Milano Area B: i divieti partiranno il 25 febbraio

Una ZTL grande come tutta la città. Colpiti soprattutto i veicoli diesel più vecchi ma nei prossimi anni toccherà anche a quelli più recenti. Multe salate

Divieto auto diesel

Aggiornamento 10 novembre: un mese in più, prima che l'ennesimo muro contro le auto venga eretto. Più che altro perché al Comune serve tempo per installare le telecamere. Milano Area B, la gigantesca zona a traffico limitato, praticamente grande come l'intera città, entrerà in vigore il 25 febbraio 2019 invece del 21 gennaio come previsto in origine. Le prime telecamere saranno attive nelle seguenti vie: Anassagora, Pirelli, Sarca, Giuditta Pasta, Gallarate, Tofano, Basilea, Zurigo, Gonin, Baroni, Cassinis, Rogoredo, Carlo Feltrinelli, Mecenate, Fantoli. Entro il 2019 i varchi diventeranno 98, per arrivare ai definitivi 188 entro il 1° ottobre 2020.

 

Milano Area B: città chiusa


Lo abbiamo detto più volte. I blocchi del traffico non servono a ridurre l'inquinamento ma solo a fare cassa e a punire ideologicamente la categoria degli automobilisti, colpendo inoltre in modo più pesante chi non può permettersi di comprare auto più moderne. Siamo anche stanchi di ripeterlo. Quindi riepiloghiamo gli aspetti principali della cosiddetta Area B di Milano (nuovo nome della "Low Emission Zone", area a basse emissioni), enorme zona a traffico limitato che copre il 72% del territorio comunale e il 97% dei residenti. Poi ognuno trarrà le proprie conclusioni.

E' l'ennesimo regalino agli automobilisti da parte dell'amministrazione guidata da Giuseppe Sala. Dal 25 febbraio 2019 sarà vietato l'accesso all'area B dal lunedì al venerdì (festivi esclusi), dalle 7.30 alle 19.30, alle automobili a benzina Euro 0, ai diesel Euro 0, 1, 2 e 3, ai motocicli Euro 0 e ai mezzi pesanti oltre 12 metri di lunghezza. Ma questo è solo il primo passo. Poi diventerà peggio. Infatti dal 1° ottobre 2019 il divieto si estenderà anche ai diesel Euro 4, autovetture e veicoli commerciali.

Milano Area B

E non dimentichiamo l'orizzonte ancora più fosco degli anni futuri: se nessuno interverrà a cancellare questi provvedimenti, dal 1° ottobre 2020 i divieti coinvolgeranno anche le auto a benzina Euro 1 e i veicoli commerciali diesel Euro 4; dal 1° ottobre 2022 le auto a benzina Euro 2 e le diesel Euro 5. Dal 1° ottobre 2025 non potranno entrare le auto a benzina Euro 3 e le auto diesel Euro 6, cioè le auto nuove che si comprano oggi, pagandole a caro prezzo. Poi teoricamente dal 2030 nessuna auto diesel potrà più entrare, indipendentemente dalla classe di emissione.

La multa per i trasgressori è di 80 euro. Ci saranno dei bonus, cioè un numero prestabilito di accessi ogni anno. Nel primo anno sono consentiti 50 accessi a tutti. Dal secondo anno in poi, i residenti avranno un bonus di 25 accessi all'anno, tutti gli altri solo 5.

Ci sono alcune deroghe. Il divieto non vale ad esempio per le auto storiche, i veicoli col contrassegno invalidi (se il titolare è a bordo) e quelli adibiti a trasporto invalidi, i veicoli per trasporto malati che necessitano di terapie salvavita, i veicoli diretti ad un pronto soccorso, a condizione che entro la fine del giorno successivo a quello dell'ingresso venga registrato il passaggio sul sito comunale.

Poiché l'installazione delle telecamere avverrà progressivamente partendo da gennaio, le multe non scatteranno immediatamente. Nei primi tre mesi, chi passa per la prima volta sotto le telecamere con un'auto vietata riceverà una lettera informativa dal Comune, in cui si spiegherà come fare a registrarsi sul sito internet comunale per ottenere il bonus degli accessi gratuiti. La multa verrà sanzionata solo se si passa nuovamente dopo aver ricevuto la lettera.

La mappa di questa pagina mostra l'area vietata, colorata in rosa. I pallini verdi corrispondono ai varchi in cui verranno installate le telecamere (saranno 185). Come si può notare, praticamente l'intera città viene chiusa. Solo alcuni dei quartieri più periferici vengono salvati; in diversi di questi ci sono i maggiori parcheggi d'interscambio con la metropolitana.

  • shares
  • +1
  • Mail