Volkswagen Polo TGI 2022: allestimenti e prezzi

La gamma della compatta di segmento B di Volkswagen si arricchisce della versione alimentata a metano, che è in vendita con prezzi da 20.750 euro.

In ordine al suo arrivo nelle concessionarie italiane (fissato per sabato 23 e domenica 24 ottobre, con un Weekend Porte Aperte), ed in piena corrispondenza con le anticipazioni annunciate al momento della sua presentazione (maggio 2021), la rinnovata gamma Volkswagen Polo si arricchisce con l’introduzione della interessante configurazione a metano omologata Monofuel: una tipologia di alimentazione che da tempo fa parte delle proposte ad alimentazione alternativa da parte del Gruppo VAG, che per i propri modelli a gas naturale ricorre esclusivamente ad un serbatoio benzina da meno di 15 litri secondo la normativa in vigore in Italia (art. 17, comma 5 della legge n. 449 del 27 dicembre 1997), che prevede sostanziose agevolazioni fiscali e finanziarie a supporto dello sviluppo dei veicoli GPL e gas naturale.

Notevole gradimento

Sui risultati in termini di vendite raccolti da VW Polo nei 45 anni (e sei generazioni, più i vari aggiornamenti che nel tempo si sono susseguiti, l’ultimo dei quali – il “Model Year 2022” – è in fase di debutto nelle concessionarie) di presenza sul mercato, le cifre parlano chiaro: circa 18 milioni gli esemplari complessivamente venduti.

Fra questi c’è, appunto, la gamma TGI a gas naturale: una proposta che, fin dal lancio della sesta generazione della “segmento B” di Wolfsburg (ma attualmente assemblata nelle linee di montaggio di Pamplona e Uitenhage, in Sudafrica), avvenuta nel 2017, ha incontrato un ottimo riscontro in Italia: nei primi otto mesi del 2021, infatti, con 4.765 unità immatricolate Volkswagen Polo TGI ha rappresentato il modello a metano più venduto sul nostro mercato (dati Unrae). Ed è da segnalare, a riprova dell’apprezzamento dimostrato nei confronti della versione “eco friendly”, che l’incidenza di VW Polo TGI è di oltre un terzo sul totale venduto nel periodo 1 gennaio-31 agosto 2021.

I dettagli di alimentazione

Sotto al cofano, Volkswagen Polo TGI 2021 viene equipaggiata con… una vecchia conoscenza: l’unità motrice 1.0 TGI a tre cilindri da 90 CV e 160 Nm di forza motrice (abbinata al cambio manuale a sei rapporti), già ben conosciuta nella gamma eco friendly del Gruppo Volkwagen. Una scelta che, come è facile comprendere, non intende accontentare i clienti desiderosi di prestazioni velocistiche “da sparo”; tuttavia, puntando decisamente i propri riflettori sull’economia di gestione e sull’efficienza del gruppo propulsore tanto in ottica di risparmio nei rifornimenti quanto di attenzione alle emissioni, Volkswagen Polo 1.0 TGI si propone per un tipo di utenza che si muove massimamente in ambito urbano o inter-city, ed è attenta alle spese di mantenimento del veicolo (oltre che all’ambiente: una vettura a metano emette il 25% in meno di CO2 rispetto ad un corrispondente veicolo a benzina, meno monossido di carbonio e ossidi di azoto, e quantitativi minimi di particolato).

Serbatoi e autonomia

L’alimentazione si avvale di tre serbatoi per il metano (13,8 kg complessivi), e da un più piccolo serbatoio per la benzina (9 litri): in questo modo, dati alla mano, Volkswagen dichiara un consumo di gas naturale a ciclo medio WLTP che oscilla fra 5,6 e 5,9 metri cubi per 100 km, da 100 a 105 g/km di emissioni di CO2 (il che permette di accedere all’Ecobonus) e 350 km di autonomia a gas naturale, con un “pieno” di circa 14 euro. Una volta esaurito il gas, la vettura passa da se all’alimentazione a benzina.

Assortimento di gamma e prezzi

La nuova versione TGI a metano di Volkswagen Polo viene declinata in tre livelli di allestimento:

  • Polo;
  • Life;
  • Style.

Non c’è, dunque, la versione più sportiva R-Line che completa la lineup a benzina e gasolio.

Di seguito gli importi di vendita “chiavi in mano”.

  • Polo: 20.750 euro;
  • Life: 22.250 euro;
  • Style: 23.750 euro.

Le principali dotazioni

Polo

  • App-Connect;
  • Climatizzatore manuale;
  • Strumentazione digitale Digital Cockpit con schermo da 8”;
  • Proiettori anteriori con luci diurne e fari a Led;
  • Rilevamento stanchezza conducente “Fatigue Detection”;
  • Monitoraggio anteriore “Front Assist” con “City Emergency Brake” e riconoscimento di pedoni e ciclisti;
  • Assistente al mantenimento di corsia “Lane Assist”;
  • Radio Composition con schermo touch da 6.5” e predisposizione per i servizi online We Connect e We Connect Plus;
  • Volante multifunzione.

Life

Agli accessori di serie della variante “base” Polo aggiunge, fra gli altri:

  • App-Connect Wireless;
  • Bracciolo centrale anteriore;
  • Cerchi in lega “Essex” da 15”;
  • Cruise control;
  • Radio predisposta per la navigazione “Ready2Discover” con schermo touch da 8”;
  • Volante multifunzione rivestito in pelle.

Style

Al “capitolato” di equipaggiamento Life offre, in più:

  • Cruise control adattivo ACC;
  • Cerchi in lega “Palermo” da 16”;
  • Strumentazione digitale Digital Cockpit Pro da 10,25”;
  • Fari LED Matrix IQ.Light con Dynamic Light Assist;
  • IQ.Drive Pack con Travel Assist;
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori “Park Pilot” con frenata di emergenza nelle fasi di manovra.

Trasporta un po’ meno, ma consente numerosi vantaggi

Un (relativo) rovescio della medaglia c’è, e riguarda la capienza utile del bagagliaio. “A causa” della presenza delle tre bombole per il metano, Volkswagen Polo TGI 2021 perde un po’ nella capacità di trasporto bagagli: il volume di carico posteriore scende da 351 litri nel normale assetto di marcia a 251 litri. Risultato, in ogni caso, piuttosto buono considerate le dimensioni del corpo vettura (la lunghezza misura 4,07 m, la larghezza sfiora 1,75 m, l’altezza misura 1,45 m, per un passo di 2.552 mm), e che va rapportato alle facilitazioni economiche di cui beneficiano i veicoli Monofuel, ai livelli di emissioni che grazie all’alimentazione a metano – oltre a rivelarsi positivi per l’ambiente – consentono di usufruire degli Ecobonus (rifinanziati) per le vetture con valori di biossido di carbonio allo scarico compresi fra 61 e 135 g/km, ed all’utilizzo quotidiano (e per il tempo libero) da parte delle famiglie.

La scheda tecnica

  • Architettura motore: 3 cilindri in linea, collocato in posizione trasversale;
  • Cilindrata complessiva: 999 cc;
  • Potenza massima: 90 CV;
  • Coppia massima: 160 Nm fra 1.800 e 3.800 giri/min;
  • Capacità serbatoi: 13,8 kg metano, circa 9 litri benzina;
  • Peso in ordine di marcia: 1.305 kg;
  • Peso complessivo: 1.680 kg.

Trasmissione

  • Cambio: manuale a sei rapporti;
  • Trazione: anteriore.

Valori prestazionali

  • Velocità massima: 183 km/h;
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 12”3;
  • Consumo a ciclo medio WLTP: 5,6-5,9 metri cubi di metano per 100 km;
  • Emissioni di CO2 a ciclo medio WLTP: 100-105 g/km.

Ultime notizie su Berline

Le auto berline: notizie sulle auto con carrozzeria (tipicamente) a 3 volumi e 4 porte, con le novità, le prove su strada, i prezzi, le schede tecniche e le guide d'acquisto.

Tutto su Berline →