WRC 2022: Hyundai presenta la nuova i20 N Rally 1

Hyundai Motorsport presenta la i20 N Rally 1, l’auto che affronterà la stagione 2022 del WRC, la prima dell’era ibrida di questo sport.

Il WRC si appresta ad aprire le porte alla sua nuova stagione, con il consueto appuntamento sulle montagne che sovrastano il Principato di Monaco. Per la prestigiosa vetrina inaugurale del Rally di Monte-Carlo, Hyundai Motorsport presenta la nuova vettura con cui tenterà l’assalto al titolo piloti e costruttori: la i20 N Rally 1, la prima dell’era ibrida di questo sport. Le novità non finiscono qui, perché nel gruppo di piloti della Casa coreana si aggiunge il talento di Oliver Solberg ai veterani Tanak e Neuville, oltre all’esperto Dani Sordo che festeggerà il nono anno consecutivo con questi colori addosso.

Le novità auto

Il nuovo regolamento del WRC ha introdotto delle gustose novità, specialmente a livello delle auto. Il 20 gennaio, quando gli equipaggi partiranno da Monte-Carlo si aprirà una nuova era. La Hyundai i20 N Rally 1 si presenterà con meno aerodinamica, con una meccanica meno raffinata con cambio a 5 marce con leva, quindi niente più paddle al volante e con un divieto assoluto per il raffreddamento a liquidi dell’impianto frenante. Nel complesso la vettura risulterà più pesante anche per via del pacchetto elettrico posto sull’assale posteriore con un motore elettrico da 100 kW, che sono circa 134 cavalli. Nuovo anche l’inverter e il pacco batterie fornito da Compact Dynamic, così come le gomme Pirelli, realizzate per esaltare le caratteristiche delle nuove auto del WRC.

Una livrea tradizionale

La i20 N Rally 1 avrà una livrea che sarà un miscuglio delle diverse carrozzerie usate dalle varie versioni delle i20 dal 2016 a oggi. L’azzurro pastello rimane il colore principale, ma ci sarà tanto blu, il rosso-aranciato e qualche piccola novità come i disegni di circuiti elettrici stilizzati sui passaruota e sulle fiancate della macchina ibrida. Sotto al cofano ci sarà quindi il motore elettrico da 100 kW che andrà a supportare il 1.6 turbo da 380 cavalli che discende da quelli che hanno spinto le WRC Plus dal 2017 al 2021.

Si guida diversamente

Le nuove vetture ibride comporteranno alcuni cambiamenti nel modo di guidare dei piloti. Le auto potranno essere più veloci per qualche secondo, sfruttando i quasi 500 cavalli complessivi in alcuni tratti delle prove speciali, ma questo comporterà dei cambiamenti nello stile di guida, i piloti infatti freneranno in modo differente, dovendo pensare a una tattica per ricaricare le batterie e avere l’energia supplementare del motore elettrico nel momento opportuno, ma anche quale delle tre mappe dell’ibrido a disposizione scegliere per le prove. Ogni pilota avrà per sé una singola mappa, per cui i team dovranno avere delle strategie ottimali per capire la natura delle prove per poi decidere la più consona e favorire così il lavoro dei piloti nel corso dei tratti cronometrati del percorso. Prestare quindi una massima precisione nell’uso della modalità EV (Electric Vehicle) nelle zone di trasferimento prestabilite, ma anche durante il Parco Assistenza.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →