Nuova Audi TT: la quarta generazione sarà a motore centrale?

Tra le ipotesi per la nuova Audi TT figura anche la piattaforma a motore centrale e trazione posteriore, come le Porsche 718 Cayman e Boxster.


Nel 2022 dovrebbe debuttare la quarta generazione della sportiva Audi TT che, molto probabilmente, continuerà ad essere proposta come TT Coupé e TT Roadster. Tuttavia, la nuova sportiva compatta della Casa di Ingolstadt potrebbe adottare la piattaforma a motore centrale e trazione posteriore, condivisa con le Porsche 718 Cayman e 718 Spyder per le economie di scala.

A differenza delle future gemelle della Casa di Zuffenhausen, la nuova generazione della Audi TT sarà disponibile solo con il motore a benzina 2.0 TFSI a quattro cilindri in linea, in diverse declinazioni di potenza fino anche a 400 CV. Per impossibilità di natura tecnica, non sarà più riproposto il propulsore a benzina 2.5 TFSI a cinque cilindri. In compenso, la gamma dovrebbe essere ampliata alla versione e-tron a propulsione elettrica.

Per quanto riguarda altre varianti di carrozzeria, non sarebbero escluse le versioni di serie delle concept car TT Offroad e TT Sportback, esposte alle kermesse Salone di Pechino e Salone di Parigi del 2014. Stando alle indiscrezioni del passato, i due suddetti modelli potrebbero rappresentare le uniche configurazioni - coupé a cinque porte e SUV coupé - della nuova Audi TT.

Infine, sarebbe allo studio anche l'inedita Audi eTTron, crossover a propulsione elettrica con la carrozzeria a cinque porte da 435 centimetri di lunghezza. Dotata della specifica piattaforma MEB, sarà disponibile con il singolo motore elettrico da 204 CV di potenza o con il doppio propulsore elettrico da 408 CV di potenza. Le batterie da 45 kWh, 58 kWh e 78 kWh, invece, garantiranno l'autonomia massima variabile da 320 km a 550 km.

  • shares
  • Mail