GCT CR-1: dagli Stati Uniti la prima roulotte in fibra di carbonio

La Global Caravan Technologies ha chiesto il supporto persino di Dallara. E' nata quindi la prima roulotte in fibra di carbonio, la cui massa influisce sui consumi del veicolo: i consumi diminuiscono così in maniera ben più che significativa.

La riduzione dei consumi e delle emissioni va intesa quale obiettivo finale, a tutto tondo, da non perseguire solo con la massima efficienza in ambito motoristico. Le case automobilistiche devono infatti sviluppare un corredo di accessori che siano intelligenti e funzionali, capaci cioè di fornire un contributo attivo: è per tal motivo che leggiamo di cerchi in lega sempre più leggeri, di sedili realizzati con materiali futuristici e di elementi della carrozzeria che sempre più sofisticati e studiati. Tale riflessione va ora estesa anche alle roulotte.

I SEDILI DEL FUTURO? AVRANNO SENSORI E TELECAMERE

La statunitense Global Caravan Technologies (GCT) ha infatti realizzato la prima roulotte con telaio e carrozzeria in fibra di carbonio, sviluppata con il supporto di Dallara ed in vendita a partire da inizio 2015. Si chiama CR-1, è lunga 10.7 metri e verrà introdotto nel terzo quadrimestre del 2014. Il rimorchio avrà un peso minimo di circa 2.7 tonnellate (la metà rispetto ad un veicolo tradizionale) e le percorrenze dell’auto su cui viene montanto miglioreranno del 100/150% rispetto a quand’è prevista una roulotte in metallo classico.

ANCHE LE MOTRICI ADOTTERANNO FIBRA DI CARBONIO?

Il GCT CR-1 costerà un minimo di 170.000 dollari e potrà raggiungere i 770.000, mentre di serie o in opzione vengono offerti anche un impianto solare da 700 watt, rivestimenti in materiali pregiati ed un sistema di controllo via iOS, Android o PC.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: