Annual Top Fuel Shootout: quando un dragster va in fuoristrada...

Solo negli Stati Uniti posso svolgersi gare di accelerazione su una pista in terra battuta... Accade in Arizona, dove il Valley Raceway ospita l'ormai consolidato Annual Top Fuel Shootout. Dragster, quad, dune buggy e moto si sfidano su una pista lunga 100 metri.

Fra le tante sfumature dell’automobilismo sportivo yankee ce n’è una che trascende qualsiasi definizione o similitudine. Troppo semplice avvicinarla alle corse dragster, perché il terreno su cui si svolgono le manche è adatto più al motocross che non a gare d’accelerazione. La disciplina è ancor priva di un nome riconosciuto, elemento che conferma la nostra teoria: nemmeno i partecipanti hanno capito in che modo stanno impiegando il loro tempo… Battute a parte, il Dome Valley Raceway di Wellton (Arizona) ospita ormai da cinque edizioni l’Annual Top Fuel Shootout, un testa a testa fra vetture ad altissime prestazioni ed organizzato su una pista in terra battuta.

Le vetture presenti al via sono decisamente varie e sfaccettate: c’è il simil quad dall’asse anteriore stiracchiato, c’è una sorta di dune buggy dalle ruote posteriori ‘cicciose’ e ci sono anche delle improbabili motociclette, la cui posizione in sella è ben lontana dal poter essere definitiva ergonomica. Ci sono soprattutto i dragster, modificati grazie all’installazione di nuovi pneumatici posteriori e configurati in versione ‘full power’. L’esemplare presente nel video utilizza ad esempio un V8 HEMI da 500 pollici cubi (oltre 14 litri), che sviluppa una potenza massima superiore a 7.000 CV. La sua miglior prestazione? Una manche – corsa su un tratto lungo 100 metri – è stata portata a termine in appena 2.16 secondi!

  • shares
  • Mail