PSA Peugeot Citroen presentano la nuova piattaforma modulare EMP2

Il gruppo PSA, formato da Peugeot e Citroen, ha svelato la nuova piattaforma costruttiva EMP2, acronimo di Efficient Modular Platform 2: si tratta di una costruzione molto avanzata, sulla quale verranno assemblate auto di segmento C e D dei due marchi transalpini. La EMP2 vanta una moltitudine di materiali applicati per la sua realizzazione, come acciai altoresistenziali, alluminio e compositi. Componenti che promettono di incrementare la sicurezza, il piacere di guida ed il comfort di marcia.

Il loro utilizzo permette inoltre di risparmiare ben 70 kg di peso, a tutto vantaggio di consumi ed emissioni. Inutile sottolineare come questa piattaforma modulare sia stata architettata per fare da base costruttiva a berline, station-wagon, coupè e crossover, evidenziando ancora una volta l’importanza di massimizzare le economie di scala per ridurre i costi e massimizzare i profitti.Una filosofia che accomuna questa base costruttiva alle piattaforme MLB (per auto con motore montato longitudinalmente) e MQB (per vetture con propulsore installato trasversalmente) del gruppo Volkswagen, ideate per costruire una gamma vastissima di modelli a cavallo fra tutti i brand VW.

La piattaforma EMP2, dotata di schema sospensivo multilink al retrotreno, sarà inoltre predisposta per ospitare una componentistica volta al risparmio di carburante: è stata infatti concepita per dare alloggio a dispositivi come il servosterzo elettrico e il sistema start&stop; innovazioni che, insieme alle gomme a bassa resistenza al rotolamento e ad un nuovo sistema catalitico, garantiranno un sicuro risparmio alla pompa ed emissioni di CO2 ridotte del 22%. EMP2 entrerà in produzione alla fine dell’anno e sarà adottata sulle nuove generazioni di Citroen C4 e Peugeot 308.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: