Stati Uniti vs Europa: perché gli americani sono più auto-dipendenti

Una precoce motorizzazione di massa, meno tasse e strade migliori: questi sono solo alcuni dei motivi di questo diverso comportamento

Aerial Views Of Las Vegas

Secondo una ricerca riportata da ‘The Atlantic’, gli americani guidano per l’85% dei loro spostamenti giornalieri, mentre gli europei si fermano tra il 50 ed il 60%. Ed ancora più ampia è la differenza se il percorso da compiere è molto breve: il 70% degli statunitensi lo percorre in auto, mentre la stessa percentuale di abitanti del Vecchio Continente utilizza la bicicletta, i mezzi pubblici o fa una camminata. Ma da cosa dipende questa maggiore dipendenza dell’automobile da parte degli americani?

Una delle ragioni principali è storica e riguarda la motorizzazione di massa, arrivata negli Stati Uniti già prima della Seconda Guerra Mondiale (un’auto ogni due famiglie a metà anni ’30), mentre in Europa, fino a qualche decennio fa, le auto potevano acquistarle solo le famiglie ricche. Un altro aspetto fondamentale riguarda le tasse, decisamente più alte nel Vecchio Continente, sia per quanto riguarda la ‘gestione’ dell’auto che per i prezzi del carburante. Rendendo così più economico spostarsi con altri mezzi, seppur magari a discapito del tempo impiegato.

C’è anche una questione culturale: gli Stati Uniti hanno focalizzato l’attenzione sulla tecnologia per combattere il problema dell’inquinamento, con convertitori catalitici e carburante più pulito, mentre in Europa si è pensato principalmente a limitare l’utilizzo delle vetture, con zone pedonali, parcheggio limitato o aree ad ingresso a pagamento. E, per la stessa ragione, nel Vecchio Continente è più sviluppato il sistema di trasporto pubblico, così come le piste ciclabili e le zone pedonali: quest’ultime stanno iniziando a crescere solo ora dall’altra parte dell’oceano.

Inoltre, c’è il sistema stradale completamente differente. Visto l’utilizzo di una serie di sussidi governativi, i progettisti e gli ingegneri statunitensi hanno dovuto rispettare uno standard minimo nella costruzione di strade, ponti, gallerie, incroci, segnali stradali e parcheggi, rendendo così più funzionale l’intero sistema, rispetto a quello europeo privo di regole specifiche. Per chiudere, negli Stati Uniti una zona residenziale comprende solo appartamenti, mentre in Europa prevede anche uffici, studi e negozi. Così le distanze americane da percorrere sono mediamente più lunghe.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: