Ritrovata la Miura di Italian Job

Un appassionato ha rintracciato e comperato una delle due Miura utilizzate in The Italian Job. Era appartenuta alla famiglia Ferretti, ignara di tutto.

E’ stata ritrovata la Lamborghini Miura arancione del film The Italian Job, perduta al termine delle riprese ed oggi fotografata in condizioni smaglianti. La storia è raccontata oggi da Iain Tyrrell, neo co-proprietario della V12 emiliana. Tyrrell ha ricevuto un messaggio lo scorso dicembre. In quell’occasione fu invitato a Parigi, all’interno di un garage sotterraneo, dove gli furono concesse tre ore per esaminare la vettura. “All’inizio ero scettico, perché nessuno ha visto quella Miura negli ultimi 46 anni. Però il mio informatore era affidabile e così mi sono diretto a Parigi”.

Qui Tyrrell ha scoperto che nella sequenza del film vennero utilizzate due Miura, entrambe messe a disposizione da Lamborghini: una è stata effettivamente distrutta, mentre l’altra è stata conservata con estrema attenzione per lunghi anni. “Questa Lamborghini è il Sacro Graal delle supercar – spiega Tyrrell, titolare del concessionario Chershire Classic Cars –. Nessuno ha mai saputo dove fosse e se esistesse realmente, ma dopo averla analizzata con cura posso dire che si tratta dell’esemplare utilizzato per le riprese del film”.

L’uomo ha stabilito che la Miura venne affittata da Lamborghini alla Paramount. Dopo le riprese tornò nella disponibilità di un concessionario, che la vendette ad un ignaro appassionato. Nel 2005 è stata comperata da Norberto Ferretti, proprietario dell’omonima azienda e figlio dell’uomo che acquistò la Miura dopo le riprese del film. Nessuno dei due conosceva però il prestigio dell’automobile. Tyrrell ed il socio intendono ora esporre l’auto in giro per il mondo.

  • shares
  • Mail