Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto, dettagli tecnici e prime impressioni di guida

Romeo Ferraris: foto e dettagli del Cinquone, la storia del preparatore e l’azienda oggi.


Pochi giorni fa vi abbiamo parlato del Cinquone di Romeo Ferraris, versione stradale dell’auto da competizione ideata dal preparatore italiano capace di erogare ben 300 Cv di potenza massima. Oggi, oltre a proporvi un nostro servizio fotografico della vettura, vogliamo descrivervi più da vicino la storia del Cinquone da competizione e quella di Romeo Ferraris, un marchio importante nel mondo dei preparatori nazionali; ma iniziamo dalla stradale.

A livello meccanico l’auto si caratterizza per i semiassi rinforzati e maggiorati, pinze Brembo a 4 pompanti, nuova valvola blow-off, turbocompressore di dimensioni più cospicue su cuscinetti volventi. Ma ci sono anche testata lavorata, pistoni stampati, intercooler maggiorato, guarnizioni della testata riviste, alberi a camme speciali, nuovi collettori di scarico, down-pipe con catalizzatore a 200 celle, mappatura elettronica della centralina. L’anima della personalizzazione del Cinquone passa anche attraverso i suoi step di potenza: disponibili tre turbocompressori che differiscono per dimensioni ed assicurano diversi livelli di potenza fino ad un massimo, appunto, di 300 Cv. L’assetto può vantare molle Eibach ed ammortizzatori Bilstein. Il tutto poggia su cerchi in lega Romeo Ferraris da 18″ con pneumatici 215/35.

All’interno la vettura si caratterizza per sedili Recaro con cuciture a rombi ed il cruscotto in alcantara e carbonio. Le nostre prime impressioni di guida sono più che lusinghiere: la piccola belva può vantare un’ottima capacità di accelerazione e risulta rapidissima sullo stretto, dove emergono tutte le sue doti di reattività, precisione, stabilità e maneggevolezza. Più sensibile e meno piantata sui curvoni da quarta e quinta marcia: qui il Cinquone sembra soffrire le imperfezioni stradali e gli avvallamenti, dove scarta dalla traiettoria a causa del passo ridotto, del peso contenuto e della poca deportanza. Tuttavia l’appoggio laterale e la tenuta rimangono elevati. Sound estremamente piacevole e frenata da sportiva vera.

Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto

Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto

Il Cinquone da competizione

Lo sviluppo del Cinquone da competizione è iniziato nel 2008: un progetto fortemente voluto da Romeo Ferraris che voleva tornare nuovamente in pista con un prototipo interamente realizzato dalla sua factory. La base di partenza è costituita dalla Abarth 500, completamente rivista nella meccanica e nel corpo vettura: il propulsore 1.4 è in grado di erogare 360 Cv e la carrozzeria è dotata di carreggiate e parafanghi allargati e con parti in carbonio che ne hanno ridotto il peso a soli 970 kg. La vettura è stata ufficialmente presentata a Palazzo Taverna in Roma il 28 maggio 2009 presso la sede del Modigliani Institut.

Grazie alla collaborazione del prestigioso istituto, per la prima volta in Italia, nel 2009 un’auto da corsa prende il via in una gara ufficiale, del Campionato Turismo Endurance (CITE). I risultati sono a dir poco brillanti: l’equipaggio composto da Michela Cerruti e Mario Ferraris, ha conquistato 3 vittorie e 9 terzi posti, oltre al trionfo di classe nella 6 ore di Vallelunga. Da qui l’idea di onorare il Cinquone da gara con una variante stradale ad altissime prestazioni.

Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto

La storia di Romeo Ferraris

La carriera di Romeo Ferraris, classe 1937, comincia nel 1959 quando si fa conoscere come preparatore della Lancia del grande Giancarlo Baghetti. Da allora 67 titoli e più di mille vittorie arricchiscono il suo palmares, tra campionati automobilistici italiani, europei e mondiali in tutte le categorie e gare Offshore. Nel 1962 Ferraris apre un’autofficina a Milano e comincia a elaborare motori preparando vetture destinate alle competizioni e al tempo stesso, nel 1966, si avvicina al mondo della motonautica, sviluppando i poderosi diesel da 9.000 cc che lo porteranno a essere vittorioso anche nel campionato Offshore.

Nel 1970 inizia a interessarsi ai prototipi, realizzando dapprima un propulsore da 1.000 cc e 136 cavalli a 11.300 giri derivato dal Fiat 128 con testa Romeo Ferraris (conosciuto come Millino), seguito dal 2000 Prototipi un 8 cilindri a 16V da 350 cavalli che venne montato sulla Lola-Ferraris con cui corse Arturo Merzario. Verso la metà degli anni ’70, nonostante i continui successi, Romeo si allontana dalle corse automobilistiche per affermarsi nel mondo della motonautica, dove dominerà per quasi un decennio conquistando 18 titoli e innumerevoli record di velocità sull’acqua.

Per l’Offshore Romeo Ferraris elabora motori IVECO e successivamente progetta e sviluppa interamente il motore Seatek che equipaggerà i famosissimi scafi Gancia dei Gancia di Stefano Casiraghi e il Cesa 1882. A partire dal 2004 torna alle quattro ruote con l’E.T.C.S. vincendo i rispettivi titoli di classe per 5 anni consecutivi. I successi continuano nel 2009 con il titolo iridato nel Sara GT e nel 2010 con il Trofeo Abarth Preparatori.

Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto

L’officina

La Romeo Ferraris è oggi specializzata nello sviluppo di auto da competizione ma anche nella realizzazione di rifiniture estetiche su misura, interni esclusivi e soluzioni finalizzate all’aumento di prestazione di autovetture di qualsiasi marca e modello. Manutenzione inclusa: la Romeo Ferraris è infatti un Centro Abarth Racing, un’officina autorizzata Alfa Romeo e un Bosch Car Service. La sede dell’azienda, situata a Milano, può vantare 8 ponti assistenza, 1 ponte assetto, un centro di diagnosi elettronica, un banco a rulli 4×4 per prova potenza e verifica funzionamento vetture, 2 banchi prova motore e avanzate attrezzature per lavorazioni meccaniche.

Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto
Romeo Ferraris Cinquone: nuove foto

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Tuning

L'attualità del tuning auto con le preparazioni più interessanti, i kit di elaborazioni e gli allestimenti sportivi con foto e video gallery. Scopri la nostra rubrica dedicata per non mancare nulla sulle importanti novità e sugli eventi che [...]

Tutto su Tuning →