Ford C-Max facelift in nuove foto spia

La futura Ford C-Max facelift è stata avvistata su strada ed immortalata in queste foto spia.

Ford C-Max Facelift: foto spia su strada

Un prototipo della futura Ford C-Max facelift è il protagonista di questa serie di foto spia che mostrano la vettura mentre era impegnata in alcuni test di sviluppo su strada. Nonostante le camuffature che caratterizzano il muso e la coda della vettura, la Ford C-Max fotografata ci permette di farci già un'idea dei particolari sui cui Ford interverrà per donare nuova linfa vitale alla gamma del suo monovolume medio. Osservando le immagini si può infatti intuire come Ford intenda aggiornare il look della vettura in maniera importante, come già visto sulla variante facelift della Ford Focus. Proprio come la Ford Focus, e la Ford Fiesta, anche la Ford C-Max si caratterizzerà per via di un muso con grande family feeling con le altre vetture.

I fanali saranno infatti modificati per risultare più allungati, proprio come sugli altri modelli, mentre la calandra riprenderà forme già viste su altre auto dell'Ovale Blu, con un look che dovrebbe ricordare quello introdotto dalla Ford Mondeo. Per raccordare il tutto alla perfezione Ford ha sviluppato anche un nuovo paraurti anteriore i cui tratti distintivi sono però ancora celati dalle camuffature. Ci si aspetta però un fascione anteriore muscoloso e con un'unica presa d'aria centrale accompagnata da due fendinebbia ai lati. Guardando la griglia inferiore dell'auto si può notare una particolare camuffatura centrale: ciò potrebbe essere sintomo della presenza di un radar o di una telecamera che la nuova Ford C-Max potrebbe utilizzare per migliorare la sicurezza di guida grazie a sistemi di frenata automatica, di lane keeping e di collision avoidance.

Passando al posteriore la nuova Ford C-Max proporrà dei fanali aggiornati che implicheranno modifiche anche al portellone e ad altri particolari della carrozzeria mentre nella parte bassa debutterà un paraurti di nuova concezione. A livello tecnico ci si aspettano infine motori aggiornati ed un globale miglioramento dell'efficienza di marcia.

  • shares
  • Mail