Lavare l'auto: ecco come farlo senza mani...

Alla vigilia del week-end è bene rinfrescarsi le idee...


Lavarsi da soli la propria auto è sempre gratificante: ogni piccola porzioni di carrozzeria viene pulita accuratamente, scoprendo i piccoli segni del tempo, graffietti od eventuali ammaccature. Un buon lavaggio a mano deve iniziare con un getto di acqua ad alta pressione, in grado di rimuovere le impurità che, se strofinate direttamente, potrebbero graffiare la preziosa vernice. Fatto questo si passa all’insaponatura, da effettuarsi con movimenti circolari e con una buona dose di olio di gomito. Esiste una moltitudine di saponi liquidi appositamente studiati per la cura della propria carrozzeria, anche se personalmente ho sempre preferito usare i tradizionali bagnoschiuma per la cura del corpo: ciò che è progettato per non irritare la pelle, non può certo provocare danni alla vernice. Per lo stesso principio è sempre meglio utilizzare spugne non troppo abrasive. Per la pulizia dei cerchioni, generalmente più soggetti ad uno sporco più resistente è meglio adoperare il sapone per i piatti, dotato di particolari proprietà sgrassanti e lucidanti.

Dopo il risciacquo è consigliabile asciugare l’auto con carta assorbente e, con la carrozzeria fredda, spalmare uno strato di cera sulla carrozzeria, da stendere con movimenti circolari. Quando essa forma una patina bianca è tempo di rimuoverla con un panno pulito e sempre con movimenti circolari. Il risultato finale è garantito. Certamente vi starete chiedendo cosa ci azzecca tutto quanto sopra scritto col video che state per vedere o avete già visto in apertura. Semplice: non vorremmo mai e poi mai che il significato delle immagini fosse travisato. Senza contare che vedere delle belle ragazze giocare con l’acqua in una giornata così calda aiuta certamente il corpo e la mente ad affrontare meglio l'afa. Non siete d'accordo?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: