Kia e-Soul, il debutto dell'urban crossover elettrico si avvicina

Disponibile in due step di autonomia (450 e 280 km circa), prevede il sistema di ricarica rapida e fa il pieno di tecnologia: dall'infotainment sempre connesso attraverso SIM card e compatibile con AndroidAuto ed Apple CarPlay ai sistemi di assistenza alla guida

La Kia e-Soul rappresenta una pedina importante per il marchio coreano nell'ambito della strategia di espansione "a zero emissioni". Perché è una vettura moderna, stilosa, completamente elettrica e appartenente al sempre più appetitoso segmento delle urban crossover. È giunta alla terza generazione mantenendo inalterato il suo DNA e affinando le sue armi principali. È stata presentata nel corso della più recente edizione del Salone di Ginevra e non sarà più affiancata da modelli dotati di motore termico, a conferma dell'impegno di Kia nell'elettrificazione della gamma.

Più lunga e confortevole


Nessuna rivoluzione estetica per la vettura elettrica coreana, ma solo piccoli ritocchi, con il frontale ridisegnato per contenere lo sportello di ricarica posizionato sul lato guidatore, con nuove luci a LED (anche posteriori) e nuovi fendinebbia. Cresce nelle dimensioni: 4.195 mm di lunghezza (+55 mm rispetto alla precedente generazione) e passo di 2.600 mm (+30 mm), mentre il bagagliaio offre una capienza che varia tra i 315 litri e i 1.339 litri. Dentro, l'ambiente è moderno e pensato per offrire il massimo comfort, con rivestimenti disponibili in tessuto o pelle (vera o sintetica) e con gli esclusivi "tweeter" sul cruscotto per un ascolto della musica ai vertici della categoria. Al centro della plancia spicca il nuovo sistema di infotainment con display touchscreen da 10,25 pollici, con connessione Bluetooth “multi-connection” e con il sistema Kia Live che utilizza una SIM card dedicata per mantenere l’auto connessa e aggiornata in tempo reale, il tutto compatibile con Apple CarPlay e AndroidAuto.


Due versioni con autonomia differente


Due le versioni disponibili: long-range da 64 kWh e mid-range da 39,2 kWh. La prima è equipaggiata con un motore elettrico da 150 kW (204 CV) e prevede un’autonomia massima fino a 452 chilometri (sul ciclo combinato WLTP). Grazie alla generosa coppia massima di 395 Nm, la versione da 64 kWh di e-Soul accelera da 0 a 100 km/h in soli 7,9 secondi. La mid-range, invece, sviluppa una potenza di 100 kW (136 CV). Sprigiona la medesima coppia (di 395 Nm) ma garantisce un'autonomia di 277 km. Entrambe riescono a raggiungere una velocità massima di 167 km/h.

Tempi e sistemi di ricarica


Di serie, su entrambe le versioni, c'è il sistema di ricarica rapido Combined Charging System (CCS), che permette di accorciare i tempi per la ricarica: entrambi i pacchi batteria ai polimeri di litio possono essere ricaricati dal 20 fino all'80% della capacità in soli 42 minuti utilizzando un sistema fast-charger da 100 kW. Invece, per un rifornimento a 7,2 kW occorrono più di sei ore. Non mancano ovviamente tutte le tecnologie pensate per recuperare energia e massimizzare l'autonomia: dalla pompa di calore ad alta efficienza energetica che recupera il calore residuo dal sistema di raffreddamento della vettura abbassando l’assorbimento energetico, fino alla frenata rigenerativa regolabile su più livelli tramite i paddle al volante, come accade su quasi tutte le auto elettriche.


Sistemi di sicurezza, disponibilità e prezzi


Ampia pure la dotazione in termini di sistemi di assistenza alla guida. La Kia e-Soul dispone infatti di tecnologie come il Forward Collision-avoidance Assist (FCA), il Blind-spot Collision Warning (BCW) e Blind-spot Collision-avoid Assist-Rear (BCA-R), lo Smart Cruise Control (SCC) con Stop & Go e Lane Keeping Assist (LKA), il Driver Attention Warning (DAW) e l’High Beam Assist (HBA). La vettura sarà disponibile ad inizio 2020 (sempre con 7 anni di garanzia), con prezzi a quanto pare dovrebbero partire da circa 40.000 (per la mid-range) e che permetteranno ai clienti di accedere agli Ecobonus ministeriali di 4.000 euro (o 6.000 euro con rottamazione di una vettura fino ad Euro 4) per l’acquisto di una vettura avente valori di emissioni di CO2 inferiori a 20 g/km.

  • shares
  • Mail