per evitare che lo sporco accumulato rovini la vernice. Una buona manutenzione consente di mantenere l'auto come nuova, ma a volte non basta andare in autolavaggio: le auto con una tinta opaca rischiano di venire rovinate dalle spazzole, quindi dovrete procedere con un lavaggio a mano.

Inoltre, se pulirete l'auto in pieno inverno dovrete fare attenzione a togliere bene i residui di sale antighiaccio che viene sparso nelle strade: il sale corrode l'auto, quindi assicuratevi di pulire bene il sottoscocca.

Per la carrozzeria il consiglio migliore è quello di usare una idropulitrice, ma se non dovreste averne a disposizione, va bene anche usare una spugna morbida e uno shampoo per auto: una volta finito di togliere tutto lo sporco, lavate con acqua e asciugate subito, l'auto sarà così brillante e senza aloni. Ricordatevi di passare bene con una spugna nella parte anteriore dell'auto, facendo attenzione a togliere tutti gli insetti che potrebbero essersi scontrati in velocità nel vostro percorso. Infine, se i fari dell'auto sono diventati opachi, un trucco per renderli di nuovo splendenti è quello di usare del dentifricio: usate un vecchio spazzolino per sfregare con vigore e poi pulite con acqua e sarà come nuovo.

Per quanto riguarda invece finestrini e parabrezza, il consiglio è di usare lo stesso prodotto che usate per la pulizia degli specchi e delle finestre in casa: in fondo si tratta sempre di vetro o di cristallo. Ricordatevi di evitare l'esposizione diretta del sole mentre state facendo queste pulizie e usate carta assorbente.


Consigli per le macchie più difficili

Ci sono alcuni casi in cui pulire la propria auto diventa un vero colpo al cuore: se avete parcheggiato la macchina sotto degli alberi in estate o se un vostro passeggero ha sofferto di mal d'auto, sapete già di cosa stiamo parlando.

Per togliere la resina dalla carrozzeria dell'auto sono in vendita dei prodotti specifici, ma se avete in casa dell'alcool denaturato va bene lo stesso: versatene un pochino su un panno o direttamente sulla resina e strofinate, la macchia dovrebbe venir via con facilità. Se la resina è ancora morbida non fate l'errore di cercare di grattarla via con il dito: potreste fare l'errore di spalmarla ancora di più sulla carrozzeria.

Se invece il problema è causato dal mal d'auto di un vostro amico, di vostro figlio o del vostro cane, dovete agire subito: il vomito è acido e quindi potrebbe corrodere, oltre a lasciare un cattivo odore. Mettete subito della carta assorbente per evitare che i liquidi entrino nei sedili e non strofinate, o sarà davvero una impresa pulire; togliete i residui solidi e spargete del bicarbonato sulla macchia, in modo che assorba anche l'odore pungente, e lasciate agire una decina di minuti, anche mezz'ora. Intanto preparate una cremina di acqua e bicarbonato se avete imbottiture in pelle, o per altri rivestimenti con acqua e poco aceto con detersivo per piatti e sfregate bene. Pulite con acqua e un panno pulito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail