USA: in arrivo dispositivi anti-alcol sulle auto nuove?

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden vuole contrastare con la tecnologia la piaga degli incidenti stradali causati dagli ubriachi.

Negli USA si sta pensando a misure per contrastare, con strumenti tecnologici, la guida in stato di ebrezza. Nel grande piano per le infrastrutture statunitensi, messo a punto dagli uomini del presidente Joe Biden, c’è un articolo (il 24220) che fa riferimento all’eventuale obbligo di dispositivi anti-alcol sulle auto.

Le cifre sono impietose: nel 2019 ben 10142 incidenti sono stati causati da conducenti che hanno alzato troppo il gomito. Ecco perché sull’altra sponda dell’Oceano stanno pensando all’uso della tecnologia avanzata per impedire la guida alle persone con un livello di concentrazione di alcol nel sangue superiore ai limiti di legge. Un modo per tagliare i rischi che rappresentano per loro stessi, per i loro passeggeri, per gli altri automobilisti e per chi potrebbe patire gli effetti della loro scarsa lucidità mentale.

Secondo l’IIHS (Insurance Institute for Highway Safety), oltre il 90% degli incidenti dovuti alla guida in stato di ebbrezza potrebbe essere evitato installando a bordo dei veicoli delle tecnologie avanzate di contrasto. Ancora il provvedimento non ha assunto una forma definitiva, perché si tratta di un disegno di legge.

Il testo, nella configurazione attuale, prevede l’equipaggiamento standard di tutti i nuovi mezzi ruotati a motore con strumenti che monitorino il comportamento dell’automobilista o che misurino l’eventuale concentrazione di alcol nel sangue, per inibire l’azione al volante di chi desta sospetto o sia fuori dai parametri. Sul piano temporale, se la legge prenderà forma, si prevede un triennio prima della sua entrata in vigore, seguito da un successivo triennio dato alle case automobilistiche per adattarsi.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →