Infiniti QX55: caratteristiche e dotazioni del nuovo SUV-coupé

La gamma “a ruote alte” del marchio alto di gamma di Nissan si arricchisce con l’arrivo dello Sport Utility Coupé che debutterà oltreoceano nella primavera 2021.

Sebbene a marzo 2019 i vertici dell’azienda avessero annunciato la progressiva uscita di scena dall’Europa occidentale a partire dal 2020 (primo passo: lo stop della produzione a Sunderland, nel Regno Unito), la presenza Infiniti in altri mercati-chiave si mantiene attiva. Su tutti, ci sono gli USA, dove nel 2019 il volume di vendite ha sfiorato le 118.000 unità. E proprio negli Stati Uniti si attende l’imminente debutto di Infiniti QX55, inedito SUV-coupé di dimensioni medio-grandi chiamato a rinnovare l’immagine della produzione “a ruote alte” del marchio premium di Nissan, iniziata all’inizio del terzo Millennio con la lineup FX.


In nord America nel 2021


Infiniti QX55 debutterà sui mercati di oltreoceano (USA e Canada) nella primavera del 2021, con il principale obiettivo di rinnovare la “sfida” nei confronti di una fascia SUV-crossover Coupé in cui l’”offensiva” tedesca è piuttosto forte (segnatamente Bmw X4, Audi Q5, Mercedes GLC Coupé); seguirà l’esordio nel medio oriente, in Russia ed in altri Paesi asiatici.

Corpo vettura dichiaratamente sportivo


L’impostazione esteriore

di Infiniti QX55 rivela un marcato richiamo allo stile a suo tempo impostato per lo “Sport Utility” FX, caratterizzato da un aspetto atletico e “muscoloso” (perfettamente in linea con l’impostazione di questa fascia di veicoli, dunque), in particolare per quanto riguarda l’andamento spiovente del tetto nella zona posteriore del veicolo, nelle linee sinuose e nella forma dei parafanghi. Da segnalare l’adozione di una griglia dalle dimensioni maggiorate rispetto ad Infiniti QX50 rispetto a cui il nuovo QX55 deriva per alcuni aspetti.

Abitacolo: eleganza minimale e dettagli di pregio


All’interno

, Infiniti QX55 evidenzia la consueta atmosfera elegantemente “minimal” e sportiva che contraddistingue l’immagine del “luxury-brand” di Nissan. Anche in questo caso diversi elementi risultano molto simili, nel disegno, a quelli adottati da QX50 (il disegno del quadro strumenti e della plancia, ad esempio, ma anche la consolle centrale), mentre la scelta di combinazioni cromatiche per i rivestimenti interni – in ecopelle, pelle trapuntata e pelle in finitura semi-anilina, a seconda delle singole configurazioni di gamma - propone un’audace finitura bicolore.

I pannelli porta e la plancia presentano una finitura in legni pregiati (allestimento Sensory), un’interessante alternativa ai dettagli in fibra di carbonio spesso utilizzati per i particolari dei SUV di fascia più dinamica; ed accenti in alluminio scuro nelle configurazioni Luxe ed Essential.


Digitalizzazione e infotainment


Il modulo strumentazione-funzioni di connettività presenta la configurazione Infiniti con schermo digitale al centro del quadro strumenti e doppio display Infiniti InTouch "in colonna", formato da uno schermo touch da 8” e da un secondo display, da 7”, collocato immediatamente sotto al primo. L’infotainment prevede la compatibilità con Apple CarPlay in modalità wireless, Android Auto, hotspot WiFi 4G e quattro prese Usb. Il sistema di auto connessa si traduce nell’offerta delle modalità di aggiornamento over-the-air per il sistema multimediale e le mappe di navigazione.

ADAS di ultima generazione


I sistemi di ausilio attivo alla guida utilizzano il sistema Pro-Pilot di aiuto al conducente per le fasi di sterzata e frenata, di mantenimento del veicolo nella propria corsia di marcia e di controllo della risposta dell’acceleratore in determinate condizioni, attraverso l’azione dell’Intelligent Cruise Control con Full-Speed Range and Hold e dello Steering Assist. La dotazione di sistemi ADAS comprende, ovviamente, anche la frenata autonoma d’emergenza, il Lane Departure Warning ed il riconoscimento della segnaletica stradale con rilevazione dei limiti di velocità.

Motorizzazione: c’è il 2.0 turbo a compressione variabile


Sotto il cofano

, Infiniti QX55 viene equipaggiata con l’unità motrice 2.0 turbo benzina a quattro cilindri provvista di tecnologia di rapporto di compressione variabile (fra 14:1 ed 8:1) attraverso un dispositivo brevettato che aumenta o riduce impercettibilmente la corsa dei pistoni a seconda delle situazioni di guida e del carico a bordo. La trasmissione (trazione integrale Intelligent AWD con trasferimento automatico della coppia motrice fra gli assali) si avvale di un cambio automatico a variazione continua e sistema “shift-by-wire”. La potenza dichiarata è nell’ordine di 268 HP (corrispondenti a poco meno di 272 CV) e 380Nm di coppia massima.

  • shares
  • Mail