Fiat 500C Hybrid Launch Edition: la prova su strada

Alla moda, brillante e poco assetata, la 500 Hybrid è la compagna ideale in città, e nella variante Cabrio è ancora più sbarazzina

La Fiat 500 non è solo termica o elettrica, nella gamma dell’utilitaria alla moda del Lingotto c’è anche la variante ibrida, che adotta una soluzione mild per agevolare la transizione verso il processo di elettrificazione. L’abbiamo guidata nella versione Cabrio nell’allestimento Launch Edition dalla livrea sgargiante.

Esterni: lettere e sigle ne svelano il cuore ibrido

Se la 500 è un’auto glamour, la Cabrio, con il tetto in tessuto che scopre l’abitacolo, è ancora più appagante, ed offre un piacere d’utilizzo superiore nelle giornate estive. A livello estetico, la natura ibrida della citycar torinese è evidenziata dalla H stilizzata sulla fiancata e dalla scritta Hybrid sul portellone. Particolare la colorazione verde rugiada dell’allestimento Launch Edition dell’auto della nostra prova. Nel complesso, le proporzioni sono quelle conosciute che riprendono le forme della mitica antenata capace di motorizzare l’Italia. Con il recente restyling sono apparse le firme luminose a LED che donano un tocco di modernità all’insieme, ma nel complesso vale il detto: squadra che vince non si cambia.

Interni: alla moda e sostenibili

La 500 Hybrid in prova sfoggia la colorazione verde rugiada anche sulla plancia che rimane quella conosciuta nel disegno, ma è tutto l’abitacolo a svelare la natura sostenibile dell’auto grazie al tessuto dei sedili ottenuto con plastiche riciclate, ed alle schermate della strumentazione che consentono di tenere sotto controllo il flusso d’energia, il recupero della stessa in frenata, ed i consumi in tempo reale. L’abitabilità è buona davanti, mentre dietro c’è poco spazio, così come a livello del bagagliaio che ha una capacità di 182 litri.

Al volante: brillante e parca, ideale per la città

Sotto le forme affascinanti della 500, in questa versione si cela il sistema ibrido leggero formato dal motore termico FireFly 1.0 a 3 cilindri da 70 CV e 92 Nm, con 2 valvole per cilindro, 1 albero a camme, variatore di fase continuo, e rapporto di compressione di 12:1; e dal propulsore elettrico da 4,9 CV collegato all’albero motore e alimentato da una batteria agli ioni di litio da 0,13 kWh che trova spazio sotto il sedile del conducente. Una combinazione vincente per la circolazione in città, visto che consente di evitare i blocchi del traffico, e di guidare in maniera canonica, senza dover cambiare il proprio stile come avviene con le full hybrid o con le elettriche.

Ne deriva un’andatura brillante se si utilizzano a dovere le 6 marce del cambio manuale, ma fondamentalmente non c’è bisogno di ricorrere spesso alla leva della trasmissione con l’unità elettrica che supporta quella convenzionale in ripresa ed alle basse andature. Lo scatto non è certo paragonabile a quello di una sportiva, e lo 0-100 km/h coperto in 13,8 secondi lo dimostra, ma livello di consumi i risultati sono decisamente favorevoli, con una media di quasi 20 km/l che si ottiene senza procedere ad andature mortificanti.

Prezzo: quasi 22.000 euro per la 500C Hybrid Launch Edition

La 500 Hybrid ha un listino che parte da poco più di 15.000 euro per l’allestimento Pop, ma la Cabrio, nella ricca variante Launch Edition, sfiora i 22.000 euro, con un costo di 21.850 euro per l’esattezza, incentivi e promozioni esclusi.

I Video di Autoblog